TransAnatolia 2017

link.png Baja Portalegre 500, Ricardo Porem fa poker


Ricardo PoremOltre 200 i partenti alla 31. edizione della Baja Portalegre, ultima prova per il Campionato Nazionale e per la Coppa del Mondo FIA Rally Tout Terrain. Un numero sorprendente che non siamo più abituati a vedere e soprattutto a contare nelle gare, ma Spagna e Portogallo sanno come muoversi anche a livello nazionale e questo nel tempo ha portato ottimi risultati.

Le due Federazioni infatti hanno creato un Cross Country Iberian Trophy che si corre nelle due Nazioni contando appunto al via i piloti di entrambi i Paesi.

Il numero più alto della Baja Portalegre 500, incredibile, riguarda gli UTV che erano la bellezza di 92 alla partenza e 72 di loro sono riusciti a raggiungere il traguardo. 83 le moto, tutte portoghesi con qualche rappresentanza spagnola, e 49 le auto, oltre a 39 quad e altri concorrenti iscritti nelle serie nazionali.

638,41 i chilometri da percorrere in due giorni, con quasi 473 di prove speciali suddivisi nei tre e mezzo del prologo, i 76,70 della prima ps e i 205 e 160 degli ultimi due settori selettivi.

Il più veloce nel gruppo FIA FIA è stato, ancora una volta, Ricardo Porem su Ford Ranger per il team South Racing che, seppure cambiando vettura ha conquistato la sua quarta vittoria consecutiva. Lo scorso anno il pilota portoghese aveva vinto con la Mini, quest'anno ha scelto la Ford del team South Racing appunto, e ha di nuovo spadroneggiato arrivando a imporsi con un vantaggio di 5'44” sul brasiliano Guillerme Spinelli che – ironia della sorte - aveva scelto per questa 31. edizione, proprio la Mini X Raid. Porem ha vinto tre prove speciali lasciando l'ultima al brasiliano. Porem ha vinto in questo modo anche il campionato nazionale, che guidava già al momento del suo arrivo alla Baja 500, e l'Iberian Trophy che appunto conta gare portoghesi e spagnole al suo interno.

La seconda Mini in gara, affidata a Boris Garafulic, affiancato da quello che lo scorso anno era stato il copilota di Porem, Felipe Palmeiro, ha occupato il terzo gradino del podio regalando una bella doppietta al team tedesco.

Negli UTV la sopresa è arrivata dall'ex motociclista Ruben Faria che ha vinto con un Can Am battendo niente meno che il signor Stephane Peterhansel affiancato dalla moglie Andrea Mayer su Yamaha. Faria ha vinto con 2'36” di vantaggio sul francese.