TransAnatolia 2017

link.png Transitalia Marathon 2017: si riparte per Leonessa


bella del transitalia 2017Una prima giornata da incorniciare. Questo il verdetto ieri, alla fine della prima tappa da parte di tutti 289 partecipanti alla terza edizione del Transitalia Marathon. Compresi i cinque tedeschi che sono rimasti in mezzo alle montagne tutta la giornata rientrando solo alle 21,30. (Foto. Alessio Corradini)

Anzi, erano proprio loro i più galvanizzati e contenti perchè hanno vissuto una di quelle avventure che non capitano tutti i giorni.
A metà giornata un pilota tedesco ha rotto il supporto di un ammortizzatore sulla sua BMW ed è rimasto a piedi. L'organizzazione è prontamente intervenuta, ma il pezzo era sgretolato e non c'era modo di ripararlo. Gli altri amici tedeschi intanto sono rimasti con il loro compagno di avventure, per non lasciarlo solo e tenere alto il morale, e nel frattempo l'organizzazione ha cercato una soluzione. Una soluzione che è apparsa quasi per magia, impersonata da Pietro Lasagna, campione di Sidecarcross di qualche anno fa, i cui figlioli, Ivo e Ivan proprio lo scorso week end hanno rappresentato la Maglia Azzurra FMI al Nazioni 2017 di Cingoli di specialità. Pietro è rientrato nella sua officina a Magione e ha letteralmente ricostruito ex novo il pezzo, in ferro ed alluminio, rimontandolo poi sulla Bmw del partecipante tedesco che ha insistito per pagare il lavoro, ma si è trovato di fronte ad un diniego assoluto.
Questo è il bello di queste manifestazioni, oltre al panorama spettacolare che ieri ha accompagnato i concorrenti per le campagne e le colline marchigiane, fra Mercatello sul Metauro e Apecchio, e poi ancora in Umbria, tra Città di Castello e Passignano sul Trasimeno, sede di tappa. Gli ultimi chilometri del tracciato hanno offerto agli appassionati uno spettacolo meraviglioso, con il Lago Trasimeno davanti a loro, in fondo ad una bella discesa di fuoristrada puro in una giornata soleggiata e prettamente estiva.
La cena in centro città, organizzata perfettamente, ha riunito i 289 partecipanti e proprio mentre tutti stavano mangiando è rientrata la comitiva tedesca, insieme all'organizzazione e agli uomini responsabili della chiusura del percorso.
Oggi sono ripartiti tutti, ansiosi di rimisurarsi con gli sterrati italiani e di poter ammirare ancora altre bellezze naturali, come ha promesso ieri l'organizzatore, Miro Urbinati durante il briefing. Oggi ancora Umbria fino ad arrivare nel Lazio, per la precisione nella città di Leonessa. Panicale, San Venanzo, Todi, Montecastrilli e Terni sono solo alcune delle località che verranno attraversate dalla carovana in moto. Fra le 289 moto partenti esattamente 20 appartengono alla categoria delle 'Gloriose' le moto d'epoca cioè e tutte regolarmente hanno raggiunto il traguardo ieri sera, per ripartire poi perfettamente in ordine questa mattina.

Comments

There are no comments


Post a comment