TransAnatolia 2017

link.png L'Amerigo volante !


DSC_0019.JPGHa vinto la classifica quad del mondiale FIM. Ha vinto anche la classifica Junior e ha ottenuto il quinto posto assoluto, primo quad in classifica tenendo conto di tutte le categorie e di tutte le validità della gara. Amerigo Ventura non era partito nel modo migliore in questa Baja ungherese, ma ha saputo riscuotersi e recuperare, disputando una speciale dopo l'altra ad un ritmo indiavolato. Ora comanda la Coppa del Mondo FIM di specialità per i quad ed anche la classifica Junior FIM del mondiale Bajas.

Quando al termine del prologo di venerdì sera Amerigo Ventura si è ritrovato in 26. posizione, ha capito che bisognava dare una svolta al week end.. Un errore non suo in realtà, nella super speciale da 11 chilometri lo aveva indotto a sbagliare. Una fettuccia tirata giù in precedenza, un dritto in mezzo al bosco e poi un minutino buono perso a cercare la strada giusta. Un bel pasticcio, non così grave come sembrava però visto che anche il suo avversario numero uno, Oriol Vidal aveva fatto lo stesso ! 25° lo spagnolo e 26° Amerigo Ventura, con un distacco fra i due di circa 25".

Ovvio che la mattina dopo, in partenza, i due piloti dei quad, ed anche leader della classifica Junior, si siano dati da fare per recuperare posizioni. Amerigo è partito velocissimo e dopo una serie di sorpassi si è presentato al primo refueling, a metà della prima ps lunga, da 148 km,, più o meno intorno alla 12. posizione. Poi ha recuperato ancora, e al termine della prima ps di sabato era quinto con un tempo di 1h.56'50" contro per esempio il tempo di Alex Zanotti, in moto, quarto in 1h56'45".

Una rimonta incredibile che non valeva però per lo spagnolo Vidal che rompeva le pedane del suo mezzo e si fermava, portandosi appresso anche un problema, irrisolvibile al motore. Rientrava comunque, caricando il mezzo sul suo furgone al paddock e metteva il mezzo in parco chiuso, perchè di ripararlo non c'era proprio alcuna possibilità.

Intanto la miglior prestazione nel prologo, sempre in tema di mondiale era quella di Aldo Lami, il più veloce ed addirittura decimo assoluto, ma primo dei quad mondiali mentre a livello europeo nessuno riusciva a battere il tempo di Josef Machacek, velocissimo come sempre. Nella prima ps di sabato Lami era secondo dietro Amerigo con un tempo di 2h07'57" con un ampio margine su Emma Clair Dumont, terza con 2h55'. Alla terza speciale della gara, seconda di sabato, Ventura peggiorava il suo tempo di 9 secondi e ne approfittava Machacek agguantando il quinto tempo. Lami invece, in seguito ad una catastrofica caduta si ritirava definitivamente, senza neanche mettere il mezzo, riparato dalla volenterosa assistenza ucraina, in parco chiuso.

Domenica mattina Amerigo Ventura ripartiva più che mai gasato e nei primi dieci chilometri già guadagnava su Machacek che gli partiva davanti di due minuti la bellezza di trenta secondi. Andava avanti così, scatenato, fino a superare il pilota ceco e a chiudere l'ultima speciale - uguale a quella del giorno prima ma in senso inverso - con il terzo tempo assoluto, dietro a Xavier de Soultrait, il vincitore in moto che girava in 1h.47'55" e Loic Minaudier, secondo assoluto poi a fine gara, che aveva ottenuto 1h49'44". Ventura staccava 1hh52'54" battendo Alex Zanotti su Husqvarna di ben 46". L'unico altro quad ancora in gara per la classifica mondiale, quello della francese Emma Dumont era ultimo, con un tempo sulla speciale di 2h55' ma giustamente lei non aveva bisogno di rischiare, visto che le bastava solo arrivare in fondo per salire sul secondo gradino del podio.

Così è stato. Vittoria di Ventura su Emma Dumont che si porta a casa anche la vittoria nella classifica femminile mentre sul terzo gradino del podio è salito Oriol Vidal, cosa che ha sollevato una polemica proprio in fase di premiazione perchè il suo mezzo era stato portato al paddock prima e in parco chiuso poi, grazie ad un intervento esterno ed è sembrato a tutti un po' curioso che un pilota che non ha disputato praticamente neanche una speciale intera possa prendersi il terzo posto. Però così è stato e ora si vedrà se le polemiche si trasformeranno anche in reclamo oppure se tutto resterà così. Nel frattempo in classifica di Coppa del Mondo quad Amerigo Ventura si porta in testa con 57 punti contro i 52 di Oriol Vidal e i 39 di Emma Dumont, mentre Lami resta a quota 22, in quarta posizione. Anche per loro l'ultimo impegno sarà ora in Portogallo il 10 settembre. 

Per quanto riguarda invece la classifica FIM Europe ha vinto Josef Machacek su Tomas Kubiena e Olga Rouckova anche se le classifiche pubblicate sul sito Hungarian Baja riportano erroneamente altri tempi ed altri nomi.


Comments

There are no comments


Post a comment