link.png Croatia Rally - Kriedl in testa dopo la prima tappa


P4227286.JPGC'è l'austriaco Ferdinand Kriedl in testa alla classifica di tappa stasera, al termine della prima giornata di gara al Croatia Rally – Dalmatia 2016. Dopo i primi 260 chilometri, oltre al prologo di ieri, i piloti sono già entrati nell'atmosfera di gara, grazie ad una prima tappa divertente e soprattutto molto suggestiva a livello di paesaggi.

Primosten – 23 maggio 2016 – Una sorta di preparazione a quella che sarà la tappona di domani, una delle più lunghe con i suoi 400 chilometri di percorso da affrontare.
C'è solo l'incognita del meteo e infatti stasera, patron Marco Borsi e il suo braccio destro, Luigi Sala, hanno avvertito i piloti: “In caso di maltempo le cose potrebbero cambiare”. Questo significa che si allungheranno i tempi dei controlli a tempo perchè la pioggia e la ridotta visibilità, specie in montagna, potrebbero mettere in seria difficoltà i 75 piloti dell'edizione 2016 del Croatia Rally.
Domani mattina, qualunque sia il tempo, la partenza avverrà alle 6, sempre da Piazza Rudina, in centro a Primosten e i piloti se ne staranno sul terreno di gara per ben 10 ore visto che l'arrivo del primo all'hotel Zora, centro logistico del rally, è previsto intorno alle ore 16.
Domani il punto forte della tappa è Knin, cittadina di 15 mila abitanti della Dalmazia, nella provincia di Sebenico che viene anche chiamata, per la sua posizione strategica 'Chiave della Croazia' o 'Porta della Dalmazia'.
La bella fortezza cittadina aprirà le porte ai partecipanti del Croatia Rally e sarà la prima volta nella storia che le ruote tassellate percorreranno il ponte levatoio della fortezza. Fra il 1074 e il 1088 il re Zvonimir stabilì qui il punto centrale del suo regno e da allora la città ha sempre ricoperto una grande importanza storica. Al punto che, durante il processo di indipendenza all'inizio degli anni Novanta, i serbi che l'avevano occupata dichiararono la loro volontà di proclamarsi Regione Auonoma Serba nominanto Knin loro capitale. Nel 1995 in seguito all'operazione Tempesta (Oluja in croato) i croati ripresero possesso della città che ancora oggi vanta un significato molto speciale. Il sindaco della città, Blažević, e la direttrice dell'ufficio turistico, Lozancic hanno caldeggiato il passaggio del rally da Knin e sperando che il tempo sia clemente ci sarà un rinfresco offerto a tutti i piloti proprio nel cortile della fortezza.
Con i 400 chilometri di domani, e i 260 percorsi oggi il Croatia Rally Dalmatia 2016 arriverà al giro di boa e al giorno di riposo stabilito dalla TRX per mercoledì 25 maggio.

English Version


CROATIA RALLY - DALMATIA 2016
First stage and firs results. Tomorrow for the first time the rally will cross Knin

Primosten – May, 23th - Austrian rider, Ferdinand Kriedl is on the top, this night, of the standings, at the end of the first day of Croatia Rally – Dalmatia 2016. After the first 260 kilometers, besides the prologue yesterday, the riders have already entered in the 'race atmosphere', thanks to to a first stage really funny and very evocative about landscapes.
A kind of preparation to that which it will be the big day, tomorrow, one of the longest of the rally with its 400 kilometers of distance to face.
The great unknown about tomorrow it's about the weather, and in fact this evening, the race director, Marco Borsi and the track responsible, Luigi Sala, have perceived the riders: “In case of bad weather the things could change”. This means that the time check will become longer because the rain and the reduced visibility, especially on the mountain, with serious difficulty for the 75 riders of the edition 2016 of Croatia Rally.
Tomorrow morning, rain or not, the start time will be at 6 a.m., always from Rudina square, in down town of Primosten and the riders will race more or less for 10 hours since the arrival of first rider to the Zora hotel, logistics center of the rally, is previewed around hours 4 p.m.
Tomorrow the strategic point of the stage will be Knin, town of 15 thousand inhabitants, in the province of Sebenico that people call, for its strategic position 'Key of Croatia' or 'Door of the Dalmatia'.
The beautiful city fortress will open the doors to the participants of the Croatia Rally and will be the first time in the history that the motorbikes will cross the drawbridge of the fortress. Between the 1074 and 1088 king Zvonimir established here the central point of its reign and from then the city it has always covered a great historical importance. This military fortress was shaped by the early Croatian cultural heritage in the ninth century and is found on the southern side of Mount Spas. In 1995 as a result of the military operation 'Storm' (Oluja in Croatian) the Croatians resumed possession of the city that still today boasts a very special meaning. Just last year – 2015 – thousand of people celebrated the 20th anniversary of the Croatian military’s victorious Operation Storm in Knin - the first town seized back from rebel Serbs during the offensive in August 1995.
The mayor of the city, Blažević, and the director of the touristic office, Lozancic has supported the passage of the rally in the town of Knin and hoping that the weather will be clement there will be a refreshment offered to all the riders in the courtyard of the fortress.

Comments

There are no comments


Post a comment