TransAnatolia 2017

link.png Nuova Peugeot 3008 DKR Maxi, ancora più grande

3008 DKR MaxiSulla scia del successo alla Dakar 2017 gli ingegneri di Peugeot Sport hanno presentato la nuova Peugeot 3008 DKR Maxi. Chi si chiedeva che fine avessero fatto i piloti del team francese ha avuto ora la sua risposta. Sono stati chiusi più o meno dentro atelier e uffici per contribuire allo sviluppo della nuova vettura e sono poi andati a testarla direttamente per controllare il successo delle modifiche apportate. Sarà Sebastien Loeb ad avere l'onore di portarla in gara per la prima volta al Silk Way Rally, dal 7 al 22 luglio.

link.png Przygonski conquista l'Italian Baja 2017

DSC_0061.JPGJakub Przygonski vince l'Italian Baja 2017 su Mini X Raid e riporta la vittoria in Polonia sette anni dopo il successo del connazionale Krzystof Holowczyc. Sul podio il ceco Zapletal che dopo anni di gare con il suo Hummer H3 ha deciso di affidarsi ad un Ford 150 chiudendo secondo. Terza posizione per il qatariota, Mohammed Abu-Issa con l’altra Mini X-Drive che ha saputo recuperare bene il ritardo iniziale e ha saputo anche comprendere il terreno e la strategia di gara più adatta alla prova di Pordenone. Borsoi fa il bis nel Campionato Italiano battendo Codecà e Alfano.

link.png Italian Baja Przygonski (Mini) in testa

DSC_0063.JPGKuba Przygonski il più veloce su Mini X Raid nel prologo di ieri, all'Italian Baja 2017. Una prova speciale di quasi venti chilometri che come sempre ha da subito fatto classifica. Colpa della polvere e colpa - o merito - dei fuoripista che hanno visto più di qualche pilota sbagliare direzione. Przygonski si è anche perduto, ma nonostante questo ha rifilato al secondo, Aaron Domzala su Toyota, 30"4 di distacco. Migliore degli italiani Elvis Borsoi su Toyodell nonostante i due trip ammutoliti. Problemi ad un ammortizzatore per Lorenzo Codecà mentre Amerigo Ventura ha forato due ruote, le due posteriori ed è arrivato così al traguardo e al paddock in Fiera a Pordenone.

link.png Italian Baja 2017: domani si comincia

Abu Issa pordenoneSesta tappa della Coppa del Mondo FIA Cross Country Rally l'Italian Baja di Pordenone si è aperto stamattina con le verifiche amministrative e tecniche dei mezzi presenti. La gara si svolgerà da venerdì 16 a domenica 18 giugno sui greti dei fiumi Cosa e Tagliamento, tra i comuni di Spilimbergo, San Giorgio Richinvelda, Arzene-Valvasone, San Martino e San Vito al Tagliamento.

link.png Botturi vince il Sardegna Rally Race 2017

bottu sardegnaDopo tanti tentativi svaniti a volte all'ultimo momento Alessandro Botturi centra il bersaglio quest'anno e conquista il Sardegna Rally Race portandosi a casa una vittoria che è ricca di significati e particolarmente preziosa per il pilota di Lumezzane, per Yamaha e per tutti coloro che lo circondano. Al secondo posto un ottimo Oriol Mena che ha tutte le carte in regola per diventare ora un grande rallista, mentre in terza posizione arriva la conferma di un 'habituè' come Andrea Mancini.

link.png Botturi in testa al Sardegna

Sardegna Espana MunozManca una sola tappa al termine della decima edizione del Sardegna Rally Race ed Alessandro Botturi è in testa alla classifica assoluta, sia dell'internazionale, sia dell'italiano. Il pilota di Lumezzane precede in classifica il bravo Oriol Mena che dimostra sempre più affinità con la navigazione, staccato di poco più di 9 minuti, mentre in terza posizione c'è Andrea Mancini a 24' dal leader. Mirko Pavan è quarto a due minuti dallo spagnolo e precede Espana Munoz che ha una ventina di minuti di ritardo sul veneto. Oggi ultima tappa San Teodoro-San Teodoro con due ps, la prima da quasi 70 km e la seconda da 74 km.

link.png Sardegna Rally Race al via

Parte oggi il Sardegna Rally Race. Parte una decima edizione che purtroppo ha perso la sua validità per il Mondiale FIM. Una faccenda che non ha mancato di suscitare perplessità già all'inizio dell'anno quando si apprese che il calendario iridato 2017 avrebbe perso uno dei suoi principali protagonisti. Purtroppo però la decisione proposta di estromettere questa gara, votata ed approvata dalla FIM non è stata in alcun modo 'impugnabile' e così la gara forse più bella, sicuramente originale e diversa dalle altre, e più frequentata di tutta la stagione è uscita da un calendario che quest'anno sta soffrendo non poco. E per dimostrare il successo della gara sarda, anche questa volta parlano i numeri: oltre sessanta gli iscritti, un numero che le altre gare del Mondiale FIM si sognano !