TransAnatolia 2017

link.png Giornata sfortunata per Botturi al Serres Rally


Bottu al serresCi sono giornate che nascono storte. Oggi è stata una di quelle per Alessandro Botturi. La quarta tappa del Serres Rally in Grecia non è andata come il pilota Yamaha si aspettava e ora Stefan Svitko si ritrova solo al comando della gara greca, con un discreto vantaggio sugli inseguitori. Oggi Botturi avrebbe potuto fare la differenza e invece purtroppo, la sfortuna ci si è messa di mezzo.

 Come racconta lui stesso quando rientra al paddock: “E' stata una giornata storta, sono stato costretto ad abbandonare al km 94. Peccato perchè stavo andando bene. Stamattina sono partito per primo e stavo facendo il mio ritmo, bello sostenuto, navigando senza errori”.
Poi è arrivato un maledetto sasso.
“Ho preso una sassata che mi ha piegato un pistoncino della pompa della frizione. Una di quelle cose che costano due euro, ma che bastano per farti perdere una gara. A quel punto la moto è rimasta bloccata, e la frizione non era più in grado di staccare”.
Botturi è rimasto in speciale, ed erano appena le nove di mattina. Ha aspettato che la sua assistenza lo recuperasse e poi è rientrato via strada, in moto: “Siamo riusciti a sbloccare la frizione, però non funzionava e per rimettermi in moto mi hanno dovuto spingere. In questo modo sono rientrato al bivacco e così domani potrò ripartire”.
Non ci sono più velleità di classifica ovviamente, per il pilota di Lumezzane però lui è positivo, nonostante tutto: “Riparto per fare un po' di allenamento, magari ottenere qualche bel risultato di tappa. La moto va benissimo e lo ha dimostrato in questi giorni e voglio continuare a farla girare anche e soprattutto per controllare la tenuta del mio polso e vedere se finalmente sono guarito”.
Nella classifica di tappa oggi Botturi ha chiuso in 80. posizione e ora la direzione gara gli ha appioppato una penalità forfettaria per non aver concluso la tappa, di ben 10 ore.  In classifica assoluta è 63° su 87 piloti ancora in gara dei 99 partiti quattro giorni fa.
La moto è stata riparata in pochissimo tempo perchè appunto, motore e meccanica erano a posto, e domani mattina Alessandro partirà in sedicesima posizione in base alla regola che stabilisce che i piloti prioritari vengano riposizionati nell'ordine di partenza. Si tratta di una questione di sicurezza perchè un pilota veloce partendo troppo indietro avrebbe troppi sorpassi da effettuare e troppa polvere e sarebbe quindi in una situazione di pericolo. In questo modo invece Botturi rientra nei primi, ma dopo i migliori quindici della giornata odierna.
La tappa di domani, la quinta, è una delle più corte dell'intero rally greco: solo 254 chilometri da percorrere con una speciale di 68 chilometri. I piloti lasceranno Serres alle 8,30 diretti a Ptelea che raggiungeranno dopo soli 8 chilometri. Da lì alle 9 entreranno in speciale, appunto di 68 km, e al termine dovranno affrontare un trasferimento di 177 km da Kavala a Serres.