TransAnatolia 2017

link.png Vanni Cominotto torna a sedersi sul trono dell'Italian Baja


Cominotto Italian BajaVanni Cominotto vince a casa propria e si riprende il trono a Pordenone. Il friulano batte, senza via di scampo, Xavier de Soultrait che cercava al'Italian Baja la rivincita dopo il Sardegna, perso per un pugno di secondi a favore di Joan Pedrero, ieri terzo. Fra i  quad vittoria di Amerigo Ventura che se ne va dal Friuli con un bel malloppo, mentre la vittoria assoluta dell'Europeo va a Josef Machacek, della Repubblica Ceca, su quad.

Vanni Cominotto si riprende lo scettro e si riconferma, dopo la vittoria del 2014, re di Pordenone grazie alla vittoria nella 23. edizione dell'Italian Baja di Pordenone. Il friulano conquista così la classifica del Mondiale Bajas e quella dell'italiano e soprattutto si porta a casa il titolo di Campione Italiano Baja 2016.
Un bottino ricchissimo che conferma la supremazia di Cominotto, in sella ad una Husqvarna, in un terreno a lui congeniale, e soprattutto molto caro. I suoi tifosi sono venuti tutti a sostenerlo in quella che per lui è la gara di casa.
Xavier de Soultrait recente secondo nel Mondiale FIM in Sardegna deve accontentarsi  della seconda posizione assoluta, ma con un distacco - 5'23” - che la dice lunga sulla determinazione dell'italiano. Terzo Joan Pedrero che – con una nuova Sherco – non è riuscito a trovare il giusto feeling con il mezzo e chiude con 10'19 dal friulano. Amerigo Ventura – Quad Yamaha - torna a casa con un altro bel bottino. Quinto assoluto del Mondiale FIM, primo quad al traguardo e vincitore della Junior oltre che secondo nella classifica assoluta di campionato italiano e anche in questo caso primo quad, nonostante un ritardo ieri nella seconda ed ultima speciale di sabato quando a seguito di una foratura aveva rotto paracoppa e freno posteriore.
Alex Zanotti (Husqvarna) dopo un avvio difficile è riuscito a recuperare risalendo in sesta posizione assoluta nel mondiale, terzo nell'italiano.
Dopo circa 500 chilometri di gara, con la pioggia di stanotte a complicare un po' le cose sul terreno, 41 piloti dei 43 partiti venerdì, da Pordenone, sono riusciti a raggiungere il traguardo. 
Per quanto riguarda gli UTV, nell'Europeo il più veloce è stato Giuliano Gullo, primo anche della classifica italiana, con Stefano Cavaciuti e Gianmarco Fossà rispettivamente quarto e quinto. Nella classifica UTV dell'italiano alle spalle di Gullo troviamo Fabrizio Pietranera e Roberto Mazzega Sbovata.
Per restare in ambito nazionale nelle diverse classi trionfo di Vanni Cominotto, Alex Zanotti e Luca Tavernari nella M1, di Ivano Zaccheo nella M2, di Amerigo Ventura nella Q1 davanti a Cristian D'Agnolo e Stefano Biscontin, con Aldo Lami e Ivan Argnani rispettivamente primo e secondo della QA, classe riservata agli Automatici.
La prossima gara del Mondiale sarà ora in Spagna, il popolare Baja d'Aragon in luglio, mentre per l'Europeo i piloti si confronteranno dall'11 agosto in Ungheria.

Comments

There are no comments


Post a comment