KRKA 2018

link.png Toby Price e Kuba Przygonski vincono la super speciale


Si è conclusa la Super Speciale spettacolo che ha aperto la 26. edizione dell'Abu Dhabi Desert Challenge oggi pomeriggio dalle 15. I più veloci sono stati l'australiano Toby Price su Ktm, il migliore delle 39 moto in gara e Jakub Przygonski su Mini, che ha sbaragliato gli avversari a quattro ruote. Domani la prima tappa con una speciale di 278 km.

 


Due chilometri di prova speciale, in un Resort a pochi chilometri dal centro città, e su una pista di sabbia ma dal fondo duro, hanno aperto l'Abu Dhabi Desert Challenge valido come prima prova per il Campionato del Mondo Rallyes Tout Terrain FIM e come seconda per la Coppa del mondo FIA. Come spesso accade negli Emirati Arabi i tempi alla superspeciale sono stati presi senza i decimali, quindi solo con minuti e secondi e per questo motivo ci sono moltissimi tempi identici. Sappiamo quindi la classifica d'arrivo ma non sappiamo in quale ordine poi domani mattina - almeno per il momento non si sa - ripartiranno per la prima speciale lunga, e vera, di questo Desert Challenge 2016.

Il più veloce nelle moto è stato Toby Price, su Ktm, che ha fermato i cronometri sul 1'52" battendo il compagno di marca, Sam Sunderland, tornato in sella dopo l'incidente che lo aveva privato della partecipazione alla Dakar 2016, di tre secondi. Se Sunderland ha girato in 1'55" lo stesso hanno fatto le due Husqvarna di Pablo Quintanilla e Pela Renet, entrambi con il tempo di Sam, 1'55". Quinto tempo per Helder Rodrigues che piazza la prima Yamaha in classifica con un tempo di 1'58" mentre sesta con 2'02" è arrivata Laia Sanz, anche lei su Ktm. Ottava posizione assoluta, ma prima dei quad per Ignacio Casale, al via con uno Yamaha Raptor.

Fra le auto il migliore è stato il polacco Jakub Przygonski, passato da un anno alle auto dopo una lunga carriera in moto. Il polacco ha ottenuto un 1'49" che è esattamente lo stesso tempo del compagno di squadra, in Mini X Raid, Bryce Menzies. In terza posizione c'è ancora una Mini, ed è quella del rallista Mikko Hirvonen che ha chiuso la ps in 1'50" esattamente lo stesso tempo della miglior Toyota Overdrive in gara, quella di Marek Dabrovski che ha preceduto a sua volta l'ex compagno di squadra, passato ora alla Mini, Yazeed Al Rajhi. Con il tempo di 1'53" ci sono ben tre piloti e sono acerrimi avversari ! Si tratta di Vladimir Vasilyev, tornato in Mini X Raid, di Nasser Al Attyah approdato nuovamente in Toyota e del kazako Yurij Sazonov su Hummer.

Il buggy due ruote motrici X Raid di Jutta Kleinschmidt non è andato oltre la 19. posizione assoluta con un 2ì05", mentre l'equipaggio femminile della Tecnosport ha ottenuto la 50. posizione.

Domani prima tappa: partenza alle 9 da Abu Dhabi, o meglio dallo Yas Marina Circuit, e trasferimento di 30 chilometri fino allo start della speciale che misurerà 278 km complessivi. Il primo concorrente dovrebbe chiudere intorno a mezzogiorno, raggiungendo poi il bivacco di Qsar Al Sarab 10 minuti dopo.