HUG-S Motorsport

Botturi secondo dopo esser partito 80° stamattina !

Serres BotturiCi sono gare in cui gli organizzatori fanno quello che vogliono. Che stabiliscono regole e le fanno rispettare come preferiscono loro. E c'è una Federazione che probabilmente non sa far rispettare quelli che sono i requisiti base per una gara sicura ed intelligente. Una specie di anarchia ormai domina nelle gare internazionali di quest'anno. Uno degli esempi è stata l'Hungarian Baja dove un pilota ha potuto mettere il suo mezzo in parco chiuso arrivando sul posto con un furgone, scaricando un mezzo che non funzionava e parcheggiandolo a spinta: lo stesso pilota che poi ha festeggiato sul podio, la sua terza posizione assoluta, avendo disputato solo il prologo e mezza prima speciale di tre complessive (oltre al prologo). Ogg invece al Serres Rally si è ignorata la regola del posizionamento in partenza e Alessandro Botturi ha preso il via 80° !!

Giornata sfortunata per Botturi al Serres Rally

Bottu al serresCi sono giornate che nascono storte. Oggi è stata una di quelle per Alessandro Botturi. La quarta tappa del Serres Rally in Grecia non è andata come il pilota Yamaha si aspettava e ora Stefan Svitko si ritrova solo al comando della gara greca, con un discreto vantaggio sugli inseguitori. Oggi Botturi avrebbe potuto fare la differenza e invece purtroppo, la sfortuna ci si è messa di mezzo.

Rudy Moroni vince il 12° Mondiale di Gorle

gorle 2016Il nome di Rudy Moroni va ad aggiungersi al lungo palmares dell'Enduro di Gorle. E' lui che sabato ha vinto, sotto un sole abbacinante e con un caldo infernale, la 12. edizione della gara organizzata da Giò Sala, il Moto Club Chieve, l'Off Road Berghem, gli Alpini di Gorle e i Supporters di Giò Sala battendo nella finalissima Thomas Oldrati, secondo e Mirko Gritti, terzo assoluto. Tutte le classifiche della gara sono pubblicate di seguito.

Pablo Quintanilla vince l'Atacama rally per 29 secondi

Pablo quintanillaSi può vincere un rally fatto di cinque tappe con soli 29 secondi di vantaggio? Sì, decisamente sì. L'ha fatto Pablo Quintanilla pilota cileno dell'Husqvarna che a casa sua ha vinto l'Atacama Rally battendo appunto per soli 29" il pilota australiano della Ktm, Toby Price. Terza posizione per Kevin Benavides. Sul podio salgono quindi tre marche diverse, cose che non accadeva da un po' in un rally FIM valido per il Mondiale Cross Country Rally.

Toby Price in testa all'Atacama Rally

Atacama HondaNella tappa più lunga dell'Atacama Rally, valida per il Mondiale FMI Cross Country Rally, l'australiano Toby Price (Ktm) balza in testa alla classifica assoluta dopo una penalità inflitta a Pablo Quintanilla (Husqvarna), leader fino a quel momento, per un eccesso di velocità. Oggi terza tappa del rally in Cile, con 320 km totali da percorrere di cui 202 di prova speciale.

Atacama Rally in Cile, Quintanilla in testa

Quintanilla atacama azioneHa preso il via lunedì l'Atacama Rally in Cile, quarta e penultima tappa del Mondiale FIM Cross Country Rally 2016. Una gara lunga, che si snoda in gran parte nel deserto dell'Atacama, iniziata da Antofagasta, che ha ospitato anche le verifiche del rally, e diretta a Copiapo, dove si concluderà sabato 27, dopo circa 1300 chilometri di settori selettivi su un totale di 1800 km.

L'Amerigo volante !

DSC_0019.JPGHa vinto la classifica quad del mondiale FIM. Ha vinto anche la classifica Junior e ha ottenuto il quinto posto assoluto, primo quad in classifica tenendo conto di tutte le categorie e di tutte le validità della gara. Amerigo Ventura non era partito nel modo migliore in questa Baja ungherese, ma ha saputo riscuotersi e recuperare, disputando una speciale dopo l'altra ad un ritmo indiavolato. Ora comanda la Coppa del Mondo FIM di specialità per i quad ed anche la classifica Junior FIM del mondiale Bajas.

