HUG-S Motorsport

link.png Renè Metge ospite d'onore domani a Verona


Renè MetgePer la partenza dal Principato di Monaco, il 30 dicembre, i francesi hanno scelto Adriana, una presentatrice della televisione nazionale come madrina, noi in Italia siamo andati molto più sul concreto. Abbiamo chiamato Renè Metge e il popolare pilota francese, 3 volte vincitore della Dakar – nel 1981 su Range Rover e nel 1984 e 1986 al volante di una Porsche - nonché disegnatore di alcune delle gare epiche del mondo dei rally raid e direttore sportivo dell'Africa Eco Race, ha accettato l'invito. (Ph - Credits: Alain Rossignol & Jorge Cunha)


Sarà lui a sventolare virtualmente la bandiera tricolore, italiana, davanti al pubblico e ai numerosi piloti italiani che hanno già dato conferma della loro presenza a Verona, di fronte al PalaExpo per la passerella iniziale di una gara che in questi giorni sta facendo molto parlare di sé. Presentazioni in tutta Italia da parte dei singoli team e piloti, da Arezzo a Grosseto, da Brescia a Vicenza, hanno tenuto impegnati giornali e televisioni sottolineando il valore di una gara che 'Sulle tracce di Thierry Sabine' come recita il suo slogan ha riportato i piloti e gli appassionati a correre in Africa. Il tracciato della gara che partirà il 30 dicembre da Montecarlo e il primo gennaio, dopo la traversata in mare, da Nador in Marocco sta già facendo sognare coloro che hanno sempre amato le gare africane, con i suoi deserti sconfinati e le pietraie impossibili, risvegliando ricordi sopiti forse, ma non certo dimenticati.
La presenza di Metge a Verona sarà importantissima per i partecipanti alla gara perchè sarà un momento fondamentale per scoprire e carpire forse, qualche segreto in più sulla gara direttamente dal suo disegnatore e ideatore, a livello di terreno. Sono tantissime le domande che i piloti hanno in serbo per il grande campione francese che nella sua lunga carriera ha avuto anche l'umiltà di vestire il ruolo di copilota, lui, uno dei più grandi personaggi dei rally raid. Metge ha corso al fianco però di vere e proprie star, con la semplicità di un grande campione, insegnando loro trucchi e segreti del mestiere: due nomi su tutti, Johnny Halliday e Yvan Muller. Sarà proprio Metge che ogni sera al bivacco dell'Africa Eco Race, e già in nave lungo il trasferimento di 36 ore, condurrà il briefing spiegando con il suo stile calmo e incisivo tutte le avversità del terreno e della navigazione, le difficoltà delle prove speciali e tanti altri dettagli che i piloti saranno pronti a raccogliere e ascoltare.
Tutto pronto dunque per l'evento più importante in Italia per l'Africa Eco Race 2019 che nei primi giorni di gennaio attraverserà Marocco, Mauritania e Senegal fino a concludersi sulle rive del Lago Rosa il 13 gennaio.
A Verona l'appuntamento per il pubblico sarà dalle 14, davanti al PalaExpo (viale del Lavoro) per conoscere i piloti e vedere da vicino i mezzi con cui affronteranno, e sfideranno, l'Africa.