link.png Ultimi lavoretti per Paolo Ceci prima del parco chiuso di Montecarlo


Mentone – Alle 17 di ieri pomeriggio Paolo Ceci e Sara Bioli Ceci hanno parcheggiato il loro Polaris 1000 Turbo, davanti allo Stars&Bars di Montecarlo. Per Paolo non è certo la prima volta che questo avviene, visto le altre due partecipazioni all'Africa Eco Race, ma è certamente la prima volta che lo fa insieme a Sara. Giornata terminata nel migliore dei modi dunque, per l'equipaggio che ora può riposarsi, e dormire un po' in previsione della partenza ufficiale che avverrà domenica mattina, dal Principato di Monaco, alle 9.Coppia Ceci

Il loro SidebySide è a posto ora, dopo gli ultimi lavoretti, a parte la rete di protezione della presa d'aria in alto, sopra il tetto, che è scomparsa: “Sì ci siamo resi conto una volta arrivati qui – spiega Paolo Ceci – che la rete non c'era più. Forse è volata via durante il lungo viaggio dall'Italia, sul carro attrezzi che trasportava il mezzo, o forse un uccello ci ha sbattuto contro e l'ha divelta. Fatto sta che ora dobbiamo andarla a cercare, nuova, per rimontarla. Ma è una cosa che faremo nei prossimi giorni, magari domenica, mentre aspettiamo di imbarcarci sulla nave a Séte”.
Arrivati a Mentone ieri mattina alle 11 i due sono saliti subito allo Stade Rondelli per le verifiche amministrative e alle 12,30 circa sono entrati alle tecniche da cui sono usciti dopo le 15.
Come mai tutto questo tempo? “Le verifiche tecniche sono andate un po' per le lunghe oggi perchè abbiamo dovuto spostare delle cose – spiega Paolo Ceci dopo due ore di lavoretti dell'ultimo minuto sotto il tendone ufficiale. – Le antenne del GPS e quelle dell'Iritrack erano state montate troppo vicine, così abbiamo dovuto rifare tutto un'altra volta ma gli uomini dell'organizzazione ci hanno dato una mano”. 
Durante le verifiche ieri l'equipaggio modenese ha avuto il tempo di guardarsi intorno e di vedere da vicino i loro avversari, non pochi, molti dei quali a bordo di potenti Can Am: “Ho visto in effetti – ha proseguito Ceci – che ci sono dei bei mezzi, ma sinceramente sono contento, ci sarà una bella battaglia in gara. Ho visto tanti Can Am e quindi sarà subito sfida aperta fra il nostro Polaris che sono sicuro si saprà difendere bene contro tutti questi avversari”. 
Assente giustificato al momento Paolo Bressan, colui che ha allestito il Polaris e che seguirà Paolo e Sara in assistenza per tutta la gara: due giorni fa sua moglie ha dato alla luce una bella bambina, Ludovica, giusto in tempo. Ora suo marito potrà mettersi in viaggio serenamente per Mentone e per l'Africa Eco Race sapendo che al suo rientro la sua famiglia, che ora conta due bambine, sarà lì ad attenderlo, ansiosa di riabbracciarlo.