Xavier de Soultrait trionfa in Ungheria

DSC_0011.JPGXavier de Soultrait spicca il volo vince la Hungarian Baja 2016 e ora comanda la classifica con 46 punti totali, collezionati nelle tre prove complessive. E se in Italia si era trovato un Vanni Cominotto sulla  sua strada, e in Spagna un Joan Barreda, in Ungheria il francese ha potuto fare la sua gara e dimostrare quanto vale. Ha vinto a mani basse, tenendo un ritmo indiavolato che nessuno è riuscito neanche semplicemente ad avvicinare. Ha vinto con oltre 12 minuti di vantaggio su Loic Minaudier e quasi 23 su Brice Barbier. Quarto il nostro Alex Zanotti davanti a Davide Giorgi e Luca Tavernari.

Hungarian Baja 2016: vincono il prologo De Soultrait, Machacek e Lukaszewski

DSC_0100.JPGUna lunga giornata conclusasi con il prologo. Una super speciale di 11 chilometri a circa 15 chilometri dalla cittadina di Veszprem che ospita la baja magiara per l'ottava volta in 13 anni di storia. I più veloci sulla speciale che serviva a delineare l'ordine di partenza di domani mattina sono stati Xavier de Soultrait (Yamaha) per le moto, Jozef Machacek per i quad - parlando di assoluta - ma nel mondiale è stato Aldo Lami per quanto riguarda appunto i quad, e il polacco Lukaszewski fra le auto.

Hungarian Baja 2016: 71 iscritti, dal 12 al 14 agosto

conferenza stampa ungheriaSono 71 gli iscritti alla Baja d'Ungheria che si correrà a Veszprem dal 12 al 14 agosto, come da tradizione, organizzata da GARZONE Racing Organization Promotion. Il week end di ferragosto è il favorito dagli organizzatori ungheresi ma quest'anno il numero dei partecipanti appare in grosso calo. 30 le auto, 5 i camion e 36 le moto e i quad presenti, con gli UTV conteggiati all'interno del gruppo. Verifiche per le auto il giovedì pomeriggio, per gli altri venerdì mattina e poi il prologo, di 10 chilometri e mezzo il venerdì pomeriggio prima della sfilata per le vie del centro città.

 


Despres-Castera su Peugeot vincono il Silk Way Rally 2016

Despres Castera SWRAlla Dakar 2016 i suoi compagni di squadra si erano detti sorpresi per la sua velocità nell'apprendimento. Parlavano di Cyril Despres. Di quel pilota che oggi ha vinto il Silk Way Rally 2016. E ha vinto il rally giusto, per cominciare. Perchè questi terreni David Castera, a differenza di quelli del Sud America, non li conosceva e quindi ha svolto un lavoro egregio. E Cyril è il quarto pilota dopo Hubert Auriol, dopo Stephane Peterhansel e dopo Nani Roma ad aver vinto una gara, un rally internazionale, su 4 ruote, dopo tante vittorie su due ruote.

 


Giornata di riposo al SWR 2016, domani si ricomincia

kamaz al bivaccoIl Silk Way Rally 2016 si avvia a terminare la sua giornata di riposo, ad Almaty, in Kazakhstan. Oltre 4600 i chilometri già percorsi, con due speciali annullate, la prima da Kazak a Ufa per maltempo e la seconda ieri, per colpa di un vento troppo forte che non ha permesso agli elicotteri di alzarsi in volo. In tutto quindi, fino ad oggi gli equipaggi in gara hanno percorso poco più di 1000 km di prove speciali ed in testa, fra le auto c'è Cyril Despres, insieme a David Castera.

Silk Way Rally 2016: partiti !

