TransAnatolia 2017

link.png Sven Quandt, X Raid: "Una buffa Dakar quella del 2016"

QuandtQuando la Dakar volge al termine c'è sempre l'intervista di rito con il patron del team X Raid, Sven Quandt. Il suo punto di vista è sempre particolarmente interessante e quest'anno, al termine di una Dakar tanto brutta, o è ancora di più.

link.png Ma chi ha vinto questa Dakar 2016?

Sui giornali francesi quasi non se ne parla. La vittoria di Stephane Peterhansel ha giustamente catturato tutte le prime pagine e nessuno ha dato particolarmente peso a quel piccolo asterisco che compare accanto al nome del pilota, sulle classifiche ufficiali.

link.png Senza peli sulla lingua, Jean Marc Fortin contro questa Dakar 'bizzarra'

“E stata una Dakar bizzarra, molto”. Esordisce così Jean Marc Fortin responsabile del team Toyota Overdrive e si vede che l'argomento lo disturba. Questa Dakar non  gli è piaciuta e lui non ha nessuna intenzione di nasconderlo.

link.png Franco Picco al traguardo in quad

Ventesimo assoluto, e sesto di categoria, anche se in realtà la classifica quad di questa Dakar 2016 non è poi così chiara per Franco Picco. Penalità per lui e non per altri che non hanno fatto, a differenza sua, tutte le speciale...Ma la risposta, come da allora, da quando c'era Thierry Sabine, è sempre la stessa “C'est la Dakar !”

link.png Olivier Pain: "sarei voluto arrivare nei primi cinque"

Olivier Pain ha chiuso la sua Dakar in 22. posizione. Non bene per un outsider che come lui puntava ad arrivare nei primi cinque ed aveva tutte le carte giuste per farcela. Olivier nella Dakar 2014 era salito sul podio, in terza posizione e per più di qualche giorno, durante la gara, aveva occupato la prima posizione.

link.png Seconda vittoria per Gerard De Rooy con Iveco

Gerard De Rooy è completamente fradicio quando scende dal palco su cui ha festeggiato la sua vittoria. La seconda alla Dakar, dopo quella del 2012. Il caldo ha reso la cerimonia di premiazione, e la lunga attesaDSC01450.JPG per salire sul palco un inferno e dentro alla cabina del camion si bolle

link.png Sebastien Loeb: ho imparato dai miei errori

Sebastien Loeb arriva sul palco di Rosario quando tutta la squadra ormai si è riunita ed aspetta solo lui per la grande foto, ed anche la grande festa. Bruno Famin tira fuori, gridando di gioia, tutto l'aplomb che ha tenuto dentro in questi giorni perchè è riuscito a centrare un obiettivo che neanche alla partenza sembrava così vicino.

link.png Jun Mitsuashi, ritorno alla moto

“Tutti mi fanno la stessa domanda”. Era inevitabile perchè Jun Mitsuashi è l'unico pilota della Dakar ad essere passato dalla moto, con cui ha corso la Dakar nel 2001, 2002 e 2003, all'auto, la Toyota giapponese T2 che lo ha accompagnato in gara dal 2004 al 2015 e alla quale lui ha regalato la vittoria di categoria, T2 appunto, per ben cinque volte, per tornare poi in sella ad una moto. Ovvio che quindi nel momento in cui scende dal palco di Rosario tutti gli chiedano con cosa tornerà alla prossima Dakar, moto o auto?

link.png La Dakar 2016, al traguardo con una 125 !

Non era la sua prima Dakar, e non sarà neanche l'ultima. Ma probabilmente sarà quella che più gli resterà impressa nella memoria, e senza dubbio alcuno, anche la più dura.

link.png Loic Minaudier, 33° assoluto, alla sua prima Dakar

DSC01402.JPGLoic Minaudier è una delle giovani promesse della Dakar. Quest'anno ha corso la sua prima, temendo fino all'ultimo momento che non lo avrebbero preso perchè non aveva corso i 'famosi' rally mondiali che servono ad ASO per delineare l'esperienza di un pilota.

link.png Xavi Pons conferma: il suo futuro sarà alla Dakar

Xavi Pons in questa sua prima Dakar è stato sinceramente sfortunato. Dopo un prologo ad altissimo livello lo spagnolo è rimasto intrappolato come molti altri piloti più esperti di lui nella pozza di fango della seconda tappa della Dakar e ha pagato un prezzo altissimo. 45 minuti di ritardo che poi si è portato dietro per tutta la gara e che hanno pesato come un macigno su tutta la sua performance

link.png Michele Cinotto, buona la quarta !

Ci sono voluti tre tentativi prima di chiudere una Dakar. Michele Cinotto non solo è arrivato al traguardo della sua quarta Dakar,ma ha anche conquistato la vittoria di classe, con un T3, un Polaris Razor del team Xtreme +.

link.png Jacopo Cerutti, un esordio da 12° assoluto !

