TransAnatolia 2017

link.png Dakar 2015: diamo i numeriiiiii

Per gli appassionati delle statistiche e dei numeri qualche curiosità aspettando l'inizio di questa 37. edizione, settima in Sud America. Tante curiosità sulle partecipazioni e su tutto quello che avviene su una gara come la Dakar: il numero dei concorrenti, l'età del più giovane e del più anziano, le ore di trasmissione, i medici e i veicoli, fino al numero dei pasti serviti sul bivacco.

link.png Un primo gennaio fatto di verifiche

TecnopolisComodamente seduta sui divanetti della Vip Lounge di Madrid, aspettando la mezzanotte per brindare, e mezz'ora dopo volare verso Buenos Aires facci il punto sulle verifiche amministrative e tecniche che cominciano domani mattina di buon ora a Tecnopolis. Si comincia alle 8 e si va avanti fino alle 23 mentre il 2 gennaio si comincia sempre alle 8 di mattina ma si chiude a mezzanotte. Il 3 invece, come sempre, è il giorno dedicato ai VIPS, dalle 7,30 alle 13 perchè poi si scappa al briefing e poi alla sfilata che quest'anno ci porterà alla Casa Rosada.

link.png Gli italiani alla Dakar 2015

BotturiIn attesa di prendere il volo Iberia che mi porterà a Buenos Aires ecco un post ancora tutto italiano, nel senso che viene anche scritto dall'Italia, e dedicato naturalmente ai nostri uomini. L'Italia quest'anno ha pochi piloti, 10 in moto, solo uno in auto, anche se i team italiani in realtà sono due, e tre camion, oltre a meccanici e copiloti. Andiamo a conoscerli da più vicino.

link.png Robby Gordon, l'unico americano al via

Robby GordonAnche quest'anno è lui uno degli outsider della Dakar, nella categoria auto. Lui ci prova, anche questa volta, e sempre con un mezzo americano che lui chiama amichevolmente "truck" perchè così si chiamano questi veicoli negli USA. Su 53 nazioni presenti al via lui è l'unico che rappresenta gli Stati Uniti...per la precisione la mitica California.

link.png Oui, je suis Polò Cottret

Polò CottretGiunto alla sua 29. Dakar, almeno crede di ricordare che sia la ventinovesima, il copilota di Stephane Peterhansel, uno dei migliori del circus della Dakar traccia un profilo del suo team, del lavoro svolto finora e di quello ancora da svolgere con la sua proverbiale chiarezza e puntigliosità. Una bella intervista con Cottret su questa nuova esperienza e su quello che li aspetta, nel bene e nel male, nella loro prossima avventura sudamericana.

link.png Team CR Racing, in partenza

TitanoPartiranno oggi da Malpensa i componenti del team CR Racing che correrà alla Dakar 2015 con la Titano, la nuova vettura con fiche sanmarinese e motore Audi. A guidarla Michele Cinotto, copilotato da Fulvio Zini, e con Maurizio Dominella nel ruolo di team manager. Ecco l'intervista al pilota, poco prima della sua partenza da Milano, destinazione Buenos Aires.

link.png Cyril Despres e Gilles Picard, fra il serio e il faceto

cyril peugeotIl piacere di parlare tranquillamente, in pieno relax, con Cyril Despres e Gilles Picard, i compenenti di uno dei tre equipaggi della Peugeot alla Dakar 2015. Per il primo si tratta della prima esperienza al volante di una vettura, alla Dakar, gara che lui ha già vinto cinque volte, in moto. Per il suo copilota si tratta dell'ennesima nuova esperienza, al fianco di un pilota che come lui ha già corso, in passato, in moto. Si parla con serenità di tutto, scherzando, ridendo, scambiandosi opinioni e aneddoti, alla vigilia della loro prima gara insieme, nello stesso abitacolo di una vettura. E quella vettura sarà la Peugeot DKR 2008.

link.png Il team di David Casteu: una squadra prestigiosa

team casteuUna presentazione in grande stile. A Nizza, alla presenza del sindaco della città e di Etienne Lavigne, direttore della Dakar che non partecipa spesso a presentazioni private. Eppure per David ha fatto un'eccezione, e l'ha fatta soprattutto per il suo team di sei piloti - lui compreso - che correrà alla Dakar 2015. "Sono venuto per David - ha detto Lavigne - che è un amico e che stimo moltissimo, ma sono venuto anche per ringraziare il sindaco di Nizza che è un sostenitore dello sport".

link.png Nani Roma: 4 chiacchiere prima di partire con il vincitore 2014

RomaTeam building. Chi lavora in un'azienda di un certo livello sa di che cosa si tratta. Una sorta di lavoro insieme, da svolgere con i compagni di squadra, o colleghi, per raggiungere un obiettivo insieme e trovare soluzioni. Da diversi anni anche i piloti dei team seri e professionali affrontano sessioni di team building: lo facevano ancora ai tempi della Mitsubishi, oggi lo fanno in Mini, in Ktm, in Yamaha, in Peugeot. Ne parliamo con Nani Roma, pilota vincitore della Dakar nel 2014, al volante di una Mini All 4 Racing X Raid.

