TransAnatolia 2017

link.png Barreda, Al Attiyah e Kolomy: i vincitori della Baja Aragon 2016

Una Baja Aragon di alta qualità. Come il latte fresco, quando si compra con il bollino dell'"Alta Qualità". La Baja 2016 è stata davvero una bella edizione e a più di qualcuno sono venute in mente le Baja Aragon di Saragozza, della fine degli anni Ottanta. Per il livello altissimo dei piloti, di moto, quad, auto e camion, e per il numero degli iscritti 167. Certo siamo lontani dai 500 di inizio anni Novanta, ma sicuramente la sfida in campo ha rifatto davvero pensare ai cari bei vecchi tempi. Ha vinto un incredibile Joan Barreda (Honda Hrc) mentre Nasser Al Attiyah (Toyota) ha regalato alla Toyota Overdrive la sua quarta vittoria consecutiva su quattro gare disputate nel 2016 in Coppa del Mondo. Martin Kolomy (Tatra) ha conquistato la prima posizione con il suo camion. Primo piano Nasser

link.png Despres-Castera su Peugeot vincono il Silk Way Rally 2016

Despres Castera SWRAlla Dakar 2016 i suoi compagni di squadra si erano detti sorpresi per la sua velocità nell'apprendimento. Parlavano di Cyril Despres. Di quel pilota che oggi ha vinto il Silk Way Rally 2016. E ha vinto il rally giusto, per cominciare. Perchè questi terreni David Castera, a differenza di quelli del Sud America, non li conosceva e quindi ha svolto un lavoro egregio. E Cyril è il quarto pilota dopo Hubert Auriol, dopo Stephane Peterhansel e dopo Nani Roma ad aver vinto una gara, un rally internazionale, su 4 ruote, dopo tante vittorie su due ruote.

 


link.png Transanatolia 2016 cancellato

Loto TransanatoliaEra una notizia che purtroppo ci si aspettava. Gli ultimi fatti, politici, militari ed anche sanguinosi in Turchia stavano facendo temere il peggio, per il popolo turco, ma anche - sportivamente parlando - per il Transanatolia 2016, il rally che si sarebbe dovuto svolgere a fine agosto di quest'anno. Sarebbe dovuto perchè ieri, non senza una grande amarezza e un forte dispiacere nel cuore gli organizzatori hanno deciso di fermarsi.

link.png Baja Aragon 2016: 167 iscritti

Logo Baja SpainSono davvero tantissimi i piloti che in questo week end si misureranno con la 33. edizione della Baja Aragon, a Teruel. 167 per la precisione, almeno sulla carta, nel senso di lista iscritti suddivisi fra 93 auto (di cui 68 FIA, 15 al Trofeo Aragon, 10 al trofeo Regolarità ), 8 camion e 29 moto FIM, 12 quad FIM e 11 Open Aragon con altri 14 quad. Non sono pochi gli italiani, soprattutto per quel che riguarda FIM, cioè moto e quad.

link.png Tecnosport all'Aragon con 2 vetture

Nissan R50 TecnosportSi correrà dal 22 luglio la 33. edizione della Baja Aragon, organizzata a Teruel e con un interessante parco partenti al via. Fra questi anche due vetture della Tecnosport, quella di Lorenzo Traglio, che per l'occasione utilizzerà il Tubolare VM che il portoghese Helder Oliveira aveva portato in gara a Pordenone e quella di Valentina Casella che torna a competere dopo la prova di Abu Dhabi ad aprile.

link.png Moto e Quad, Dakar 2017: iscrizioni chiuse

logo dakar 2017Come previsto e come da programma il 15 luglio si sono chiuse le iscrizioni per moto e quad per la Dakar 2017. Due mesi, come ormai consuetudine, per iscriversi alla gara, dal 15 maggio al 15 luglio, e come sempre le domande pervenute alla ASO, all'ufficio parigino, sono tantissime. In molti infatti, vogliono prendere parte alla prossima Dakar in programma dal 2 al 14 di gennaio, fra Paraguay, Argentina e Bolivia.

link.png Giornata di riposo al SWR 2016, domani si ricomincia

kamaz al bivaccoIl Silk Way Rally 2016 si avvia a terminare la sua giornata di riposo, ad Almaty, in Kazakhstan. Oltre 4600 i chilometri già percorsi, con due speciali annullate, la prima da Kazak a Ufa per maltempo e la seconda ieri, per colpa di un vento troppo forte che non ha permesso agli elicotteri di alzarsi in volo. In tutto quindi, fino ad oggi gli equipaggi in gara hanno percorso poco più di 1000 km di prove speciali ed in testa, fra le auto c'è Cyril Despres, insieme a David Castera.

link.png Silk Way Rally 2016: partiti !

Partenza piazza RossaUn vero e proprio bagno di folla ha accolto la sesta edizione del Silk Way Rally ieri pomeriggio in Piazza Rossa ed il primo a passare sul podio simbolico di una partenza che in realtà è avvenuta stamattina, è stato Stephane Peterhansel con il numero 100 sulla sua Peugeot DKR 2008. Dietro di lui nell'ordine Vladimir Vasilyev su Mini, Sebastien Loeb su Peugeot, Yazeed Al Rajhi su Mini e Cyril Despres su Peugeot. In tutto al via ci sono 91 auto e 24 camion.

link.png Silk Way Rally 2016 ai blocchi di partenza

verifiche silkwayrally 2016La memoria non può non ritornare a quel settembre 1992, quando la prima, ed unica, vera Parigi Mosca Pechino si presentò sulla Piazza Rossa, primo evento mondiale d'organizzazione francese a mettere piede nella capitale sovietica. Il 'colpo di Stato' era avvenuto da poco meno di un anno e auto, moto e camion si presentavano, evento eccezionale, in Russia, pronte a partire agli ordini dello Zar, Renè Metge. Quanti anni sono passati...Ben 24, per essere precisi e nel frattempo ci sono state altre gare, altri eventi. Il Silk Way Rally ritorna, dopo qualche anno di ibernazione e ha scelto proprio Mosca per la partenza.

link.png Il Duster Transanatolia 2016 non cede alla paura

A poche ore dal terribile attentato all'aeroporto di Istanbul l'organizzazione del Transanatolia Rally 2016 ha emesso subito un comunicato. Lo riportiamo qui integralmente, unendoci al cordoglio e alla sofferenzafoto gruppo transanatolia delle famiglie che hanno perso i loro cari nel vile attentato.

link.png Tecnosport: e ora si pensa al Baja Aragon

Oliveira Italian BajaPartiti con tre veicoli da casa, i comaschi chiudono la gara con il Tubolare Vm di Helder Oliveira e con il Nissan di Antonio Rossi, e ora si pensa già al prossimo impegno in Spagna. Prosegue lo sviluppo del Tubolare e il pilota portoghese con i suoi consigli e il test in gara si è dimostrato utilissimo ed ora si va alla Baja d'Aragon.