KRKA 2018

link.png Abu Dhabi Desert Challenge 2017: ci siamo


Quintanilla 2017Dal 31 marzo al 6 aprile, verifiche comprese, si svolgerà la 27. edizione dell'Abu Dhabi Desert Challenge, terza prova della Coppa del Mondo FIA di specialità e prima per il Campionato Mondiale FIM CCR. Centro logistico dell'evento il Circuito Yas Marina, da cui il 2 aprile partirà la prima tappa. La gara però, si aprirà con una super speciale prevista per sabato pomeriggio, primo aprile e poi dal 2 si concentrerà sulle sabbie del deserto Rub Al-Khali con cinque tappe e un totale di 2073 chilometri. 28 moto e 17 quads già iscritti alla prova, oltre a 32 auto e 7 SSV.

Un totale di 2073 chilometri di percorso di cui 1324 di prove speciali. Questi i numeri relativi al percorso dell'edizione 2017 dell'Abu Dhabi Desert Challenge che verrà presentato domani mattina in conferenza stampa direttamente negli Emirati Arabi Uniti svelando le ultime carte di una gara che si preannuncia molto combattuta come sempre, sia nel settore due ruote che in quello delle 4 ruote. Al via infatti, come di consueto ci saranno i migliori piloti del panorama internazionale a cominciare da Sam Sunderland vincitore della Dakar 2017 e padrone di casa praticamente, visto la sua residenza a Dubai. Con Sunderland in squadra per la Ktm ci saranno anche Matthias Walkner e Antoine Meo, mentre Husqvarna schiererà Pablo Quintanilla e Pela Renet laddove Honda sarà al via con Kevin Benavides, al rientro dopo l'infortunio al polso e il portoghese Paulo Goncalves. Tre gli italiani schierati, da Carlo Seminara che come Sunderland ormai vive quasi in pianta stabile negli Emirati, Camelia Liparoti con il suo quad e fra gli iscritti figura anche Elio Aglioni.

Essendo la terza prova della Coppa del Mondo FIA la lotta sarà già molto accesa data anche la presenza dell'attuale leader della classifica iridata e cioè il polacco Aron Domzala che conduce con 41 punti contro i 30 del suo più diretto inseguitore, nonchè compagno di squadra, Nasser Al Attiyah. Saranno loro due a portare in gara le due Toyota Overdrive ad Abu Dhabi mentre la Mini X Raid arriva con 4 vetture affidate a Mohammed Abu Issa, Stephan Schott, Vladimir Vasilyev e l'americano, Bryce Menzies che sembra essersi ripreso dalla brutta botta alla schiena che gli aveva impedito di essere presente alla Dakar 2017.

Ma l'outsider di turno, in questa gara, sarà lo sceicco di Abu Dhabi Khalid Al-Qassimi che come già qualche settimana fa a Dubai, si presenterà al via di un rally raid con una vettura top: una Peugeot 3008. Esatto ! Proprio l'ultimo modello della Casa francese perchè il pilota arabo ha tutte le intenzioni di battere il suo rivale numero uno, Nasser Al Attiyah. I due si affrontano da 14 anni, da quando cioè si incontrarono per la prima volta nel Campionato di Rally Medio Oriente, nel 2004 e fu Al Qassimi a conquistare il titolo quell'anno battento il pilota qatarino. La rivalità è andata avanti nelle serie regionali - sempre di rally - e nel WRC e ora i due si affrontano di nuovo, nei rally raid. Certo Nasser ha più esperienza, ma Al Qassimi non è uno da sottovalutare anche perchè quando si tratta di vincere non guarda in faccia nessuno e lo prova il fatto che per correre qui ad Abu Dhabi si sia andato a prendere la vettura al momento più forte: la Peugeot DKR 3008. Nel 2015 il pilota di casa non riuscì ad arrivare al traguardo e nel 2016 corse con una Mini X Raid chiudendo settimo. I due si sono ritrovati di fronte alla recente Dubai International Baja che Nasser ha vinto a mani basse. Ed anche in questo caso parte avvantaggiato visto che su questi terreni ha già vinto in passato, due volte, e nella stagione 2016 ha riportato ben sei vittorie con la Toyota Hi Lux Overdrive.

Il percorso di gara prevede un totale di cinque tappe: la prima tappa dallo Yas Marina Circuit da 418 km con una ps di 276 km, la seconda di 521 km con una ps di 289 km, la terza 380 km complessivi con una speciale da 288, 7, la quarta il 5 aprile di 396 km con una ps da 250 e infine l'ultima tappa, con il rientro ad Abu Dhabi sempre al circuito, da 357 km con una ps di 219 km.