Partenza piazza RossaUn vero e proprio bagno di folla ha accolto la sesta edizione del Silk Way Rally ieri pomeriggio in Piazza Rossa ed il primo a passare sul podio simbolico di una partenza che in realtà è avvenuta stamattina, è stato Stephane Peterhansel con il numero 100 sulla sua Peugeot DKR 2008. Dietro di lui nell'ordine Vladimir Vasilyev su Mini, Sebastien Loeb su Peugeot, Yazeed Al Rajhi su Mini e Cyril Despres su Peugeot. In tutto al via ci sono 91 auto e 24 camion.

Silk Way Rally 2016 ai blocchi di partenza

verifiche silkwayrally 2016La memoria non può non ritornare a quel settembre 1992, quando la prima, ed unica, vera Parigi Mosca Pechino si presentò sulla Piazza Rossa, primo evento mondiale d'organizzazione francese a mettere piede nella capitale sovietica. Il 'colpo di Stato' era avvenuto da poco meno di un anno e auto, moto e camion si presentavano, evento eccezionale, in Russia, pronte a partire agli ordini dello Zar, Renè Metge. Quanti anni sono passati...Ben 24, per essere precisi e nel frattempo ci sono state altre gare, altri eventi. Il Silk Way Rally ritorna, dopo qualche anno di ibernazione e ha scelto proprio Mosca per la partenza.

Vanni Cominotto torna a sedersi sul trono dell'Italian Baja

Cominotto Italian BajaVanni Cominotto vince a casa propria e si riprende il trono a Pordenone. Il friulano batte, senza via di scampo, Xavier de Soultrait che cercava al'Italian Baja la rivincita dopo il Sardegna, perso per un pugno di secondi a favore di Joan Pedrero, ieri terzo. Fra i  quad vittoria di Amerigo Ventura che se ne va dal Friuli con un bel malloppo, mentre la vittoria assoluta dell'Europeo va a Josef Machacek, della Repubblica Ceca, su quad.

Al Attiyah-Baumel (Toyota) vincono l'Italian Baja 2016

La fortuna, in tutte le gare, ha sempre il suo peso. Qui ne ha avuto un bel po'. Nasser Al Attiyah aveva dominato la prima parte della gara di Pordenone, ma poi, nella Nasser Italian Bajaseconda ps del sabato, ha accusato un ritardo, rispetto a Yazed Al Rajhi (Mini) che  aveva agguantato la prima posizione. Poi stamattina, domenica, i colpi di scena. Bryce Menzies (Mini) che balza al comando, su Al Attyah e Vladimir Vasilyev, ma buca nell'ultima speciale, cosa che accade anche ad Al Rajhi e in questo modo Nasser Al Attiyah si trova la strada spianata verso il successo.

Italian Baja 2016, primo giorno di verifiche

DSC_0106.JPGUna Pordenone infuocata - 34 gradi di calore - accoglie la carovana dell'Italian Baja 2016. Una parte della carovana, in realtà, perchè il grosso di moto, quad e UTV arriverà domani mattina, al momento cioè dell'apertura delle verifiche prevista per le otto. Oltre 100 i piloti quest'anno anche se il numero definitivo si saprà solo domani verso mezzogiorno, orario di chiusura delle verifiche, e fra questi cento ci sono davvero i più popolari dela disciplina del Tout Terrain, con diverse novità.

Botturi vince la seconda prova di italiano RTT

DSC_0557.JPG“E così la seconda storia che vi voglio raccontare...” Così cantava Andrano Celentano all'inizio della canzone Serafino, che era la continuazione della famosissima “Il ragazzo della Via Gluck" e così anche WRR vi racconterà un'altra delle tante storie di questo Sardegna Rally Race 2016. Per esempio, dopo il Mondiale, parlando del Campionato Italiano RTT che era cominciato a fine aprile ad Aielli, in Abruzzo.

