TransAnatolia 2017

link.png Giornata di riposo al SWR 2016, domani si ricomincia


kamaz al bivaccoIl Silk Way Rally 2016 si avvia a terminare la sua giornata di riposo, ad Almaty, in Kazakhstan. Oltre 4600 i chilometri già percorsi, con due speciali annullate, la prima da Kazak a Ufa per maltempo e la seconda ieri, per colpa di un vento troppo forte che non ha permesso agli elicotteri di alzarsi in volo. In tutto quindi, fino ad oggi gli equipaggi in gara hanno percorso poco più di 1000 km di prove speciali ed in testa, fra le auto c'è Cyril Despres, insieme a David Castera.

Il primo ad essere veramente meravigliato della sua prima posizione è proprio lui, Cril Despres che ammetteva "Se mi avessero detto che nella prima parte di questa gara mi sarei trovato in testa alla classifica assoluta, non ci avrei mai creduto". Ma invece, a pensarci bene, l'ex motociclista è proprio la persona giusta al posto giusto perchè fra tutti gli "smanettoni" in gara lui è quello più ponderato, quello che ancora sta imparando e quindi guida con maggior accortezza. Qualcuno dice che è meno veloce, o forse lo era alla Dakar di gennaio, ma sta facendo esperienza e sorprende tutti, a cominciare da lui stesso appunto.

Alle sue spalle dopo sei tappe, staccato di otto minuti tondi tondi, c'è Sebastien Loeb - quindi due Peugeot nei primi due posti - mentre terzo, a 1'50" da Loeb c'è il russo Vladimir Vasilyev che ha fatto pace con X Raid ed è arrivato al SWR con una Mini. Alle sue spalle con un altro distacco tondo tondo, di 3 minuti esatti c'è l'altra Mini, quella di Yazeed Al Rajhi che sta dando del filo da torcere alle Peugeot ma è anche rimasto vittima di un certo numero di forature, cosa che lo costringe appunto in quarta posizione assoluta.Sempre una Mini al quinto posto, quella di Rakhimbayev. Dove si trova Stephane Peterhansel? Il campione francese che era partito più che mai deciso a conquistare questa gara è rimasto vittima purtroppo insieme al suo copilota Polo Cottret di un brutto capotamento: due giorni fa, quando la sua Peugeot DKR 2008 in un doppio segnale di pericolo si è alzata in modo esagerato ed è volata via, capotandosi in avanti. Pezzi sparsi ovunque e vettura praticamente distrutta ma senza alcuna conseguenza, per fortuna, per l'equipaggio. Il primo ad arrivare sul posto è stato Sebastien Loeb che si è fermato, ha agganciato la vettura di Peter e l'ha rimessa dritta. Poi da quel mometo è cominciato il calvario: il tentativo di sistemarla per poter raggiungere il bivacco, l'attesa del camion assistenza, una riparazione di fortuna e poi gli ultimi 150 km di speciale e tutto il trasferimento al traino. Per i due francesi ora non ci sono più velleità di vittoria, ma di sicuro possono togliersi la soddisfazione di vincere ancora un po' di speciali.

Al termine della gara mancano ancora circa 5600 chilometri di cui poco più 2000 di settori selettivi. Domani si va a Bortala con una tappa relativamente corta: 581 chilometri di cui 76 di prova speciale, e dopodomani, domenica, si entra in Cina.

Gli italiani sono ancora tutti in classifica: per quanto riguarda le auto Pietro Fogliani, da solo, è in 44. posizione, mentre Marco Piana si trova in 65. Fra i camion l'Unimog di Guido Toni occupa la 22. posizione per colpa di una penalità forfettaria rimediata qualche giorno fa.


Comments

There are no comments


Post a comment