TransAnatolia 2017

link.png Tecnosport: e ora si pensa al Baja Aragon


Oliveira Italian BajaPartiti con tre veicoli da casa, i comaschi chiudono la gara con il Tubolare Vm di Helder Oliveira e con il Nissan di Antonio Rossi, e ora si pensa già al prossimo impegno in Spagna. Prosegue lo sviluppo del Tubolare e il pilota portoghese con i suoi consigli e il test in gara si è dimostrato utilissimo ed ora si va alla Baja d'Aragon.

Appena il tempo di rientrare dall'Italian Baja e già si pensa al prossimo appuntamento di Coppa del Mondo Cross Country Rally FIA. Ma il tempo scorre veloce e il tempo per rimettere in sesto le vetture non basta mai.

Intanto Tecnosport analizza il risultato di Pordenone: 12° assoluto Helder Oliveira e in un pugno di dieci minuti ci sono ben sette piloti. Perchè le grandi protagoniste a Pordenone sono state le forature e addirittura sono state proprio le gomme a decidere il vincitore finale. Anche il pilota portoghese, Helder Oliveira con il suo navigatore  Valter Pinheiro Cardoso, ne ha sofferto, per ben due volte, domenica, ed anche sabato, con tanto di parafango strappato. La scelta dell'equipaggio portoghese è stata quella di non fermarsi a cambiare la gomma in speciale, ma di raggiungere il traguardo, e ci sono riusciti, transitando sul traguardo con un disco incandescente. 12° assoluto ma senza le forature e il tempo perso guidando obbligatoriamente più lento, avrebbe potuto lottare per il sesto assoluto, alle spalle dei mostri sacri, e soprattutto ufficiali.
Per il Tubolare Vm si tratta della prima gara conclusa sul traguardo e questo dà un nuovo impulso, uno stimolo importante allo sviluppo che ora proseguirà serrato per arrivare in Spagna, il 22 luglio, in tempo per la mitica Baja Aragon, sempre con Helder Oliveira, entusiasta della vettura e ansioso di poter portare avanti il suo sviluppo.
Antonio Rossi, con Rudy Briani, è il secondo equipaggio al traguardo della gara pordenonese, 25° assoluto e anche per lui in gara con il Pathfinder LR50 si tratta di una bella soddisfazione. Il caldo è stato uno degli avversari principali contro cui combattere in questa 23. edizione della gara italiana e all'interno dell'abitacolo si sono superati per tutto il giorno i 55 gradi. Non facile quindi mantenere la concentrazione per tutto il tempo e il fondo 'spaccatutto' tradizionale della Baja e dei suoi greti di fiume ha messo sotto torchio gli ammortizzatori che hanno sofferto in diverse zone del tracciato.
Sfortunato invece Lorenzo Traglio, insieme a Giulia Maroni, che non è riuscito a concludere la gara per un problema tecnico. Alla seconda gara della sua breve carriera – l'esordio anni fa in Spagna – Lorenzo in entrambe le speciali di sabato si è difeso come possibile, cercando di fare esperienza e di prendere un po' le misure al mezzo per impostare al meglio il suo stile di guida. Purtroppo però sabato sera il suo motore ha avuto un problema di compressione ed è mancato il tempo (solo 75' il tempo a disposizione dell'assistenza per rimettere in sesto le tre vetture) per localizzare e riparare il guasto. Così Traglio non è ripartito domenica, ma si rifarà in Spagna. Il team Tecnosport oltre ad Helder Oliveira infatti schiererà altre due vetture, al volante Valentina Casella e Lorenzo Traglio.

 

English Version

TWO CARS TECNOSPORT ON THE FINISH LINE TO ITALIAN BAJA 2016


The italian team arrived to Pordenone with 3 cars and  the Tubolar Vm of Helder Oliveira added to the Pathfinder LR50 of Antonio Rossi close the race with a good result. And now they are thinking already to Baja Aragon, in next july, in Spain, when Tecnosport will continue the development of Tubolar Vm with Helder Oliveira. 

June, 27th 2016 – There is not so many time now to work on the cars for the next round of the World Cup FIA Cross Country Rally, Baja Aragon in Spain. Tecnosport analises now the result of the Italian Baja: the 12th place of Helder Oliveira and in the space of ten minutes there are seven drivers. Just because the big actors in Pordenone have been the tyres, or better, the punctures and just the tyres decided the winner of this 23. edition of Italian Baja. The portoguese driver, too, Helder Oliveira with his co driver, Valter Pinheiro Cardoso, had two punctures sunday, and saturday, and in one case they have lost the bumper of their car. The portuguese crew decided not to stop to change the tyre, but they arrived on the finish line with the brakes incandescent. So the position for Oliveira is 12th of the overall standing but, without the two punctures and the time lost driving not so fast with 3 wheels, he could have to fight for the sixth place, just behind the sacred and official 'monsters'.
For the new Tubular with VM engine it's the first arrival on the finishing line of a race and this fact gives a new impulse, an important stimulus to the development now for the next race, in Spain, on July 22, in time for the mythical Baja Aragon, always with Helder Oliveira, enthusiastic of the car and anxious to be able to contribute at the development.
Antonio Rossi, with his co-driver Rudy Briani, it is the second Tecnosport crew on the finish line of the Pordenone race, 25th on the overall and also for him – raced with the Pathfinder LR50 – it's a very big satisfaction. The incredible heat has been one of the principal adversaries against which to fight in this 23th edition of the Italian competition and inside the car they are overcome for the whole day the 55 degrees. Not easy therefore to maintain the concentration for the whole time on the stony ground with his pebbly shores of river where the shock absorbers have suffered a lot. 
Unlucky, instead, Lorenzo Traglio, together with Giulia Maroni, that has not succeeded in concluding the competition for a technical problem. To the second competition of his brief career – he debuted years ago in Spain - Lorenzo in both the special stages of Saturday trying to make experience and to take confidence with the car to plan to the best style of guide. Unfortunately Saturday evening his engine has had a problem of compression and the time (only 75' the time to disposition of the service to work on 3 cars) was not enough to locate and to fix breakdown. In this way Traglio is not start again Sunday, but he will be in Spain.
The team Tecnosport further to Helder Oliveira in fact it will line up other two cars in Teruel: with Valentina Casella and Lorenzo Traglio.


Comments

There are no comments


Post a comment