link.png Dakar in tutti i sensi al Ciapa la Moto

ciapa la motoUna serata all'insegna dei piloti. E dei rally raid. E di quelli che partiranno fra pochi giorni alla volta del Sud America e dell'Africa. Una serata bellissima e soprattutto molto affollata che ha richiamato un pubblico di appassionati numerosissimo e anche molto affamato visto che per la prima volta il vulcanico Giamba è rimasto a corto di viveri ma ha saputo correre velocemente ai ripari sfamando tutti i presenti. Alberto Porta, insieme ad Elisabetta Caracciolo, ha condotto la serata attraverso storie, aneddoti, speranze e pronostici, aspettative, dubbi e timori con quei piloti che a gennaio, da una parte o dall'altra dell'Oceano Atlantico sapranno farci sognare.

link.png Idee nuove per la Dakar 2019

Peter.jpgCi volevano ovviamente idee nuove per cercare di risollevare le sorti di una Dakar che in effetti ha subito un calo nelle iscrizioni ma anche nell'interesse generale. A livello regolamentare per esempio. Così ASO ha pensato - e lo aveva già in parte accennato dopo la Dakar 2018 - a un qualche cosa che permettesse a chi si ritira nei primi giorni di poter continuare. Così ha messo a punto un piano...

link.png Dakar 2019: tutti i numeri della 41. edizione

platea dakar 2019Una conferenza stampa per pochi intimi, in una saletta troppo piccola per ospitare tutti i presenti. Così è stata presentata ufficialmente la 41. edizione della Dakar, quella che al momento viene appellata da tutti come la prima e unica Dakar mai corsa per intero in un unico singolo Paese, in questo caso il Perù. Una Dakar 2019 che farà parlare molto di sè ma che per il momento sfoggia tutte le sue cifre: 5541 chilometri complessivi per moto e quad con 2889 chilometri di prove speciali; 5603 kms per auto e SSV con 2961 di prove speciali e infine 5601 kms per i camion con 2959 di settori selettivi. (Photo: ASO/DPPI/Frederic Le Floch)

link.png Toyota Gazoo Racing SA: in tre alla Dakar 2019

Toyota HI LUx Dakar 2019Tre Toyota ufficiali Gazoo Racing South Africa alla Dakar 2019. La notizia non solleva stupore visto che più o meno si sapeva e soprattutto sono gli stessi tre piloti già visti al Rallye du Maroc. Quello che sorprende invece è che Giniel De Villiers abbia richiamato accanto a sè Dirk Von Zitzewitz dopo la separazione avvenuta poco prima della gara in Marocco, si mormora per volontà del pilota sudafricano. Dirk aveva trovato un primo ingaggio in Marocco su un Can Am del team South Racing, poi al Baja di Portalegre aveva guidavo un SidebySide con Andrea Mayer e ora cercava un sedile...Ma Giniel, assolutamente scontento del suo risultato e, forse sarebbe il caso di dire, del suo copilota di ottobre alla gara marocchina, ha fatto un passo indietro e ha richiamato accanto a lui il copilota tedesco.

link.png Le Havre, Dakar 2019: imbarco terminato

Circa 270 veicoli, fra moto auto e camion, e anche quad e SSV, si sono ritrovati a Le Havre per l'imbarco sulla nave che li porterà nel prossimo mese in Perù dopo la lunga traversata dell'Atlantico con il passaggio attraverso il Canale di Panama. Heritage Leader il nome della nave che a fine dicembre raggiungerà Lima e affiancherà tutti i veicoli europei a quelli Sudamericani che saranno già sul posto pronti per la sfida di questa 41. edizione della Dakar, undicesima in Sud America.Imbarco Le Havre 2018

link.png X Raid saluta tutti prima della Dakar 2019

X Raid SteyrMeet&Greet. Vediamoci e salutiamoci. Si può tradurre così il titolo dell'evento organizzato da X Raid in Austria ad inizio settimana per un ultimo test delle vetture che partiranno alla volta del Perù nei prossimi giorni, per la Dakar 2019. Ancora qualche chilometro di test per le nuove Mini e per i Buggy 2 ruote motrici che condotti da Carlos Sainz, Stephane Peterhansel e Cyril Despres affronteranno la prossima Dakar, lottando prima di tutto con il loro compagno di squadra a 4 ruote motrici, Nani Roma.

link.png Dakar 2019 imbarca, Silk Way Rally presenta

SIlk Way a ParigiSono iniziate ieri a Le Havre le verifiche della 41. edizione della Dakar che prenderà il via da Lima il 6 gennaio. In realtà saranno verifiche all'acqua di rose perchè il personale inviato da ASO al porto francese è limitatissimo e addirittura gli adesivi non verranno attaccati dai ragazzi dell'organizzazione, ma si troveranno già sui mezzi dei partecipanti. Poche persone perchè pochi sono i mezzi che partiranno dall'Europa alla volta del Sud America per una edizione che si prospetta, sulla carta visto che non ci sono ancora cifre ufficiali, molto più bassa a livello iscritti rispetto al passato.

 


link.png Africa Eco Race 2019: ecco il percorso

Cartina Africa Race 2019Mentre ASO pubblica un comunicato (dopo quasi un mese e mezzo di silenzio, interrotto solo sei giorni fa con l'annuncio del ritorno di Loeb) relativo alle moto e ai quad iscritti all'edizione 2019, praticamente dicendo poco e nulla, Africa Eco Race passa al contrattacco e pubblica in anteprima il percorso della sua prossima, l'undicesima, edizione. 12 tappe, seimila chilometri complessivi e 4000 circa di prove speciali. ASO invece parla di 57 piloti moto alla prima esperienza, 32 iscritti nella Malle moto (fra moto e quad) contro i 28 del 2018, categoria ribattezzata ora Original by Motul, 6 donne - con Laia Sanz in sella ad una Ktm con il numero 17 - e null'altro. Nessun numero complessivo a riguardo degli iscritti.