KRKA 2018

link.png Due titoli mondiali Bajas per Amerigo Ventura


DSC_0016.JPGE finalmente dalla FIM è arrivata la conferma ufficiale. Quella che mancava per poter festeggiare degnamente la grande impresa del giovanissimo Amerigo Ventura, 24 anni, che ha conquistato quest'anno il titolo mondiale della Baja. Il pilota piemontese ha vinto in sella ad uno Yamaha del team Quaddy Off Road sia il titolo di categoria, sia quello della classifica Junior. In entrambi i casi Amerigo ha dominato quasi sempre le graduatorie distinguendosi per la sua condotta di gara eccellente fatta di velocità e precisione.

La stagione era cominciata in Italia, a Pordenone a fine giugno, all'Italian Baja che Amerigo aveva vinto salendo sul gradino più alto del podio davanti a quello che poi si sarebbe rivelato il suo avversario numero uno sia per la classifica quad che per la Junior., lo spagnolo Oriol Vidal. A Pordenone Amerigo aveva vinto su Oriol Vidal, il nostro Aldo Lami, e su Massimiliano Masante ed Emma Clair, ed era arrivato a fine luglio alla Baja d'Aragon in Spagna con la prima posizione in entrambe le classifiche. A Teruel però, giocando in casa, lo spagnlo Vidal aveva vinto la gara sorpassando Ventura in entrambe le classifiche e quando la stagione è ripresa, nel week end di ferragosto in Ungheria, al terzo round della stagione la sfida si è fatta incandescente.
Amerigo Ventura è partito velocissimo a Veszprem ma ha commesso un errore nel prologo che per fortuna ha poi finito per commettere anche il suo principale avversario, in gara poi Oriol Vidal ha rotto il suo quad mentre Amerigo strappava dei temi di speciale da paura, arrivando a piazzarsi terzo assoluto in mezzo alle moto. La gara premiava ancora Ventura con il primo posto ma per un inghippo del regolamento Vidal sistemava il suo mezzo in parco chiuso, con aiuto esterno e a spinta e sul podio a fine gara saliva in terza posizione. Un reclamo formalizzato proprio sul podio della premiazione a Veszprem convinceva la Federazione internazionale a non riconoscere i punti del terzo allo spagnolo e così all'ultima prova del Portogallo, la Baja Idanha a Nova, Ventura arrivava con i favori dei pronostici e anche con la prima posizione in classifica. Non per questo si risparmiava e vinceva subito il prologo, mentre da quel momento in poi, nelle due speciali seguenti, da 78 e 250 chilometri, adottava una strategia di gara più prudente e finiva secondo alle spalle di Vidal in entrambi i casi. Ma questo gli bastava per vincere e così oggi le classifiche del Mondiale Baja 2016 vedono in testa con 74 punti Amerigo Ventura su Oriol Vidal a quota 57 con Emma Clair in terza posizione a 39 ed Aldo Lami quarto con 22 davanti ad un altro italiano, Massimiliano Masante che conta 15 punti.
Nella classifica Junior Bajas di nuovo un bel po' di italiani: primo Amerigo Ventura con 72 punti davanti a Oriol Vidal di nuovo con 57 punti mentre in terza posizione c'è Luca Tavernari con 43 punti davanti a Davide Giorgi che di punti, dopo la sola Baja ungherese ne ha 17.
Una bella soddisfazione per il pilota piemontese che per la prima volta quest'anno affrontava l'intera stagione iridata delle Baja. Ora lo aspetta un altro importantissimo impegno: la Maglia Azzurra. Amerigo Ventura infatti, rappresenterà l'Italia in Francia l'8 e 9 ottobre a Gueugnon alla Sfida delle Nazioni quadcross: insieme a lui per la squadra tricolore anche Andrea Cesari e Simone Mastronardi.