TransAnatolia 2017

Transitalia Marathon, due settimane al via

DSC_0016.JPGUn evento Adventouring unico nel suo genere. Quest'anno si terrà dal 27 al 30 settembre e raggiungerà così la sua terza edizione. E' il Transitalia Marathon e quest'anno al via conterà quasi 300 motociclisti. Un record rispetto alle edizioni precedenti ma anche un grande sforzo organizzativo a cui Mirco Urbinati sta rispondendo come sempre, alla grande. Uno staff numeroso e professionale in moto, con 4 medici anch'essi in moto, e ancora meccanici e paramedici, oltre ad una flotta di 4x4 al seguito dell'evento e a chiusura di ogni tappa. L'aiuto dei Moto Club locali è fondamentale, ovunque, e garantisce sul percorso sicurezza e ulteriore presenza di personale.

Nuova Peugeot 3008 DKR Maxi, ancora più grande

3008 DKR MaxiSulla scia del successo alla Dakar 2017 gli ingegneri di Peugeot Sport hanno presentato la nuova Peugeot 3008 DKR Maxi. Chi si chiedeva che fine avessero fatto i piloti del team francese ha avuto ora la sua risposta. Sono stati chiusi più o meno dentro atelier e uffici per contribuire allo sviluppo della nuova vettura e sono poi andati a testarla direttamente per controllare il successo delle modifiche apportate. Sarà Sebastien Loeb ad avere l'onore di portarla in gara per la prima volta al Silk Way Rally, dal 7 al 22 luglio.

Botturi vince il Sardegna Rally Race 2017

bottu sardegnaDopo tanti tentativi svaniti a volte all'ultimo momento Alessandro Botturi centra il bersaglio quest'anno e conquista il Sardegna Rally Race portandosi a casa una vittoria che è ricca di significati e particolarmente preziosa per il pilota di Lumezzane, per Yamaha e per tutti coloro che lo circondano. Al secondo posto un ottimo Oriol Mena che ha tutte le carte in regola per diventare ora un grande rallista, mentre in terza posizione arriva la conferma di un 'habituè' come Andrea Mancini.

Botturi in testa al Sardegna

Sardegna Espana MunozManca una sola tappa al termine della decima edizione del Sardegna Rally Race ed Alessandro Botturi è in testa alla classifica assoluta, sia dell'internazionale, sia dell'italiano. Il pilota di Lumezzane precede in classifica il bravo Oriol Mena che dimostra sempre più affinità con la navigazione, staccato di poco più di 9 minuti, mentre in terza posizione c'è Andrea Mancini a 24' dal leader. Mirko Pavan è quarto a due minuti dallo spagnolo e precede Espana Munoz che ha una ventina di minuti di ritardo sul veneto. Oggi ultima tappa San Teodoro-San Teodoro con due ps, la prima da quasi 70 km e la seconda da 74 km.

Croatia Rally - Result after day 2

juen croatiaCominciata con la pioggia la terza giornata del Croatia Rally - Dalmatia 2017 si è poi via via tramutata in una bellissima giornata di sole e le classifiche dopo la tappa di oggi stanno cominciando a prender forma. Oggi i più veloci della prima speciale, al momento calcolata senza le penalità, sono stati Beat Juen seguito a soli 8" da Oliver Post e da Ferdinand Kreidl, terzo con un distacco dal primo di 57". Stamattina al momento del via nella classifica assoluta in testa alla classifica c'era proprio l'austriaco Beat Juen.


Croatia Rally 2017: da domani le verifiche a Primosten

ricognizioni croatiaSono una decina i piloti che hanno già raggiunto Primosten sulla costa Dalmata in Croazia, oggi. Hanno iniziato la lenta e pacifica invasione del parco dell'hotel Zora, come sempre centro logistico dell'evento, fin da ieri pomeriggio, sistemando i loro mezzi assistenza e cominciando a lavorare sulle moto che da domenica diventeranno le vere protagoniste.

Bilancio di chiusura Krka Enduro Raid 2017

pulizia stradeIl rientro a casa di concorrenti e staff ha sancito la fine della settima edizione del Krka Enduro Raid. In Croazia sono rimasti solo alcuni uomini dell'organizzazione TRX per il lavoro di pulizia e ripristino del percorso, mentre Marco Borsi sta tracciando il bilancio dell'evento appena concluso e già pensa al prossimo Croatia Rally previsto fra due settimane.

Krka Discovery, il primo giorno

DSC_0021.JPGQuesta mattina alle 9 oltre sessanta partecipanti hanno lasciato Primosten per affrontare il primo dei tre giorni del Krka Discovery, organizzato dalla TRX The Raid. Piloti provenienti da tutta Europa hanno percorso i 150 chilometri previsti per la giornata odierna, disegnati nella zona del Monte Promina nella regione di Knin, in direzione di  Drnis.

Il percorso della Dakar 2018 tappa per tappa

Cartina dettaglio dakar 2018Come sta ormai diventando conseutudine le conferenze di presentazione della Dakar in Sud America - La Paz e Bueons Aires - sovrastano quella di Parigi. Ieri infatti è stato presentato il percorso della Dakar 2018, città per città. 14 tappe con partenza il 6 gennaio da Lima, in Perù ed arrivo a Cordoba, in Argentina il 20 con il giorno di riposo a La Paz il 12 gennaio. Ecco il dettaglio del tracciato 2018 con ben 10 città diverse.