link.png EpaPower: il motore della Titano è nato a casa loro

Epa PowerEpaPower (High Performance Engine) è una piccola azienda a conduzione familiare. Lo dice Claudio Albertinazzi, ma l'aria che si respira all'interno dell'azienda è molto di più che quella di una semplice aziendina di famiglia. La famiglia Albertinazzi ha creato la EpaPower tanti anni fa e si occupa della preparazione dei motori e non solo "Piccola per modo di dire - ammette Claudio - perchè in realtà abbiamo una struttura abbastanza grande, tre sale prova, un reparto di assemblaggio motori, un reparto di macchine utensili.. noi ci facciamo tutto in casa...Almeno per le piccole serie, per le grandi serie ci appoggiamo anche a fornitori esterni". La sede legale è a Omegna, lo stabilimento a Cressa, in provincia di Novara. Perchè ne parliamo? Perchè sono loro che hanno preparato il motore della Titano della CR Racing.

link.png E' nata Titano

TitanoE finalmente eccola sotto i riflettori. Titano, la nuova vettura creata dalla CR Racing che andrà alla Dakar con Michele Cinotto ha preso la sua forma definitiva e fa il suo debutto oggi, dapprima su FB ed ora su tutti i principali organi d'informazione.

link.png Guerlain Chicherit con il 2WD della X Raid

Chicherit StylesIl sospetto è diventato realtà. La conferma ufficiale è arrivata e quindi ora si può svelare il nome tanto atteso. Sarà Guerlain Chicherit a portare in gara alla Dakar 2015 il buggy due ruote motrici a cui sta lavorando in gran segreto la X Raid e di cui abbiamo parlato pochi giorni fa in una intervista con patron Sven Quandt. 

link.png Pausa caffè, ovunque, con chiunque

handpressoChi possiede o conosce la Fiat 500 L probabilmente già la conosce, o magari ne ha sentito parlare perchè figura nella lista degli optional della vettura italiana. In realtà per noi che viaggiamo in lungo e in largo per il mondo, specie in rally su strade non asfaltate è una soluzione eccezionale per non farci mai mancare un buon caffè...e chi viaggia sa quanto sia importante. Si chiama Handpresso e i lettori di WRR potranno averla con uno sconto, la macchinetta, e i suoi accessori.

link.png Tecnosport alla Dakar con una nuova Patrol

Nissan Patrol webEra da tanto tempo che Tecnosport accarezzava l'idea di una nuova vettura, sviluppata tutta da loro e costruita completamente in Italia. L'abbiamo vista con Miki Biasion in Marocco, ma ora ce n'è una seconda, che affronterà la Dakar con Denis Berezowski alimentata da un motore  derivato dalla serie da 5.6 L. Eccola in anteprima con tutte le sue particolarità.

link.png Nella tana della Mini, a Monaco di Baviera

Mini round tableQuesta mattina nella fredda Monaco, sotto un cielo bigio, la Mini ha aperto le porte del suo nuovissimo museo tutto dedicato alla mitica Mini. E proprio in occasione della visita guidata a questo gioiellino di storia, moda, e curiosità, Jochen Goller, senior vice presidente Mini ha parlato di presente e di futuro, confermando la continuazione della collaborazione con X Raid fino alla Dakar 2017.

link.png X Raid sta sviluppando un buggy 2 wd

Sven QuandtX Raid apre alle due ruote motrici. La notizia coglie un po' di sorpresa visto che il team tedesco di Sven Quandt ha sempre concentrato la sua attenzione sulle 4x4, dalla Mitsubishi degli anni Novanta, alle Bmw degli anni 2000 fino alle Mini di questo decennio. Eppure Quandt rivela che stanno sviluppando un buggy e che lo porteranno alla Dakar...e come diceva Enzo Jannacci "per vedere di nascosto l'effetto che fa !"

link.png Parliamo di Peugeot DKR 2008 con Carlos Sainz

carlos peugeotE' senza dubbio il pilota più esperto su due ruote motrici che in questo momento Peugeot utilizzi nel suo team ufficiale. Negli ultimi due anni Carlos Sainz ha guidato alla Dakar il buggy di Nasser Al Attiyah e nel 2014 quello di Philippe Gache. Ovvio quindi che sia mitragliato dalle domande sullo sviluppo della DKR 2008 che prosegue a ritmo serrato. WRR non poteva mancare al fianco del madrileno...ecco quindi una chiacchierata con il campione del mondo rally: El Matador, Carlos Sainz.