HUG-S Motorsport

Dakar 2016: Perù Bolivia Argentina

Percorso 2016Il Perù torna di diritto a far parte del percorso della Dakar, nel 2016 che vuol dire nell'ottava edizione sudamericana della gara. Ma non solo. Alle Dakar Series si aggiunge una gara: oltre alla Ruta 40 e al Desafio Guarany del Paraguay torna anche il Desafio Inca, in Perù, dal 10 al 13 settembre e sarà con ogni probabilità tracciato proprio su quello che sarà poi il percorso della Dakar di gennaio 2016.

Dakar 2016: si partirà da Lima ?

bolivia dakarDomani mattina, giovedì 16 aprile a quest'ora si svolgerà a Parigi in Avenue Wagram la conferenza stampa di presentazione della Dakar 2016 ma già le prime indiscrezioni cominciano a filtrare, ed arrivano proprio dal Sud America. Qualcuno parla di una partenza da Lima, in Perù, per la gioia di tutti gli appassionati e i piloti che hanno tanto amato quel Paese. Passaggio obbligato questa volta per tutti in Bolivia e poi arrivo a Buenos Aires in Argentina. Se davvero sarà così potrebbe essere uno dei percorsi più belli nella storia della gara.

Niente Cile nella Dakar 2016

Mentre si aspetta di conoscere il percorso di massima della Dakar 2016 oggi arriva il primo fulmine a ciel sereno, anche se comunque qualcosa era già nell'aria. Niente Cile nell'edizione del 2016. E così si comincia a disegnare un percorso diverso, assolutamente diverso da quello degli ultimi anni. L'Argentina dovrebbe esserci, anzi la sua presenza, almeno sulla carta, sembra certa al 100 per cento.

Michel Perin si ritira dalle gare

Michel PerinPoche laconiche righe, in stile tedesco, annunciano il ritiro dal mondo delle corse per Michel Perin. In realtà solo da quello dinamico, per così dire, perchè il popolare navigatore resta in X Raid con altre mansioni che lo porteranno dietro una scrivania, si fa per dire, e non più nell'abitacolo di una vettura. Sarà un consulente per la società tedesca e soprattutto il guru dei copiloti della scuderia X Raid.

Classifica in cirillico, ma Zhigunov vince il prologo

Andrey Zhigunov su NT X6 del team G-Energy ha vinto il prologo su Mini della Baja Russia Northern Forest questo pomeriggio. 9 chilometri e 150 metri di percorso innevato che hanno sistemato alle spalle del russo il finlandese Suominen ma leggere la classifica non è proprio semplicissimo visto che è scritta... in cirillico !Marek Dabrovski

Tanta neve al Baja Russia, Northern Forest

Baja Russia logoUn bianco manto di neve ricopre il paddock della Baja Russia, gara di apertura quest'anno della Coppa del Mondo FIA tout terrain che si corre nella repubblica di Karelia, in Russia appunto. Si comincia oggi pomeriggio, dopo le verifiche della mattinata, con il prologo di poco meno di  10 chilometri.

La Coppa del Mondo FIA 2015

Mini versione 2015 Il calendario della Coppa del Mondo FIA Cross Country rallies è già noto da diverso tempo e si prepara al via. Ma prima di parlare della prima gara dell'anno diamo un'occhiata a quelle che saranno le gare comprese nel programma del 2015 e il regolamento per quanto riguarda coefficenti e punteggi.

Dakar Series: solo due prove nel 2015

Dakar seriesE' stato reso noto stamattina il calendario delle Dakar Series 2015 e sono solo due le gare che vi compaiono. Almeno per il momento. Argentina e Paraguay i due Paesi che le ospiteranno, mentre esce dal calendario il Perù e a questo punto una domanda sorge spontanea...

Krka Enduro Raid 2015: la carica dei 400

banner krka Con oltre sei mesi di anticipo rispetto alla gara stessa si sono chiuse le iscrizioni del KRKA ENDURO RAID 2015. Sei mesi perchè Marco Borsi, patron dell'evento sportivo, ha dovuto fermare le richieste a fine ottobre 2014 visto che si erano già superati i numeri preventivati. 500 infatti, le richieste giunte alla TRXRaid che a quota 400 ha deciso di chiudere. 30 le Lady in mezzo alla carica dei 400.

