TransAnatolia 2017

link.png Berezovskyi e Tecnosport campioni mondiali T2

primo piano DenisLa certezza matematica è arrivata con una gara di anticipo, e mentre oggi prende il via l'ultima prova in Portogallo, valida per la Coppa del Mondo FIA Rallies Tout Terrain, il team italiano e il pilota kazako Denis Berezovskiy festeggiano la vittoria del titolo iridato in T2.

link.png Paolo Ceci : Adesso tocca a te !

Paolo CeciNel 1967 Rocky Roberts cantava una canzone, epica, che tutti conoscono. Stasera mi butto - diceva l'americano di Miami - e soprattutto poi nel ritornello finale ripeteva Adesso tocca a te...Alla nascita di Paolo Ceci allora, mancavano ancora la bellezza di otto anni ma di sicuro questa canzone la conosce bene anche lui. E mai brano musicale fu più appropriato. Adesso tocca davvero a Paolo che, allo scoccare dei 40 anni si ritrova a vivere una nuova avventura.  A fine dicembre Paolo Ceci partirà per la sua quinta Dakar... Cinque Dakar e cinque moto diverse. Ma questa volta il sapore sarà diverso da tutte le altre perchè Paolo correrà con un team ufficiale, uno dei tre team principali del mondo dei rally a due ruote. Quell'Honda HRC Rally che conta fra le sue fila Joan Barreda e Paulo Goncalves, tanto per citarne giusto un paio...A tu per tu con Paolo Ceci, appena rientrato dall'OiLibya Rally e dal Legend in Sardegna, e pronto a riandare in Africa, in Marocco, per allenarsi...


link.png Dopo due anni di stop torna il Silk Way Rally

silk way 2016Lo avevano già presentato in Russia nelle scorse settimane, e nei giorni passati anche Parigi ha avuto la sua anteprima, proprio giovedì sera. Il Silk Way Rally torna a rivivere. Dopo un stop di due anni la gara a cui partecipava anche ASO in collaborazione con l'organizzazione russa, ritorna. Il divorzio da ASO negli anni passati aveva provocato uno stop alla competizione che era nata e sostenuta dal fronte russo, con tanto di Vladimir Putin in visita durante il rally in più di una occasione e con il deus ex machina della Kamaz, Simion Yakubov nei panni del capo. Ora le cose sono un po' cambiate, ma solo un po'.

link.png Nasser Al Attiyah vince in Marocco

Podio Marocco autoNasser Al Attiyah e Mathieu Baumel su Mini All 4 Racing X Raid hanno vinto la dodicesima edizione dell'OiLibya in Marocco regalando l'ennesima vittoria alla Mini e mettendo un sigillo sulla Coppa del Mondo FIA Rally Cross Country 2015. Vladimir Vasilyev (Toyota Overdrive) ha chiuso secondo ma ora 40 punti separano i due contendendi nella classifica iridata quando al termine del calendario manca la sola gara del Portalegre in Portogallo che porterà al vincitore solo 30 punti.

link.png L'OiLibya Marocco incorona Sunderland. Walkner vince il Mondiale FIM

sunderlandSam Sunderland ha vinto l'OiLibya Rally 2015 in Marocco per le due ruote mentre Nasser Al Atiyah ha vinto con la sua Mini per la seconda volta, mettendo anche il sigillo alla Coppa del Mondo FIA 2015. Il titolo mondiale FIM invece è andato a Matthias Walkner, e l'Austria festeggia non poco questa doppietta: pilota austriaco e moto austriaca ! Certo che gli ultimi due giorni di gara sono stati davvero ricchi di sorprese...e quasi tutte bruttine. Rafal Sonik vince gara in Marocco e titolo Mondiale nei quad mentre per i colori italiani Paolo Ceci chiude nono assoluto su Honda e Jacopo Cerutti decimo su Husqvarna.

link.png Doppietta Honda e bis di Sainz

Goncalves MaroccoSainz fa il bis e Goncalves invece si risveglia regalando una doppietta alla Honda HRC. La terza tappa dell'OiLibya Rally in Marocco ha dimostrato che la vittoria di Carlos Sainz ieri con la Peugeot DKR 2008 non è stata casuale. Vincere anche oggi, per la seconda volta consecutiva e con quasi 4 minuti di vantaggio su Nasser Al Attiyah non è cosa da poco. Nelle moto Paulo Goncalves si è risollevato da due giorni un po' così così ed ha vinto, precedendo Barreda e Walkner.

