TransAnatolia 2017

link.png Speciale marathon veloce per le auto al Sertoes

Se le moto hanno sofferto nella tappa marathon, le auto invece sono state ben contente di poter sfogare i propri cavalli su una speciale - la seconda fetta della marathon - finalmente veloce. Talmente veloce da aver fatto registrare un record nelle velocità di punta, come conferma Stephane Peterhansel.

link.png Colpo di scena al Sertoes, problemi per Coma, Despres primo

cyrilE anche questa volta la tappa marathon riserva una sorpresa. E va a colpire, è proprio il caso di dirlo, anche stavolta, le gomme. Quella di Marc Coma (Ktm) in particolare che ha ceduto e ha costretto il pilota spagnolo a fermarsi e poi ad andare molto più lento. In questo modo lo spagnolo scivola in classifica e Despres (Yamaha) passa in testa all'assoluta.

link.png Peterhansel amministra la tappa marathon

Primo piano peterAnche le auto e i camion hanno vissuto la loro tappa marathon fra ieri e oggi. La stessa dei loro colleghi in moto ed il più veloce ieri è stato Stephane Peterhansel che insieme a Polo Cottret sulla Mini All 4 Racing in versione Dakar 2014, ha vinto la prima parte della tappa.

link.png La prima parte della tappa marathon incorona Goncalves

Goncalves in BrasileAncora una vittoria di tappa per Paulo Goncalves. E' il portoghese infatti, che si guadagna la prima parte della tappa marathon del Sertoes 2013, arrivando con il miglior tempo a Natividade. In questo modo il pilota Speedbrain Honda si riprende il secondo posto nella classifica assoluta alle spalle di Marc Coma.

link.png Despres vince la sua prima tappa su Yamaha

cyril in brasileE finalmente la vittoria è arrivata. L'aveva già cercata in Sardegna, anche se la moto non era la stessa, e invece  l'ha ottenuta ieri in Brasile, nella 21. edizione del Sertoes. Cyril Despres vince la tappa, la quarta, con la sua Yamaha 450 e si porta in seconda posizione assoluta dietro Marc Coma

link.png Peterhansel vince la 3. tappa del Sertoes

StephaneLa prima vera speciale lunga del Sertoes ha impegnato e nello stesso divertito l'equipaggio francese di Petehrnasel-Cottret su Mini X Raid, che ieri ha vinto la seconda speciale consecutiva del Rally do Sertoes. Da Pirenopolis a Uruaçu per un totale di 414 chilometri che se hanno portato fortuna a 'Peter' si sono rivelati disastrosi per la Mitsubishi di Spinelli

link.png Marc Coma passa in testa al Sertoes

Mentre a 1400 chilometri di distanza, a Copacabana, Papa Francesco saluta i brasiliani nella sua ultima giornata in Coma al SertoesBrasile, i piloti del Rally do Sertoes si preparano ad affrontare la loro quarta giornata di gara. Ieri Marc Coma ha saputo approfittare di un colpdo di sfortuna di Paulo Goncalves ed è passato in testa al rally. 

link.png Goncalves e Peterhansel in testa al Sertoes

Peterhansel brasileUna prima tappa non lunga, circa 250 km con 84 di speciale, ma comunque impegnativa che è piaciuta a tutti, al punto che Peterhansel ha detto che è stata forse una delle tappe più belle che mai abbia fatto in Brasile. Il Rally do Sertoes ha mosso i suoi primi passi e in testa alla classifica c'è Paulo Goncalves (Honda Speedbrain) il più veloce ieri, mentre nelle auto è subito balzato al comando Peterhansel e nei quad Rafal Sonik.

link.png Iniziato il Sertoes in Brasile. Prologo a Goncalves

GoncalvesLa 23. ( o forse è la 21. o ancora la 22. non lo sanno neanche loro !!)edizione del Rally do Sertoes è iniziata ieri in Brasile con il prologo, la prima prova speciale, corta corta (due giri da 900 metri), in mezzo al pubblico di Goiania. Il più veloce è stato Paulo Goncalves - in sella per la prima volta alla Honda Speedbrain - che ha chiuso in 1'52" che è poi lo stesso tempo di Nielsen Bueno, pilota brasiliano.


link.png Sindaco per un giorno

05-Sindaco per un Giorno !!!.jpgEhhhh … siiiii … anche questa !!!