Torna la 3 ore a coppie di Cologno

tre ore enduroRitorna anche per questo 2015 la tre ore di enduro a coppie di Cologno sul Serio, Trofeo Chiosco Cafè. Il Moto Club Bergamo Scuderia Norelli, per ricordare Gigi Zanchi che per primo aveva creduto e animato questa gara, e che ci ha lasciato da pochissimo, ha deciso di riorganizzare questa classica di febbraio. Sede della gara come sempre la Cascina Canova.

Una maglia per Zuk !

maglia per ZukSabato il Motor Bike Expo di Verona ha offerto a tutti noi appassionati, ma anche amici, di ritrovarci fra i padiglioni 5 e 6, allo stand del Transanatolia ed anche a quello di Ciro De Petri. Nell'occasione Romano Caviglia ne ha approfittato per ribadire l'iniziativa una maglia per Zuk che va avanti anche quest'anno.

X Raid, futuro a 2 ruote motrici

Sven Quandt E' tutto pronto per attaccare il progetto delle due ruote motrici. Anche X Raid è pronta a seguire questa strada e lo ha dimostrato ampiamente il lavoro portato avanti in questa Dakar dal buggy di Guerlain Chicherit che è poi il vecchio buggy costruito da Nasser Al Attiyah a suo tempo. Risistemato, ricostruito e con nuovo motore e scocca sarà il mezzo del futuro per X Raid. Parola di Sven Quandt.

Amarcord...quando la Dakar costava 7000 franchi

Philippe Challay e Michel Beaujean oggiCapitano tante cose alla Dakar, soprattuto quando sei al bivacco e magari chiacchieri con persone che conosci da una vita ma con cui non ti sei mai soffermato troppo tempo. Così può capitare che qualcuno, un meccanico, tiri fuori dalla sua borsa da viaggio un pacchetto di fogli A 4, sbiadito, consumato e ti dica "Vuoi vedere il regolamento della prima Dakar del 78-79?"...e secondo te?

Una Duster alla Dakar, e con ottimi risultati

316 - Emiliano Spataro - (Arg) - Benjamin Lozada - (Arg) - Renault.jpgGià lo scorso anno aveva fatto il suo debutto alla Dakar la Renault Duster. Renault perchè in Argentina, ed anche in Sud Africa dove è stata ricostruita la vettura da gara, non esiste la Dacia e la vettura viene commercializzata dalla Renault. Ecco la spiegazione tecnica del suo progettista, il sudafricano Stuart Thompson, nei dettagli di questa vettura che ha chiuso la Dakar in 21. posizione.

ZebraBuggy ora si fa sul serio

Zebra BuggyEreditato, o meglio comprato, da Nasser Al Attiyah il progetto del suo buggy, visto alla Dakar 2013, ora X Raid comincia la sua avventura nelle due ruote motrici. Sulla base dell'esperienza fatta alla Dakar da Guerlain Chicherit ed Alex Winocq ora in Germania parte la costruzione del nuovo mezzo. Un due ruote motrici diesel, di cui ancora non si conosce la livrea ufficiale.

La Dakar è una gara per duri

Israel JeremiasE se qualcuno ancora nutriva dubbi a proposito, o se qualcuno trova divertente e facile criticare qualche cosa a cui non ha mai partecipato, il trasferimento di stamattina basta a dissipare tutti i dubbi. Meno 10 gradi sul passo di Jama, affrontantato ancora al buio, partendo dal bivacco alle 4,30 con un freddo che instupidiva e bloccava i lineamenti, ma anche le dita delle mani e probabilmente anche il cervello che con quel freddo non riusciva a pensare...ma di certo forniva la forza di volontà necessaria ad andare avanti per oltre 350 chilometri.

Dònde està el Chaleco Lopez?

chaleco lopez.jpgQuesta domanda per anni circolava sul bivacco della Dakar perchè Chaleco Lopez, il pilota cileno beniamino delle grandi folle non era mai dove doveva essere ed arrivava sempre in ritardo agli appuntamenti tanto che anche nel giorno della tappa di riposo, a Copiapo, qualche anno fa, alla conferenza stampa della Presidente del Cile, di fronte al ritardo del pilota al microfono lei aveva esclamato 'Donde sta el Chaleco?'.