link.png X Raid saluta tutti prima della Dakar 2019


X Raid SteyrMeet&Greet. Vediamoci e salutiamoci. Si può tradurre così il titolo dell'evento organizzato da X Raid in Austria ad inizio settimana per un ultimo test delle vetture che partiranno alla volta del Perù nei prossimi giorni, per la Dakar 2019. Ancora qualche chilometro di test per le nuove Mini e per i Buggy 2 ruote motrici che condotti da Carlos Sainz, Stephane Peterhansel e Cyril Despres affronteranno la prossima Dakar, lottando prima di tutto con il loro compagno di squadra a 4 ruote motrici, Nani Roma.

L'incontro è avvenuto a Steyr, a pochi passi dal circuito di Magna a St. Valentin che per l'occasione ha ospitato l'ultimissima sessione di test prima dello shakedown che verrà effettuato a inizio gennaio a pochi chilometri da Lima. Proprio in questa cittadina dell'Alta Austria perchè è qui che vengono sviluppati e assemblati i motori Bmw quelli che andranno ad equipaggiare le vetture che X Raid schiererà alla prossima Dakar in Perù. Preparati lavorando senza sosta in queste ultime settimane, nello stabilimento di Trebur, i tre Mini John Cooper Works Buggies si sono sottoposti ad una serie di test in pista in condizioni davvero non ideali, ma soprattutto un po' diverse da quelle che ritroveranno poi in Perù. Freddo e temperature basse, oltre ad un po' di neve, hanno accompagnato i due equipaggi francesi e quello spagnolo composto da Sainz e Lucas Cruz, durante quest'ultima fase di test europei, particolarmente importanti soprattutto per uno dei tre buggy che era stato costruito e terminato proprio nei giorni scorsi, mentre gli altri due, che avevano corso in Marocco sono stati sottoposti solo ad aggiornamenti e ultime regolazioni. I tre, quattro e sei cilindi gasolio e benzina che equipaggiano i veicoli X Raid in gara sono stati costruiti a Steyr dove sorge il più grande stabilimento BMW dedicato ai motori: quelli dei MINI JCW Buggy si basano sul BMW 50d di serie modificato però in base alle esigenze di un rally raid. 

Ma organizzare qui il saluto europeo dei team ha significato soprattutto far incontrare i tre piloti, o meglio i tre grandi campioni, ai circa 4,500 impiegati che lavorano a Steyr  che per la prima volta hanno visto da vicino i mezzi ma soprattutto hanno parlato e stretto la mano, oltre ad essersi fatti firmare una quantità immensa di autografi, a Sainz, Peterhansel e Despres. Come se non bastasse l'ultimo Buggy, appunto quello di Peterhansel e Castera è stato presentato ufficialmente proprio questo lunedì a Steyr rivelando una livra inedita che nessuno aveva avuto modo di vedere prima.

 

English Version, thanks to Press office X Raid

Successful shakedown in Austria

“Meet & Greet” with employees at the BMW engine plant in Steyr
Final kilometres of testing at the Magna test track in St. Valentin

On Monday and Tuesday, the three MINI John Cooper Works Buggies completed their final kilometres before commencing their voyage to Peru. The X-raid MINI John Cooper Works Team used the Magna test track, near Steyr, for the final test. The engines for the MINI JCW Buggy and the MINI JCW Rally are developed and assembled at the BMW Group plant in Steyr.

There are now less than 50 days to go until the start of the Dakar Rally in the Peruvian capital Lima. The X-raid Team has prepared the three MINI John Cooper Works Buggies for the highlight of the season at the company headquarters in Trebur. To ensure that everything is working perfectly, the three crews travelled to Austria for a short shakedown.

This took place at the Engineering Center Steyr in St. Valentin. However, the conditions were not exactly what the pilots can expect at the Dakar: winter had set in and awaited the team with cold temperatures and snow. However, the test track was clear, allowing the crews to make the final adjustments to the cars without any problems. Among other things, customers can use the 40-hectare test site and the 16 fully-automated engine test benches at the facility. Team manager Sven Quandt: “It was very helpful for us to be able to use the track here. After the construction of the three buggies, it was very important to check everything again before it is all transported to the Dakar.”

Three, four and six-cylinder diesel and petrol engines are built and all of the Group’s diesel engines are developed at the plant in Steyr – the BMW Group’s largest engine plant in the world. The engine for the MINI JCW Buggy is based on the BMW 50d production engine, but has been modified to meet the demands of off-road rallying. Roughly 4,500 employees in Steyr were able to check out Stéphane Peterhansel’s MINI JCW Buggy at close hand on Monday morning, and witnessed a small premiere when the new design on the Frenchman’s buggy was revealed for the first time. During the lunch break, Carlos Sainz, Stéphane Peterhansel and Cyril Despres were only too happy to sign autographs for the employees.

One lucky employee at the engine plant was given the opportunity to take their place alongside Cyril Despres for a lap in the MINI JCW Buggy. “It was absolutely superb and great fun,” he said after the ride. “The acceleration was impressive, as it was to feel how the buggy buckles when braking. It was also nice to be able to observe the team at work.”

Today, the service trucks, cars, MINI JCW Buggies and MINI JCW Rally cars depart for Le Havre, from where they will travel to Lima by ship.