link.png Carlos Sainz e Peugeot, e la prima vittoria di tappa

Sainz MaroccoCarlos Sainz ha regalato, insieme a Lucas Cruz, la vittoria della seconda speciale dell'OiLibya Rally alla Peugeot. Ed è una vittoria che conta tantissimo, per diversi motivi. Innanzitutto perchè l'ha ottenuta la nuova DKR 2008, segno che vettura va bene, è affidabile e veloce e soprattutto in grado di contrastare gli avversari. Alle spalle de El Matador  Nasser Al Attiyah con la prima Mini della giornata e terza posizione per Giniel De Villiers su Toyota Hi Lux.

link.png Tripletta Ktm alla seconda tappa OiLibya

Sunderland MaroccoSam Sunderland, Pablo Quintanilla e Matthias Walkner. Sono loro tre gli alfieri Ktm che oggi hanno occupato il podio di giornata nella tappa ad anello da Draa che prevedeva una prova speciale di 224 chilometri con un buon tratto di dune. Joan Barreda (Honda) è partito per primo ed è anche arrivato per primo, senza mai essere superato da un altro pilota, ma Sunderland che era partito in settima posizione ha riguadagnato sullo spagnolo la bellezza di 8'59" e ora occupa la prima posizione della classifica.

link.png Prima tappa a Barreda e Al Rajhi in Marocco

Barreda MaroccoLa prima tappa dell'OiLibya Rally Maroc oggi prevedeva 370 chilometri di prova speciale e un breve trasferimento. Un anello con partenza ed arrivo da Zagorà che ha visto primeggiare nella categoria moto Joan Barreda su Honda, davanti a Toby Price su Ktm ed Helder Rodrigues su Yamaha. Fra le auto la Toyota Overdrive riporta il primo round sugli avversari piazzandosi prima con Yazeed Al Rajhi e Timo Gottschalk. Seconda l'altra Toyota di Vladimir Vasilyev e terzo Nasser Al Attiyah su Mini.

link.png "The Martian" con un pizzico di Dakar Team HU....

Mars vehicleGli appassionati di rally raid sicuramente si ricordano di Balazs Szalay, pilota ungherese dell'Opel Dakar Team, 12 volte al via della Dakar (nel 2012 chiuse in 20esima posizione assoluta), e fedele amico del Pharaons Rally praticamente da sempre...Perchè parliamo di lui? Perchè nell'ultimo film di Ridley Scott, The Martian, con Matt Damon c'è lo zampino di Szalay !

link.png Paolo Ceci nel team Honda HRC Rally

Mappa Marocco 2015L'OiLibya rally in Marocco si sta preparando per la sua 16. edizione. Valida come ultima prova di Campionato FIM Cross Country, la gara conta un mare di iscritti al via perchè sta diventando negli anni il banco prova di uomini e mezzi prima della Dakar. Non a caso nell'elenco iscritti figurano nomi nuovi, accanto a team per loro altrettanto nuovi. Abbiamo visto ieri l'arrivo di Jacopo Cerutti in Husqvarna e oggi vediamo sotto la tenda Honda HRC un volto che ben conosciamo e stimiamo: Paolo Ceci !  Che nella lista degli iscritti compare con il numero 17 proprio con i colori HRC !!

link.png La crème de la crème dei rally raid in Marocco

verifiche62 moto e 7 quad fra gli iscritti all'OiLibya Marocco, che si aprirà domani mattina per i due giorni di operazioni preliminari e prenderà il via il 5 ottobre da Zagorà con la prima tappa per concludersi ad Agadir il 9 ottobre. 58 le vetture al via e anche fra queste, così come fra moto e quad figurano i nomi di spicco della disciplina, a cominciare dalle Peugeot DKR per proseguire con Mini e Toyota.

link.png Jacopo Cerutti alla Dakar 2016 con Husqvarna

Jacopo Cerutti HusqviLa notizia era già nota da oltre tre settimane. Se ne parlava già durante il Transanatolia a fine agosto, ma l'ufficialità è arrivata solo stamattina. Jacopo Cerutti che correrà quest'anno la sua prima Dakar, (con l'iscrizione conquistata al Sardegna Rally Race) dopo la splendida vittoria del titolo di campione italiano Motorally, si schiererà al via, a Buenos Aires, con una Husqvarna. E in squadra con lui ci sarà niente meno che ...Pela Renet !