KRKA 2018

link.png Peterhansel ad un passo dalla vittoria, ma...


Stephane Peterhansel è giù di morale, anche se sta vincendo la gara. Gli è già successo in passato e per lui far male ad un pilota moto, oppure scontrarsi con uno di loro è una sorta di incubo. Ci è rimasto malissimo e ha già spedito in ospedale, mentre lui era ancora in speciale, alcune persone della Peugeot per sapere come stava.

E' stato così gentile Simon Marcic in ospedale racconta ancora 'Peter' “ho sempre sognato di conoscere Stephane – diceva agli uomini Peugeot – ma non in queste circostanze. Ditegli di non preoccuparsi, sto bene, andrà tutto per il meglio”.
In realtà per il pilota sloveno si tratta di una frattura di tibia e perone. “E' successo tutto così d'improvviso – racconta il 12 volte vincitore della Dakar. C'erano un sacco di moto in quel punto e stavamo cercando tutti lo stesso punto, e noi come loro non lo abbiamo trovato al primo colpo. Così ci siamo messi a girare anche noi, con loro e io stavo attento a guardare ovunque, proprio per evitare di toccare qualcuno. Poi ci siamo ritrovati entrambi fuori dalla pista del road book, io guardavo da una parte e lui dall'altra, però abbiamo frenato entrambi e abbiamo evitato lo scontro frontale. Solo che lui nel frenare è scivolato sulla sabbia ed  rimasto incastrato con la moto ed io frenando forte ho inchiodato ma sono scivolato in avanti con la Peugeot e gli sono finito sopra, lentamente ma abbastanza pesantemente da schiacciargli la gamba. Sono tornato subito indietro, l'ho aiutato e ho chiamato i soccorsi e poi sono rimasto lì 15 minuti con lui fino a che l'elicottero non lo ha portato via. Mi dispiace così tanto”. Gioca nervosamente con una bottiglia di plastica vuota mentre ne parla  e si vede che è davvero rammaricato. Diocleziano Toia era lì in quel momento anche lui, con gli altri piloti moto, in giro a cercare questo fatidico wpt. “Eravamo un bel gruppetto in giro a cercare questo wpt e non lo trovavamo. Poi improvvisamente abbiamo visto comparire la Peugeot e abbiamo pensato, siamo salvi, lui lo prende di sicuro. Quando poi abbiamo visto che era Peterhansel eravamo certi di non dover far altro che seguirlo. E invece anche lui si è sbagliato e a quel punto siamo andati tutti in confusione. Lui girava, noi giravamo e alla fine Simon è scivolato e Stephane non è riuscito ad evitarlo”.