 


Sindaco per un giorno !!!


link.png Le fatiche di Alessandro Ruoso alla Baja Aragon

Ruoso in assistenzaNon si può certo dire che la gara di Alessandro Ruoso, e della sua assistenza, sia stata facile in Spagna. Anzi...è stato un week end difficile che però, grazie alla determinazione di Alessandro, ed anche a quella del suo team ha portato ad un 13° assoluto nella classifica finale e ad un ottavo nella classifica riservata ai piloti che disputano la Coppa del Mondo Bajas.

link.png "Il mio meccanico si chiama Peterhansel"

Una piccola curiosità, o un aneddoto come volete chiamarlo. Andrea Mayer ha corso in Spagna insieme a Rosa Romero nel team Sicart, o meglio. Andrea non avendo più il meccanico Yamaha che seguiva Stephane Peterhansel si è trovata nella situazione di doversi arrangiare...come un normale pilota.

link.png Doppio podio TM alla Baja Aragon

E finalmente Alex Zanotti ce l'ha fatta. Dopo la sfortuna del Sardegna e quella della Romania il pilota di San Marino è riuscito a conquistare il podio della Over 450 alla Baja d'Aragon che è tra l'altro una delle gare più difficili e selettive della Coppa del Mondo Bajas FIM. Gaetano De Filippo sale sul terzo gradino del podio e la TM si porta a casa questa bella doppietta con i due piloti italiani. E mentre fuori imperversa il temporale, nel palazzo dei congressi si alzano i trofei !

link.png Un grande Barreda fa sua la seconda Baja consecutiva

barreda hondaBissare una vittoria da un anno all'altro è sempre bello. Farlo nel trentennale di una gara che si può considerare la gara di casa è ancora più bello. VIncere la prima gara con una moto, la Honda, con cui corri per la prima volta, è stupendo. Ma vincere una gara di trent'anni, nell'anno in cui li si compie i 30 anni, è forse ancora più bello. Quando si è corsa la prima edizione della Baja Aragon, nel 1983, Joan Barreda non era ancora nato. Ma il destino del pilota di Castellon era già segnato e sia lui che la Baja quest'anno festeggiano insieme il compleanno dei 30 anni.

link.png Nani Roma impone il suo settimo sigillo sulla Baja Aragon

Nani Roma SpagnaAlla fine la strategia di Nani Roma (partire quinto sabato mattina) e poi primo quest'oggi - ha avuto la meglio e ha permesso al pilota catalano di raggiungere quota 7 vittorie, fra moto ed auto, nella storia dei trent'anni della Baja Aragon battendo il record di sei che apparteneva a Isidre Esteve, che l'aveva vinta però sempre in moto.

link.png Confermate le classifiche a una giornata dalla fine

Tutto confermato alla Baja d'Aragon. Joan Barreda comanda la classifica moto e Nani Roma quella delle auto con Peterhansel in quarta posizione per la rottura di un disco freno nell'ultima speciale che lo ha costretto a rallentare l'andatura.Mentre in casa TM...

link.png Roma e Barreda in testa alla Baja Aragon

Sembra di tornare allo scorso anno, con gli stessi nomi in cima alla classifica anche di questa Baja Aragon. Ma la gara non è finita e le dita quindi, vanno tenute incrociate fino a domani pomeriggio. Nani Roma intanto ha vinto la seconda prova di oggi, battendo nell'ordine Terranova e Holowczyc, con Van Loon in quarta posizione e Schlesser quinto. Nelle moto Barreda è il più veloce e precede nella seconda ps Pellicer e Viladoms, ma quest'ultimo è secondo in classifica generale.

