link.png Botturi si ritira dalla Dakar 2017


Alessandro Botturi (Yamaha) non è al bivacco di Tupiza. Non ci è proprio mai arrivato. Quando è caduto, a quattro chilometri dalla fine speciale, quasi trenta dal primobotturi ritiro dakar bivacco boliviano, i medici che sono intervenuti su di lui lo hanno portato via in elicottero senza passare dal bivacco. Ora lo hanno caricato insieme a Toby Price su un aereo, diretto a La Paz.

“Le sue condizioni non sono preoccupanti – hanno detto alla tenda medica del bivacco – ha subito un trauma cranico perchè nella caduta ha battuto la testa, ma non ha riportato fratture. Lo portiamo per accertamenti a La Paz e da lì sarà poi rimpatriato in Italia”.
Una bella sfortuna che culmina in questa caduta dopo che per il pilota di Lumezzane già le cose erano cominciate ad andare storte da qualche giorno. Ieri, nella terza tappa di questa Dakar 2017, Alessandro Botturi si era perso ad inizio speciale e nella ricerca della pista giusta aveva anche perso un wpt che gli era costato carissimo in termini di classifica. Stamattina era partito apparentemente tranquillo ma la prima parte della speciale, prima di entrare nelle dune altissime, si era rivelata particolarmente difficile per tutti a livello di navigazione e lì Botturi aveva perso altro tempo prezioso. Probabilmente innervosito ha accelerato per recuperare e ce l'aveva fatta in effetti fino a che invece, nell'ultimo tratto, uno dei più impegnativi dell'intero tracciato odierno è caduto. “Era un tratto disegnato all'interno di un fiume – racconta il suo amico, Livio Metelli, appena arrivato al bivacco, e dopo aver appreso della caduta del Bottu – non certo facile. Il tipico fiume con poca acqua in alcuni punti ma soprattutto pietre grandissime e scivolose. Deve essere caduto lì e se ha battuto la testa sulle pietre ci credo che sia rimasto tramortito”. Per Alessandro Botturi si tratta del suo quinto ritiro alla Dakar, consecutivo, dopo un ottavo posto conquistato alla sua prima partecipazione nel 2012. Lo scorso anno Botturi era caduto nella seconda tappa ed aveva riportato piccole fratture al polso oltre ad aver danneggiato i legamenti ma aveva voluto proseguire lo stesso. Al via di quest'anno il pilota bresciano ha ammesso di non essere ancora in forma al 100 per cento, ma fino a questo momento non aveva lamentato nessun problema fisico.  Botturi si era ritirato nella Dakar del 2013 alla 13. tappa, poi nel 2014 subito nella seconda, nel 2015 nell'ottava e nel 2016 aveva ceduto dopo una prova stoica alla undicesima tappa.

Lo stesso Botturi in serata ha mandato un messaggio a tutti i suoi sostenitori attraverso Facebook, rassicurando tutti sul suo stato di salute e ringraziando del sostegno morale.


Comments

There are no comments


Post a comment