link.png La Croazia patria dell'enduro per sette giorni !


KRKA-2019.jpgUna settimana come sempre carica di impegni. E' quella che va dal 22 aprile al 28, in Croazia, per la precisione a Primosten, organizzata come ogni anno dalla Trx The Raid Experience. Si comincia con il Krka Discovery GPS, si prosegue con l'EndurocXs, per arrivare poi al clou, con il Krka Enduro Raid che quest'anno raggiunge la sua nona edizione.

Per usare un gioco di parole possiamo dire che la settimana del Krka Enduro Raid 2019 sarà una Pasqua per tutti gli appassionati di enduro. Eh già, perchè quest'anno gli eventi cominciano proprio dai giorni subito seguenti alla Pasqua, che quest'anno si festeggia il 21 aprile.  Il Krka GPS Discovery infatti inizia proprio nel pomeriggio del 22 aprile, nel Lunedì di Pasquetta, quando cioè gli iscritti, circa 200 raggiungeranno l'hotel Zora a Primosten per le registrazioni a questa due giorni di avventura ed enduro sugli sterrati della Croazia, seguendo la traccia GPS studiata e preparata dallo staff TRX nei giorni scorsi. Il Discovery si svolgerà dal 23 al 24 aprile su due percorsi diversi, di 214 chilometri il primo giorno e di 160 il secondo giorno. Il 23 aprile gli iscritti lasceranno Primosten alle 9, dalla popolare piazza Rudina, e partiranno alla scoperta della regione di Benkovac con un punto ristoro intorno alle 12 a Bristane. Il giorno dopo, 24 aprile, partenza sempre alle ore 9 con un percorso più breve disegnato nella regione di Zagora. Partenza ancora alle 9 e ritrovo a Radosic per il pranzo che condivideranno con i partecipanti alla seconda edizione dell'EndurocXs.

E a questo proposito, per il secondo anno consecutivo lo staff TRX ha deciso di proporre ai partecipanti l'EndurocXs, una vera e propria gara di enduro che lancerà il guanto di sfida a quanti nei giorni a seguire si confronteranno con il percorso del Krka Enduro Raid. Solo gli iscritti all'evento di venerdì e sabato infatti, hanno il diritto d'iscriversi all'EndurocXs e quest'anno già 90 concorrenti, il doppio rispetto alla prima edizione del 2018, hanno deciso di tentare la fortuna. Come già lo scorso anno l'evento è concentrato in una sola giornata, il 24 aprile, e si svolgerà su un percorso complessivo formato da un anello che si ripeterà per due volte e sempre con un cronometro a sorvegliare il tutto. I piloti iscritti si ritroveranno alla mattina del 24 aprile a Radosic e affronteranno le verifiche sistemando i propri mezzi nel parco chiuso. Alle 9,30 la partenza del primo e a seguire, uno al minuto, tutti gli iscritti si getteranno sul percorso di gara disegnato seguendo la marcatura e la traccia GPS fornita dall'organizzazione. Intorno a mezzogiorno i primi raggiungeranno il ristoro di Radosic – dove incontreranno i loro colleghi del Krka GPS Discovery – per ripartirne circa un'ora dopo per il secondo giro. Alle 15,30 le premiazioni sul posto sanciranno la fine dell'evento e tutti i concorrenti potranno rientrare a Primosten, all'hotel Zora per il briefing del Krka Enduro Raid che quest'anno raggiunge la sua nona edizione.

Il Krka Enduro Raid sarà l'evento clou della prossima settimana. Dopo il Krka Discovery GPS e l' EndurocXs, gli oltre 600 partecipanti alla nona edizione invaderanno davvero Primosten, in Croazia. La famosa 'race no race' torna alla ribalta con la sua caratteristica di manifestazione non competitiva, dedicata agli amatori che abbiano voglia di confrontarsi con un cronometro. Come sempre il Krka Enduro Raid avrà tre sezioni: quella rossa, più difficile e riservata appunto ai più 'corsaioli', la gialla e la verde ed ogni partecipante potrà scegliere quale affrontare con la sua moto. Tutti gli iscritti al KER 2019 si ritroveranno giovedì 25 aprile per le registrazioni e le verifiche, all'Hotel Zora, dalle 9 di mattina alle 8 di sera e alle 21,30, come da tradizione, il briefing ufficiale sancirà l'inizio vero e proprio della parte 'agonistica' dell'evento. Il giorno dopo ancora un'ora a disposizione dei ritardatari, per le registrazioni, e poi via, dalle 8, dalla piazza Rudina di Primosten, alla partenza del primo dei due giorni di sfida sugli sterrati croati. 
Degli oltre 630 piloti presenti buona parte parteciperà agli eventi organizzati dalla TRX nei giorni precedenti: oltre il 50 per cento degli iscritti arriva quest'anno dall'Austria, ma sono ben sette le nazionalità rappresentate fra tedeschi, italiani, polacchi, svizzeri, olandesi e croati. 28 le presenze femminili, senza dimenticare i coraggiosi che come sempre si presentano al via con un bicilindrico !