Si lascia andare alla felicità sul palco, con tutta la squadra, e anche quando scende, davanti ai fotografi e alle televisioni che lo riprendono. Jacopo Cerutti ha chiuso al 12° posto assoluto la sua prima Dakar, senza commettere un solo errore, portando al traguardo una Husqvarna che non gli ha praticamente mai dato problemi.

link.png Lucchese 44° e terzo della categoria "Malle Moto"

Manuel Lucchese ha corso la sua terza Dakar. Nelle due precedenti era riuscito a chiuderla una sola volta, ma questo secondo traguardo, sudato e voluto caparbiamente, vale più di qualsiasi altro risultato.

link.png Diocleziano Toia, 48° assoluto con una serie di fratture...

Non bastava la rottura del menisco e dei legamenti crociati a Diocleziano Toia, caduto a tre tappe dalla fine. Ha dovuto aggiungerci, purtroppo, la rottura dello sterno e di due costole

link.png Chi sarà il miglior rookie della Dakar 2016?

Un segno di come siano cambiati i tempi, in questa Dakar, è dato sicuramente dalla classifica dei rookie, da quei piloti cioè, che partecipano per la prima volta alla maratona sud americana.

link.png Livio Metelli adesso ha il suo motivatore personale...

Livio Metelli ha chiuso la speciale ieri in 45. posizione assoluta, dopo essere partito alla mattina dalla 51. posizione. In classifica generale ora è 43° ma lui fin dall'inizio aveva detto che non gli interessava la posizione, ma solo arrivare in fondo, per festeggiare magari al fianco del suo migliore amico, Alessandro Botturi, che invece si è ritirato nella undicesima tappa.

link.png Pep Vila su Iveco: la lotta per entrare nella top ten

Pep Vila milita ormai da diversi anni nel team De Rooy e anche lui ormai di Dakar ne ha una certa esperienza. Undici quelle disputate fino ad oggi, e sesto il suo miglior risultato, ottenuto nel 2001.

link.png Thierry Sabine: trent'anni fa diceva addio alla sua Dakar

Thierry SabineIl 14 gennaio del 1986 moriva Thierry Sabine. L'inventore della Parigi Dakar. Alle 9 di sera circa precipitava con il suo elicottero e con lui morivano altre quattro persone. Oggi ricorre il trentennale della sua scomparsa e per ricordarlo, per ripensare a lui e alle sue Dakar durissime e un po' folli, alla sua forza e al suo carisma, ma anche al suo carattere cocciuto abbiamo parlato con Marc Ducrocq che in questa Dakar 2016 è il direttore gara moto.

link.png Botturi si ritira dalla Dakar 2016...

La decima tappa della Dakar 2016, da Belen a La Rioja è stata fatale per Alessandro Botturi, costretto al ritiro con la sua Yamaha. “Ho iniziato ad avere problemi con la moto intorno al chilometro 100 e sistemando, aggiustando, cambiando pezzi, piano piano sono riuscito a raggiungere il chilometro 229.

link.png Peterhansel, fra navigazione difficile e camion da superare

A due tappe dalla fine della Dakar 2016, Stephane Peterhansel occupa la prima posizione assoluta, con al suo fianco il fedele Polo Cottret. Però ieri nella undicesima tappa hanno vissuto due momenti speciali: la partenza mescolati a moto e camion e la difficoltà iniziale di trovare il passaggio giusto, che ha portato loro, ma anche il resto della gara a perdersi di brutto.

link.png Dirk Von Zitzewitz e l'emozione di partire in mezzo alle moto

Sesto posto in classifica oggi per la Toyota di Giniel De Villiers che stamattina era partito nel 'gruppo misto' dei 25. Dirk Von Zitzewitz, il copilota di Giniel De Villiers oggi ha vissuto un piccolo ritorno al passato.

link.png L'ordine di partenza della Super Fiambalà

Mentre ancora la direzione gara sta decidendo come applicare il regolamento e che classifica emettere relativamente alla tappa di oggi per quel che riguarda le moto proviamo a tracciare in base ai tempi di arrivo al CP2 come sarebbe l'ordine di partenza domani mattina per la Super Speciale Belen-La Rioja con i primi 25 mezzi che, come annunciato, saranno 10 auto, 10 moto e 5 camion mescolati fra loro.

link.png Classifiche da chiarire per la nona tappa moto

La situazione è molto molto delicata. E per prendere una decisione relativamente alle classifiche delle moto e dei quad basterebbe leggere il regolamento, dove, a suo tempo, insieme ai team manager erano state stilate le regole necessarie per affrontare situazioni del genere.

link.png La tappa Belen Belen fermata al CP 2

La nona tappa della Dakar 2016 è stata sospesa. Le condizioni climatiche di oltre 40 gradi e un sole cocente e il fatto che oltre 50 piloti – fra moto e quad – sono rimasti insabbiati nelle dune in speciale, ha convinto gli organizzatori a fermare la tappa. Però la cosa non è così semplice come potrebbe sembrare.