HUG-S Motorsport

136 iscritti al Desafio Ruta 40

desafioRecord di iscritti alla quarta edizione del Desafio Ruta 40 che prenderà il via il 16 giugno, domenica prossima, da San Salvador de Jujuy. Sono 136 gli iscritti nelle categorie moto, quad ed auto. 3600 chilometri da percorrere di cui 1600 di prove speciali attraverso San Miguel de Tucuman, San Fernando del Valle de Catamarca, Beln, Chilecito e San Juan, traguardo della prova.

Partito il Desafio Ruta 40

cartina desafioIn attesa di raccontare ancora un po' di storie e curiosità del Romanian Baja, parliamo del Desafio la cui quarta edizione è cominciata oggi, in Argentina, da San Salvador de Jujuy. Gara valida per il Campionato del Mondo FIM tout terrain e per il Campionato argentino, vede al via ben 136 equipaggi. Per la precisione 60 moto, 34 quad e 30 auto. Stamattina sono partiti tutti sotto la pioggia e pare che andrà avanti per tutta la giornata. Fa freddo, ma i piloti sono motivati...

Rodriguez e Roma i vincitori della tappa al Desafio

E per fortuna che non gli piace il freddo ! Sarà stato allora perchè voleva arrivare presto al bivacco che Helder Rodrigues ha vinto la prima vera tappa - quella del giorno precedente era stata annullata - del Desafio Ruta 40 in sella alla sua Honda HRC. Fra le auto il più veloce è stato Nani Roma, su Mini All 4 Racing. Mentre i quad hanno visto primeggiare Lucas Bonetto.

Chaleco vince la tappa ed è primo assoluto

La quinta tappa è terminata da 20 minuti e Chaleco Lopez è riuscito a vincere la sua prima tappa di questo Desafio Ruta 40 2013. Il pilota cileno con la sua Ktm ha preceduto tutti gli altri sul traguardo e come se non bastasse ora guida la classifica assoluta con un solo secondo di margine su Helder Rodrigues....Che battaglia !!

Nani Roma vince di nuovo e incrementa il vantaggio

Anche la quinta tappa è andata a Nani Roma che in questo modo conquista la terza vittoria di tappa, non consecutiva, nel Desafio Ruta 40 in Argentina. Il pilota catalano con la sua Mini All 4 Racing ieri ha chiuso la prova speciale in 3h.58' nette staccando il suo compagno di squadra Orly Terranova di 2'28". Terza posizione per Omar Gandara  che è arrivato al traguardo dopo un'ora 11'09" rispetto allo spagnolo.

Helder Rodrigues sta meglio

Ora naturalmente subentra un po' di rabbia e di delusione. Mai come questa volta la vittoria sembrava a portata di mano per il team Honda HRC Rally. Mancava pochissimo e il sogno di vincere una gara di Mondiale FIM Cross Country si sarebbe avverato, nel primo anno di rientro sui rally raid. Ed invece ci si è messa di mezzo la sfortuna ed Helder Rodrigues è caduto, proprio ad un passo dal podio. Ora sta meglio per fortuna, ma la botta è stata bella forte.