TransAnatolia 2017

link.png Preverifiche e imbarco, Dakar 2016: fatto !

verifiche 2015 le havreSono terminate tutte le operazioni di imbarco e pre verifica al porto di Le Havre per i mezzi che partiranno dall'Europa diretti in Argentina. A sei settimane dalla partenza della Dakar 2016 tutti i mezzi provenienti dall'Europa sono già chiusi nei garage della nave che li sbarcherà al porto di Buenos Aires negli ultimi giorni di dicembre. 21 giorni di traversata li aspettano, attraverso l'oceano Atlantico. (foto DPPI)

 

ita- fra - eng - esp


link.png Olivier Pain: la scelta di tornare ad essere un privato

Olivier PainOlivier Pain non è esattamente un outsider. E' un pilota che ha già vinto delle speciali alla Dakar, e si è anche tolto il gusto di occupare la prima posizione assoluta per più di qualche giorno. Oltre a terminare sul podio nel 2014. Tutto questo però avveniva quando era pilota ufficiale Yamaha. Quest'anno Olivier ha dato un colpo di straccio alla sua vita e ha ricominciato. Si è operato ad una spalla, la destra, è stato fermo diversi mesi e poi è tornato a mettersi in gioco. Con un nuovo team, francese, privato, il team Nomade, che gli ha fornito una Ktm e l'assistenza necessaria per portarlo ad essere di nuovo quel'ottimo pilota che Olivier è sempre stato.

link.png La grande incognita 2016: chi vincerà in moto?

PeterhanselNon esiste più alcun riferimento per i motociclisti. Lo dice Mr. Stephane Peterhansel, colui che di Dakar ne ha vinte 11, di cui sei in moto. Quando gli chiedono un pronostico sulla corsa moto il francese con la sua grande capacità analitica ed enorme professionalità si dichiara un po' preoccupato. "Ci sono tanti piloti bravi e capaci - ammette - ma non hanno più un riferimento adesso perchè senza Marc Coma e Cyril Depres lì davanti, dovranno far tutto da soli".

link.png Dakar 2016: gli italiani al via

ceci maroccoSono 556 i veicoli iscritti alla Dakar 2016 e di questi 354 affronteranno la gara e i restanti 202 seguiranno il percorso dell'assistenza, riservati a meccanici, stampa, accompagnatori, ivi compresi i camper e tutte le strutture di appoggio ai team. I 354 veicoli in gara si suddividono poi in 143 moto e 46 quad con 110 auto e 55 camion, numero, quest'ultimo, abbastanza basso rispetto al passato.

link.png "Non chiamateci più outsider"

hi lux toyota 2016Tutti parlano di Mini e di Peugeot. I due antagonisti principali sono loro due. L'armata delle 12 Mini e quella delle quattro Peugeot. Ma si sa, fra i due litiganti...il terzo gode, e come dice il proverbio anche in questo caso, alla Dakar 2016, c'è un terzo pretendente. Si chiama Toyota Overdrive e schiera al via la bellezza di 16 vetture: 8 per piloti ufficiali e semi ufficiali, 8 per i clienti, e Jean Marc Fortin ha tutta l'intenzione di fare le cose in grande quest'anno.

link.png Le novità della Dakar 2016

marc coma parigiNovità ce ne sono parecchie in questa Dakar 2016. Marc Coma le snocciola dal palco dello spazio Pierre Cardin di Avenue Gabriel, una via murata oggi, sigillata nel vero senso della parola perchè di fronte allo stabile c'è niente meno che l'ambasciata americana di Parigi. Tanto è vero che le vetture che erano arrivate per venire esposte davanti allo spazio Pierre Cardin, non sono neanche scese dal carrello e sono ripartite seduta stante per Le Havre dove domani inizieranno le operazioni di imbarco degli oltre 300 mezzi iscritti alla Dakar, partenti dall'Europa.

link.png Dakar 2016, il percorso nel dettaglio

Percorso defDire dettaglio in effetti questa volta è un parolone. Perchè ASO ha volutamente tralasciato i dettagli e i particolari ponendo l'accento su altre cose. Per cui delle speciali e delle tappe, fatta eccezione per i chilometraggi, non ha detto molto, e questo per destabilizzare i famosi "mapman". Sarebbe facile pensare che lo abbiano fatto perchè avendo dovuto recuperare all'ultimo minuto una buona parte del percorso non hanno avuto il tempo di completare il lavoro, e invece no...

link.png Parigi: conferenza Dakar 2016

etienne parigi 2015 Sulla conferenza stampa della 38. edizione della Dakar, a pochi passi da Place de la Concorde a Parigi, gli echi di quanto accaduto stamattina a San Denis praticamente neanche si sentono.

link.png SMR: nasce una nuova Casa motociclistica

marchio smrAssistere alla nascita di un nuovo marchio e di una nuova moto non è cosa da tutti i giorni. Tanto meno lo è adesso, in questo specifico momento. Periodo delicato ma nello stesso tempo pieno di grandi possibilità per chi ha voglia di osare e in questo caso, di coraggiosi, coinvolti in questo progetto, ce ne sono parecchi. Si chiamerà SMR e verrà svelata solo alla fine di questo mese di novembre, quando si cominceranno i test su strada...o meglio, in fuoristrada. Ma la presentazione ufficiale avverrà nella primavera del 2016.

link.png 10 giorni in California con Nicola Dutto

duttoE se per caso, a metà novembre, vi ritrovaste con una quindicina di giorni liberi? La proposta arriva dritta dritta da Nicola Dutto che ha organizzato un bel giretto in California, ma non da solo...In compagnia di amici, e non solo. Ecco il programma nel dettaglio, e per tutte le info potete rivolgervi a Nicola ed Elena che si appoggiano a Stefano Caputo, un loro grande amico che vive e lavora tra San Diego e la Baja California da 12 anni. nicola@nicoladutto.com  - Elena : elena@nicoladutto.com

link.png Micheluz e Spandre campioni europei enduro

Tom SagarHanno confermato quello che già tutta l'Italia sperava. Maurizio Micheluz e Mirko Spandre hanno vinto il titolo europeo d'enduro. Nella E1 Senior il primo - che porta a quota sei titoli il suo ricco bottino - e nella Under 20 Junior il secondo. Un grande successo che sarebbe potuto essere affiancato dal successo di Nicolas Pellegrinelli che era arrivato in Germania con il primo posto in classifica nella Junior E1 ma per un infortunio è stato costretto al ritiro.

link.png Enduro Europeo: Micheluz e Spandre a un passo dal titolo

Parco chiusoOltre 130 piloti hanno preso il via venerdì pomeriggio all'ultimo atto del Campionato Enduro Europeo in Germania, per la precisione nel Nord del Paese, a Rüdersdorf. Il parco chiuso, è stato allestito all'interno del suggestivo museo industriale, in mezzo a palazzi storici, con la prova speciale d'apertura, preparata lungo il canale Buelow dove passano le navi. Sabato, primo giorno di gara, per i nostri italiani ha portato fortuna a Mirko Spandre, che non ha ancora la certezza matematica del titolo ma ha chiuso primo ieri, ed anche a Maurizio Micheluz, che per un problema tecnico dello svizzero Jonathan Rosse, ora si trova un po' più solo in testa alla classifica. Sfortunatissimo invece Nicolas Pellegrinelli. (Foto Pairan)