link.png Regolarità d'epoca: una due giorni spettacolare


DSC_0034.JPGMentre sulla costiera Amalfinata splendeva il sole sbeffeggiando le colline da cui si riusciva addirittura a vedere il mare, Giffoni e tutta la Comunità Montana dei Colli Picentini sono rimaste avvolte per tutta la seconda giornata di gara in una coltre di nubi. Senza pioggia per fortuna e così i tre giri previsti di gara per la quarta prova del Campionato Italiano FMI Gruppo 5 si sono potuti svolgere come da copione. Prepezzano, frazione di Giffoni Sei Casali, ha salutato i 171 partenti alle 8,30 ed al loro rientro in parco chiuso il Moto Club Salerno ha fatto trovare un pranzo tipico, con tanto di caciocavallo e pane casereccio, che ha rinfrancato e ricaricato tutti i partecipanti.

Di nuovo nei risultati di giornata, come già avvenuto il giorno precedente, non sono mancate le sorprese, e quando mancano tre prove al termine della stagione 2018 le classifiche stanno cominciano a delinearsi.
A livello di assoluta i primi tre posti ieri sono stati la fotocopia esatta di quelli del giorno prima, con Fausto Scovolo primo davanti a Osvaldo Armanni e Maurizio Bettini, mentre Philipp Sparer è riuscito a imporsi in quarta posizione davanti ad Alessandro Vaccari. Nelle singole classi invece  ci sono state conferme e colpi di scena complice forse anche un filo di stanchezza dato che quella di Giffoni era l'unica gara composta da due giorni consecutivi. Nella A1 Alberto Rittà ha concesso il bis precedendo Luca Santucci e Giuseppe Milanesi e ora si porta in testa alla classifica di categoria. Nella A2 prosegue l'inarrestabile corsa di Alessandro Degano che incassa il quarto successo consecutivo davanti a Maurizio Dominella e Daniele Ceruti. In A3 ancora un bis, quello di Fabio Parrini che batte Roberto Perere e Fabio Bedussi, e si porta in testa alla classifica mentre in A4 Paolo Maria Sala lascia il gradino più alto del podio, per la prima volta in questo 2018, a Fabio Balzarini che vince e precede Daniele Meroni e lo stesso Sala, terzo.  Massimo Parrini in A5 conquista la sua quarta vittoria dell'anno sempre su Alessandro Gritti e Sergio Belussi  e in B2 Alberto Gennaro vince nonostante una brutta botta al ginocchio che lo ha portato in ospedale a fine giornata, battendo Claudio Fraconti e Alessandro Rocchi, e balza in testa alla classifica 2018. Giancarlo Donadio va di nuovo a segno, con la quarta vittoria 2018 e batte Gianluca Beccantini mentre in C2 Pietro Caccia sale di nuovo sul gradino più alto del podio imponendosi su Paolo Gandossi e Nazzareno Artifoni di nuovo accorpato alla C2. Nella C3 bis di Marco Bianchi che va a segno per la terza volta quest'anno, battendo Giulio Gambarini – che balza in testa alla classifica 2018 - e Alberto Laneri e nella C4 Enrico Tortoli cala il poker di vittorie – quattro su quattro – e si impone su Giorgio Balzarini e Walter Bettoni.
Valter Testori conquista la quarta vittoria consecutiva in C5 battendo Mario Valsecchi e Roberto Brancaccio mentre nella C6 Michele Lorenzetti si impone di nuovo su Massimo Sfondrini e Alberto Barsotti con la classifica 2018 che si ricompatta nei distacchi, ora molto più sottili.
Federico Fregnan vince di nuovo in D1 – battendo  Mario Negrini e Gianfranco Armellin - e si porta in vetta alla classifica con due soli punti di vantaggio su Giorgio Maver ieri solo quinto. Giorgio Nembrini vince la prima prova dell'anno in D2 battendo Giuseppe Vernagallo per poco più di 8” mentre Sandro Pivetta è terzo. La classifica D3 sembra la fotocopia di quella del sabato: Stefano Bosco su Gualtiero Brissoni e Marco Pinoli mentre nella D4 Luca Murer, ritirato il giorno prima, va all'attacco e vince battendo Cesare Bernardi – ora primo in classifica - e Gianpiero Findanno.  Fausto Scovolo di nuovo fa sua la D5 su Osvaldo Armanni e Maurizio Bettini mentre in D6 Philipp Sparer mette in fila Alessandro Vaccari e Ivo Zorzitto. La giovane età di Nicola Tetoldini questa volta ha la meglio in X1 e gli permette di battere per soli 10” Riccardo Terranova con Paolo Sottosanti terzo mentre in X2 Alessandro Pierannunzi batte Andrea Stucchi, che vede assottigliarsi il suo vantaggio in classifica, e Walter Armanni. In X4 Andrea Purinan trionfa su Ettore Rivoltella con Mario Rossi, che si è ritrovato da solo in X3 in partenza ed è stato accorpato alla classe superiore, ottimo terzo. In T80RS Mirko Marone si impone con oltre 26” di vantaggio su Giorgio Volpi mentre Giorgio Iride è terzo.
Due primi posti nella classifica squadre del Trofeo: il Bergamo Sezione Grumello Benini-Vintage A chiude con 69 punti esattamente come il Pantera mentre in terza posizione c'è il Bergamo Scuderia Norelli. Nella classifica del Vaso stavolta è il Moto Club Manzano a vincere, imponendosi sul Bergamo Sezione Grumello Benini-Vintage e sulla Scuderia Norelli. Prossimo appuntamento a fine maggio, il 29 a Casanova Staffora, con il Moto Club Pavia.