link.png Baja Aragon, Catanese ritirato, problemi per Ruoso

CataneseFra una speciale e l'altra al paddock si lavora velocemente per permettere ai piloti di rientrare nella seconda speciale della giornata. Più di qualcuno però ha avuto problemi, a cominciare da Francesco Catanese che ha rotto i cuscinetti della sua ruota posteriore ed è riuscito ad arrivare al parco assistenza di Teruel ma non sarà in condizione di ripartire.

link.png Baja Aragon: dopo la prima speciale di sabato

Stanno rientrando ora, quasi nello stesso tempo sia le auto che le moto al termine della prima speciale della giornata. Le auto hanno affrontato la prima speciale mentre le moto hanno corso sulla speciale 2 e ora si scambieranno ripartendo per la seconda ed ultima speciale della giornata. Le moto andranno sulla prima di 157 km e le auto sulla seconda di 205 km.

link.png Linea di partenza auto alla Baja Aragon

I primi dieci piloti auto hanno scelto l'ordine di partenza stamattina - in base al regolamento FIA - e davanti a tutti è finito il polacco Kaczmarski della Toyota Overdrive. Alle sue spalle  Stephane Peterhansel seguito da Orlando Terranova, entrambi su Mini.

link.png Nani Roma il più veloce del prologo alla Baja Aragon

Che questa gara piaccia a Nani Roma non è un dubbio. L'ha già vinta sei volte e di conseguenza si sente più che a suo agio su questi tracciati. E così ha cominciato nel modo migliore, vincendo il prologo con un tempo di 7 secondi più lento rispetto al suo pupillo, Joan Barreda su Honda HRC. Nani ha fermato i cronometri sui 5'.21" nel prologo della 30. Baja Aragon.

link.png Risultati del prologo per moto e quad

Barreda mossoDire che Barreda è partito a fuoco non dà l'idea. Lo spagnolo della Honda è partito velocissimo dalla linea di partenza della prova speciale e così è arrivato alla fine. Con il tempo migliore che è un fantastico 5'14" con 7secondi e 9 di vantaggio su Pellicer che ha staccato il secondo tempo con la sua Suzuki.

link.png Aspettando il prologo, la storia di Isabel e Diego

Isabel e DiegoMentre aspettiamo la partenza del prologo, che avverrà in senso inverso per le moto, che significa i top riders alla fine, il sindaco di Teruel ci racconta una bellissima storia che nulla ha da invidiare a quella più conosciuta di Giulietta e Romeo. La storia di Isabel e Diego che ha fatto sì che la città di Teruel oltre che essere conosciuta come  città del prosciutto, sia conosciuta anche come la città degli amanti.

link.png Baja d'Aragon: quelli che aspettando il prologo

E' una bella rimpatriata qui a Teruel questa 30. edizione della Baja d'Aragon. Il sole è alto nel cielo e comincia a scaldare e tra l'altro, essendo in altitudine picchia forte sui piloti che terminano i controlli dei loro mezzi primi di entrare in verifica. alle 13,30 ci sarà il briefing, quindi alle 15 tutti i mezzi andranno sistemati in parco chiuso, ed alle 17,30 la prima moto lascerà il parco assistenza per raggiungere la prima prova speciale.

link.png Baja d'Aragon: ma che freddo fa??

Assistenza Gas GasStamattina ci sono 17°- gradi - alle 8,30 quando si comincia ad arrivare in parco assistenza per sistemare i mezzi per le verifiche amministrative e tecniche che per alcuni sono già cominciate ieri. Però siamo tutti sopresi dalla temperatura che rispetto a Saragozza è una manna dal cielo. Qui fa freddo, o meglio, un piacevole freschino e sapete perchè?? Semplice....