Dakar 2018: sarà Perù davvero?

cartina dakar 2018La storia insegna. E soprattutto la storia si ripete. Ciclicamente.
Cosa bisogna aspettarsi dunque, dalla dichiarazione di ASO sul percorso del 2018, inerente al Perù?
Lo splendido Paese sudamericano ha già fatto parte del percorso della Dakar per l'arrivo della competizione nel 2012, e per la partenza nel 2013 e venne poi annunciato nel marzo del 2015 per l'edizione 2016.

Dakar 2018: Perù, Bolivia e Argentina

logo dakar 2018Dall'Oceano Pacifico del Perù all'Argentina, ma l'arrivo questa volta non sarà sul mare, nella capitale Buenos Aires, bensì nella città di Cordoba che spesso ha ospitato il passaggio della competizione. 14 tappe dal 6 gennaio al 20, una tappa marathon e ben tre ad anello. Questa la Dakar 2018 che attraverserà per la sua 40. edizione il Perù, con partenza da Lima, la Bolivia, con la giornata di riposo a La Paz e l'Argentina, con l'arrivo appunto, in quel di Cordoba.

La Dakar e l'arte dell'interpretazione dei regolamenti

302 PETERHANSEL STEPHANE (FRA) PEUGEOT.jpgQuanti piloti ci saranno alla Dakar 2018 ? Quanti confermeranno la loro fiducia in questa gara? Il percorso è la prima grande incognita e più di qualcuno quest'anno al traguardo di Buenos Aires ha dichiarato: "se si andrà ancora in Bolivia nel 2018 al via ci sarà la metà dei piloti del 2017". ! Ma siamo proprio sicuri che il problema sia solo nel percorso? E dei regolamenti e della loro libera interpretazione non vogliamo parlare? Parafrasando il celebre libro di Pirsig, Lo Zen e l'arte della manutenzione della motocicletta si potrebbe dire La Dakar e l'arte dell'interpretazione dei regolamenti...Perchè? Presto spiegato con qualche esempio tangibile...

Silk Way Rally 2017, e ancora Cina

Le Bail RussiaLa grande novità del Silk Way Rally presentato ieri sera a Parigi riguarda in realtà le moto, perchè dal prossimo anno, dal 2018, anche le due ruote entreranno a far parte della grande famiglia del rally che raggiunge quest'anno la sua settima edizione. E rinnova dopo la premiere dello scorso anno il suo appuntamento con la Cina. La gara prenderà il via da Mosca il 7 luglio per concludersi poi il 22 luglio in Cina.

Nasce Quad Discovery, in Croazia a maggio

Banner quadQuad Discovery è un evento che nasce sulla traccia del Krka Discovery, che per la prima volta nel 2016 si rivolse espressamente alle moto da enduro con l'intento di far conoscere, scoprire e apprezzare le bellezze della Croazia agli appassionati delle due ruote. Sull'onda del successo della manifestazione per il 2017 si è deciso di proporre lo stesso evento anche ai quad.

NPO e JVD insieme per i rally raid

black logo omanQuando nel 2016 la JVD fu costretta a cancellare il Paharons Rally tutti capirono che in Egitto sarebbe stato difficile per un bel po' di tempo riuscire a tornare. Così, già lo scorso anno l'organizzazione cominciò a cercare un Paese alternativo dove proseguire la gara e partirono con le prime ricognizioni di un Paese davvero molto bello ed interessante per i rally raid, l'Oman. Panorami mozzafiato e sterrati di alto livello sono le prerogative di un Paese che già quest'anno ospiterà la prima gara di JVD. Ma la novità oggi è un'altra, e cioè la partnership fra JVD e NPO. Dimostrando una grande maturità e saggezza finalmente due buoni organizzatori si sono messi insieme, smettendo di farsi la guerra, come spesso succede in questo ambiente.

Riccione Beach Race, a febbraio

loro riccioneSi chiamerà Riccione Beach Race e sarà la prima prova di enduro su spiaggia che mai si sia corsa nella famosissima località della Riviera Adriatica romagnola.
Riccione è famosa in tutto il mondo per il turismo estivo ma nessuno, neanche i più audaci, aveva mai osato sognare di poter ,un giorno, posare le sue ruote tassellate su quella spiaggia.

Il Pharaons Rally si sposta in Oman

Logo Oman BajaIl faraoni trasloca. Lo si era intuito a metà anno quando il Faraoni era stato annullato per motivi politici ed economici che sembravano non aver soluzione facile. Da quel momento gli stessi organizzatori avevano cominciato a guardarsi in giro e si sapeva che la loro attenzione si era concentrata sull'Oman. Ora nasce il primo atto della nuova epoca Jvd: Oman Desert Baja.

Price vince il Marocco, Quintanilla il Mondiale FIM

Quintanilla MaroccoL'ultima prova in Marocco, l'OiLibya Rally laurea campione del mondo 2016 Cross Country Rally FIM il cileno Pablo Quintanilla su Husqvarna che ha chiuso terzo la gara guadagnando quei sei punti che gli hanno permesso di battere Sam Sunderland.  Price ha vinto il Marocco precedendo Sunderland e Quintanilla con il cileno secondo nella quinta ed ultima tappa del rally.

La grande festa di Sulmona chiude il Transitalia Marathon 2016

DSC_0059.JPGUna grande festa per una grande manifestazione. Che si è conclusa – per ribadire il concetto – con una grande giornata.
Perchè questa è la peculiarità del Transitalia Marathon. Fare le cose in grande, e soprattutto mantenere quel carattere di unicità che la contraddistingue. Come, per esempio, consentire alle moto da enduro di transitare attraverso il Parco Nazionale dell'Abruzzo. Un evento unico e raro, che i tanti partecipanti, 225 i partenti da Rimini, hanno compreso.