link.png Casanova di Staffora, in 311 per la Regolarità d'Epoca


DSC_0738-400.jpg311 piloti hanno dato vita alla 5. prova di Campionato Italiano FMI Gruppo 5, Regolarità d'Epoca egregiamente organizzata dal Moto Club Pavia a Casanova di Staffora, e valida anche come 2. prova del Campionato Europeo Regolarità 2018.

 Italiani, francesi e spagnoli hanno affrontato una gara che Stefano Passeri, track inspector di tutto il tricolore Gruppo 5 non aveva esitato a definire, nel briefing di sabato, tosta e impegnativa e la pioggia, arrivata sul percorso intorno alle 14 ha in parte reso più ardue le fatiche di tutti. Una prova di accelerazione in paese, un Cross Test eccezionale, lungo, e ricco di contropendenze, e una linea da 3' costituivano il tracciato che ha visto trionfare davvero i più duri, e non per forza i più veloci. 57  i piloti impegnati nell'Europeo, dei 311 al via, e sul podio di questa 2. prova 2018 dell'European Championship sono saliti Paolo Maria Sala, Giancarlo Donadio e Gianluca Beccantini per la 73/V3, Lorenzo Troian, Giulio Gambarini e Giuseppe Zaro per la 76/V3, Ivano Mattalini, Fabio Fasola e lo spagnolo Carlos Salins per la 76/V4, Gianluca Passoni, Paolo Bregalanti e Federico Fregnan per la 81/V1, oltre ad Alfredo Bottarelli, il francese Andrè Luc Hodeé  e Marco Pinoli per la 81/V2. Fausto Scovolo ha vinto la 81/V3 davanti a Osvaldo Armanni e Maurizio Bettini – che è poi la stessa classifica della D5 dell'italiano - Paolo Giulietti, Luca Guasco e Franco Felci costituiscono il podio della 81/V5, Giorgio Volpi, Riccardo Terranova e Paolo Sottosanti della Open V2 mentre la Open V4 ha visto al traguardo solo i due francesi Jean Luc Robert vincitore davanti a Ludò Gregorio.   Nelle classifiche italiane, a due gare dalla fine del Campionato, non sono mancate le sorprese. Nella A1 Roberto Cancelli su Ancilotti ha vinto su Giuseppe Milanesi e Valerio Signorelli che con un solo punto di vantaggio torna in testa su Alberto Rittà ieri costretto al ritiro. Nella A2 ennesima vittoria di Alessandro Degano su Alfredo Szathvary e Maurizio Dominella mentre nella A3 vittoria di Fabio Parrini – sempre primo assoluto in campionato - su Roberto Perere e Stefano Perani, terzo a Casanova di Staffora. Paolo Maria Sala nella A4 spicca il volo in Campionato vincendo ieri su Giancarlo Melli e Daniele Meroni. In A5 Massimo Parrini incassa la sua quinta vittoria consecutiva davanti a Gianluca Corsini – ora secondo di Campionato - e Sergio Belussi, terzo. Per la B2 c'è sicuramente bisogno di aprire una parentesi perchè in questa categoria ieri ha vinto prima di tutto lo sport: Alberto Gennaro ha corso con la sua Moto Morini dopo la brutta botta di Giffoni, con il legamento collaterale rotto e altre piccole fratture, anche alle costole. I suoi avversari Alfredo e Pietro Gamba lo hanno assistito per tutta la gara, correndo insieme a lui, accendendogli la moto quando si spegneva e aiutandolo quando necessario. Alberto però ha rotto la moto nell'ultima linea ed è stato costretto al ritiro, ma sul podio di fine giornata i Gamba hanno dedicato a lui – che resta ben saldo in testa alla classifica assoluta - la vittoria. Giancarlo Donadio in B3 vince su Gianluca Beccantini e Marco Candiotto mentre in C1 Nazareno Artifoni torna a vincere, su Angelo Ceribelli. In C2 Paolo Gandossi conquista la sua prima prova del 2018 e batte Pietro Caccia, sempre saldamente al comando, e Piero Prado.  In C3 la situazione a due gare dalla fine si fa calda: Marco Bianchi conquista la sua quarta vittoria consecutiva e si porta ad un solo punto e mezzo di distacco da Giulio Gambarini, ieri secondo davanti a Giuliano Butti. Enrico Tortoli non lascia spazio agli avversari in C4 e vince su Lorenzo Troian e Walter Bettoni così come Valter Testori in C5, che batte Guido Savio e Mario Valsecchi. In C6 Giorgio Goldoni vince su Ivano Mattalini e Michele Lorenzetti e accorcia le distanze dal leader Massimo Sfondrini ieri solo quinto. Federico Fregnan vincendo in Lombardia su Marco Viliani e Mario Negrini stacca gli avversari in D1 mentre la D2 si rivoluziona: Luca Lorini vince su Luciano Tetoldini e Gianluca Passoni e si porta a due punti dal capo classifica Giuseppe Vernagallo – ieri quarto – scavalcando anche Giorgio Nembrini ieri solo 13°, e ora quarto nell'assoluta. Alfredo Bottarelli vince la sua prima gara della stagione in D3 precedendo Stefano Bosco, sempre al comando nel Campionato, e Gualtiero Brissoni mentre Cesare Bernardi in D4 vince per la prima volta quest'anno e si porta a pari punti con Alessandro Zamparutti ieri quinto. Pierantonio Magri secondo di giornata su Marco Calegari scivola alle spalle di Zamparutti e Bernardi nell'assoluta. Della D5 abbiamo già detto e nella D6 non sono mancate le sorprese con Paolo Giulietti vittorioso nella sua prima gara 2018 su Marco Bono e Alessandro Vaccari mentre in X1 si conferma Riccardo Terranova primo su Nicola Tetoldini e Fausto Orestano. Alessandro Pierannunzi vince in X2 e accorcia le distanze su Andrea Stucchi ora davanti per un solo punto e secondo ieri davanti a Massimo Licini mentre in X3 Enrico Maloberti vince ed Ettore Rivoltella in X4 allunga su Andrea Purinan ieri terzo dietro a Marco Cornelli. Giorgio Volpi è primo nella T80RS su Mirko Marone e Giorgio Iride mentre Giacomo Tambussi vince la E2. Nelle squadre Trofeo vittoria del Pantera sul Careter Testori B e il Bergamo Vintage A . Nel Vaso successo schiacciante del Bergamo Norelli A sul  Manzano e il Bergamo Norelli B.

 

Classifiche dell'evento su : http://enduro.ficr.it/default.asp?p=Ym9keV9zY2hlZHVsZS5hc3A/cF9Bbm5vPTIwMTgmcF9Db2RpY2U9OCZwX01hbmlmZXN0YXppb25lPTE5JnBfR2FyYT0xJnBfTGluZ3VhPUlUQQ