HUG-S Motorsport

Dakar 2017: il percorso nel dettaglio

cartina dakar 2017Come sempre accade dopo la conferenza stampa di Parigi, e di quella che si è svolta esattamente il giorno dopo in Paraguay, di cui però stranamente non è arrivata alcuna notizia, cominciano i pettegolezzi, e soprattutto i 'ben informati' tracciano il percorso, secondo soffiate che avrebbero ricevuto a loro dire dalle autorità locali. E così ecco secondo loro quello che potrebbe essere il dettaglio della traccia del 2017, ma sono assolutamente scettica a proposito.

Tra le pieghe dell'elenco iscritti moto e quad Dakar 2017

cartina dettaglio dakar 2017Come si sa le iscrizioni moto e quad della Dakar 2017 si sono già chiuse. Per la precisione il 15 luglio e la stragrande maggioranza dei piloti ha già ricevuto da ASO la lettera di conferma o, viceversa, la lettera che decretava la non ammissione alla gara. E' accaduto a Maurizio Sanna e a Luca Manca, per esempio, tanto per restare in territorio italiano, ma curiosando fra le righe si scopre che...

Dakar 2017: programma del primo gennaio

IMG_20161230_180736.jpgSarà un primo gennaio intenso quello del 2017. Un primo giorno importante per molti, e soprattutto per tutti i partecipanti alla Dakar 2017 che hanno un programma molto serrato da rispettare.  Le verifiche stamattina sono iniziate come sempre alle 7,30 e si sono concluse a livello amministrativo alle 9,45 e già il centro congressi sta smantellando la struttura ASO.

Il Paraguay e la pioggia

pioggia Cosa vuol dire pioggia in Paraguay? O per la precisione ad Asuncion? In Italia va di moda chiamarle bombe d'acqua...qui ci si chiede come chiamerebbero questi acquazzoni incredibili che durano magari mezz'ora ma buttano giù una tale quantità d'acqua che riesce difficile anche solo immaginarla. Siamo in Paraguay da soli due giorni e già stiamo prendendo le misure ad un Paese che da l'impressione di vivere un po' al di sopra delle sue possibilità.

 


Dakar 2017: atterrati ad Asuncion

coda aeroporto.jpgQuando l'aereo proveniente da Madrid atterra ad Asuncion alle 7,30 di mattina, che sono le 11 e mezza in Italia, ci sono circa 33 gradi, ma è l'umidità quella che fa la differenza. Un pallido sole si affaccia da dietro le nuvole dopo un paio di giorni di pioggia. Pioggia che ha lasciato il segno perchè le strade, un po' sconnesse e ricche di buche, sono ancora invase dall'acqua.

Dopo 10 anni i gemelli De Lorenzo tornano alla Dakar

L'ultima Dakar di Aldo e Dario De Lorenzo era stata quella del 2008, quella famosa per non essere partita. L'unica Dakar annullata nel corso di 39 anni di storia. Anche loro insieme ad altri 500 partecipanti si Gemelli a La Thuiletrovavano a Lisbona quando ASO, società organizzatrice della Dakar, annunciò che non si sarebbe partiti, per problematiche legate al terrorismo. E così la loro, vera ultima Dakar, resta quella del 2007, l'ultima anche, per tutti, in Africa.

Stephane Peterhansel sulla prossima Dakar

Intervistato a fine conferenza di presentazione, a Parigi, Stephane Peterhansel ha voglia di fare quattro chiacchere spaziando un po' su vari argomenti. D'altra parte il Signor Dakar, colui che ha vinto ben 12 edizioni su 38 disputate è sicuramente una delle persone più idonee a commentare quanto preannunciato oggi a Parigi. Quindi è logico parlare con 'Peter' del percorso, della nuova macchina, della preparazione affrontata fino ad oggi, e che ha consentito di arrivare ora alla partenza con una vettura performante e una forma fisica ideale. Necessaria se questa Dakar come hanno detto, sarà davvero così tosta.

Dakar 2017: il percorso dettagliato

percorso 2017Il primo a meravigliarsi della parte inedita del percorso della Dakar 2017 è stato proprio Marc Coma che lo ha in gran parte disegnato e tracciato. "Non pensavo ci fossero ancora così tante cose che non avevamo visto" ha detto il pilota oggi direttore sportivo della Dakar e mentre descrive tappa per tappa il percorso 2017 non riesce a nascondere la voglia che ha di partire. Perchè Marc Coma prova lo stesso sentimento che a volte si divide con gli amici, quando si ha voglia di mostrar loro qualche cosa di bello, e di unico.

Esattamente come funzionano le penalità?

Xavier de SoultraitLa domanda sorge spontanea visto che come sempre qui alla Dakar i regolamenti sono a libera interpretazione, anche se non sempre e non per tutti. La grande perplessità è sorta nel primo giorno di gara con la penalità inflitta a Xavier de Soultrait che non corrisponde esattamente a quello che dice il regolamento. E per fortuna che non sono la sola a pensarlo. Anche qualche commissario FIM ha dei dubbi.

Ruoso 33° assoluto alla Dakar 2017

IMG_20170105_180358.jpgTrentesimo di tappa oggi Alessandro Ruoso.Giorno dopo giorno sta risalendo in classifica e ora in generale occupa il 33° posto, primo degli italiani. Stamattina al momento di ripartire da Tupiza era 40°. Alessandro Ruoso è alla sua prima Dakar, ma per la verità il friulano è anche al suo primo vero rally raid. Prima di questa avventura aveva corso al Merzouga, in Marocco nel maggio scorso, senza finire la gara per una caduta da cui ha cominciato a riprendersi solo dopo due mesi. E' stato campione Baja, ma le sue esperienza nei rally navigati fino ad oggi erano minime. Era questo infatti l'aspetto che più lo preoccupava, visto che lui crossista da sempre non aveva dimestichezza con la strumentazione e le note di un road book.

De Soultrait a Chilecito

Sono le 14,40 quando la prima moto fa il suo ingresso al bivacco di Chilecito. E' la Yamaha di Xavier de Soultrait che ha lasciato Salta stamattina alle 7. Quasi 700 chilometri all'andatura concessa dal regolamento ed eccolo qui, nel caldo bivacco di Chilecito, apparentemente fresco e pronto a difendere a spada tratta la ASO, società organizzatrice della Dakar: “Tutti gli anni abbiamo avuto incidenti e uno o più morti sulla Dakar ma quest'anno, finora, neanche uno.

Roberto Boasso, Honda HRC analisi della Dakar 2017

Boasso primo pianoRoberto Boasso è il team manager Honda. Arrivato a maggio nello squadrone ufficiale HRC Rally, l'ex pilota ed ex Ktm – ha lavorato al fianco di alcuni dei migliori piloti della squadra, concludendo con Toby Price ed anche Pablo Quintanilla in Husqvarna – ha investito tutta la sua preparazione nella messa a punto della moto e i risultati si sono visti in questa Dakar appena conclusa.

Mikko Hirvonen, quando si dice giornata storta

E' stata davvero una giornata pesante quella di ieri per Mikko Hirvonen, da Chilecito a San Juan. Il pilota finlandese della Mini ha vissuto una tappa intensa, costellata di problemi che lui stesso con un certo humor ha raccontato ieri sera, intorno alle 21,30 quando ha raggiunto il bollente bivacco di San Juan che alle otto di sera ancora faceva registrare 47 gradi di temperatura.