Nani Roma, tutor di Joan Barreda

Nani RomaNe aveva già parlato Barreda a Milano, all'Eicma. Nani Roma da quest'estate è diventato una specie di manager per lui in fatto di preparazione, non tanto atletica, quanto sportiva. I due hanno molto in comune nel loro modo di andare in moto e il fatto di avere anche lo stesso sponsor - Monster - ha fatto sì che la loro amicizia si concretizzasse in qualcosa di più. Sentiamo da Nani Roma che cosa ne pensa.

Giornata nera per gli spagnoli

Nell'ordine per Joan Barreda, per Carlos Sainz e per Nani Roma. Tutti e tre purtroppo sono stati davvero sfortunati, a cominciare da Barreda, caduto forte nella seconda speciale e con una contusione al polso destro. Per Carlos che ha rotto il motore della sua buggy e per Nani che per evitare un operatore con la telecamera si è spostato nell'attraversare una duna e ha danneggiato l'anteriore della sua Mini.

Nani Roma: "Non è più la Dakar di una volta"

Nani Roma e la sua MiniUn'analisi attenta quella dell'ex motociclista catalano, al termine di questa Dakar che lo ha visto giù dal podio per soli 8 minuti. Nani ha chiuso in quarta posizione con la sua Mini All 4 Racing, dopo il secondo posto dell'anno scorso, sempre alle spalle di Peterhansel. Ecco uno suo scrupoloso esame della Dakar, così com'è ora, con le differenze da quella di non così tanti anni fa.

136 iscritti al Desafio Ruta 40

desafioRecord di iscritti alla quarta edizione del Desafio Ruta 40 che prenderà il via il 16 giugno, domenica prossima, da San Salvador de Jujuy. Sono 136 gli iscritti nelle categorie moto, quad ed auto. 3600 chilometri da percorrere di cui 1600 di prove speciali attraverso San Miguel de Tucuman, San Fernando del Valle de Catamarca, Beln, Chilecito e San Juan, traguardo della prova.

Nani Roma vince di nuovo e incrementa il vantaggio

Anche la quinta tappa è andata a Nani Roma che in questo modo conquista la terza vittoria di tappa, non consecutiva, nel Desafio Ruta 40 in Argentina. Il pilota catalano con la sua Mini All 4 Racing ieri ha chiuso la prova speciale in 3h.58' nette staccando il suo compagno di squadra Orly Terranova di 2'28". Terza posizione per Omar Gandara  che è arrivato al traguardo dopo un'ora 11'09" rispetto allo spagnolo.

Tutte le notizie su videochannel

Come sempre l'ultimo giorno di Dakar è delirante. Quest'anno lo è stato ancora di più, fra parco assistenza, porto, podio e parco chiuso, per non parlare della sala stampa. Tutti in un luogo diverso, impossibile da raggiungere a piedi. Però in compenso video channel vi ha proposto tutte le interviste con i protagonisti di questa Dakar che sapete già com'è finita.