Pedrero vince il Sardegna Rally Race 2016

DSC_0535.JPGJoan Pedrero (Sherco) ha vinto il Sardegna Rally Race 2016, terza prova del Campionato del Mondo Rallies Tout Terrain FIM. Lo ha vinto al termine di una gara - organizzata dalla Bike Village -  davvero combattuta e bellissima che si è decisa attraverso velocità ed anche errori di navigazione. I distacchi microscopici fra i primi in classifica non fanno che confermare la grande battaglia che si è svolta fin dalle prime battute di gara, fra Xavier de Soultrait, Pedrero, Alessandro Botturi, Kevin Benavides e Olivier Pain, alcuni dei principali alfieri della disciplina.

Ad Arbatax De Soultrait è in testa al SRR 2016

Podio stage 3Il Sardegna Rally Race 2016 è arrivato ad Arbatax con la sua terza tappa, e ben sei prove speciali, più il prologo già disputate. In testa alla classifica c'è il francese Yamaha, Xavier de Soultrait che sta andando davvero velocissimo in questa terza prova del Mondiale Cross Country Rally FIM. In seconda posizione c'è Joan Pedrero, su Sherco e in terza, pronto ad attaccare da domani, il nostro Alessandro Botturi, su Yamaha. Vincitore di tappa oggi Joan Pedrero, davanti a De Soultrait e Kevin Benavides.

Xavier de Soultrait vince il prologo della 9. Sardegna Rally Race

Podio prologoLa terza prova di Campionato del Mondo Cross Country Rally FIM è cominciata oggi, a Budoni, in Sardegna. 61 i piloti al via, e a loro, a partire da domenica si aggiungeranno i piloti del Campionato Italiano RTT che proprio qui sull'isola verranno a cercare il titolo di campioni italiani 2016. Oggi intanto, si è corso il prologo, una breve speciale di poco più di un chilometro e mezzo che ha già delineato l'ordine di partenza di domani mattina. La prima tappa comincia alle 8, e sarà una tappa ad anello con partenza ed arrivo dalla bella Budoni.

Al Attiyah, Sunderland e Casale vincono in Qatar

cinotto qatarConfermata la classifica. In Qatar hanno vinto rispettivamente Nasser Al Attiyah fra le auto, Sam Sunderland per le moto ed Ignacio Casale per i quad. Nonostante i loro principali antagonisti abbiano vinto l'ultima prova speciale, la classifica assoluta non ha subito scossoni e il Qatar se ne va ora in archivio. Tutti i Cinotto al traguardo, con Pietro primo di categoria.

Ad una tappa dalla fine Nasser Al Attiyah domina il Sealine CCR

nasser qatar 2016Quando manca una sola tappa al termine della sesta edizione del Sealine Cross Country Rally ecco un riassunto di quanto accaduto fino ad ora, con le attuali posizioni di classifica. In testa in questo momento si trovano Al Attiyah-Baumel fra le auto, Sam Sunderland per le moto e Ignacio Casale su quad. Alla fine manca la tappa di domani, venerdì, con una speciale di quasi 351 km.

Sealine pronto al via con l'edizione 2016

Al Rajhi Abu DhabiSi prepara al via la seconda prova di Campionato del Mondo Cross Country FIM, nonchè terza per la Coppa del Mondo FIA di specialità, in Qatar. Il Sealine Cross Country rally affronta oggi e domani le giornate riservate alle verifiche amministrative e tecniche, e poi si partirà, lunedì, con la prima delle cinque tappe e speciali in programma. 19 moto e due quad figurano nella lista degli iscritti, insieme a 46 vetture.

Si chiude anche l'Abu Dhabi Desert Challenge

Quintanilla Abu DhabiQual'è la notizia più eclatante di questo Abu Dhabi Desert Challenge appena terminato? Forse che Pela Renet è riuscito a finire un rally raid senza sfracellarsi per terra? O forse che Nasser Al Attiyah ha vinto con una Toyota Overdrive mettendosi dietro ben quattro Mini? O che Yazeed Al Rajhi si è trovato a suo agio con la nuova Mini - nuova per lui - e ha chiuso in seconda posizione? O ancora che l'incredibile Toby Price ha dominato una gara tutta sulla sabbia dimostrando che anche su questo tipo di terreno nulla lo può fermare? Scherzi a parte la gara è finita, ed è stata davvero una bella gara.