• Redazione

Il Morocco Desert Challenge non si correrà a settembre 2021, posticipato ad aprile 2022

La notizia potrebbe effettivamente essere passata inosservata perchè è probabilmente quello che gli organizzatori vogliono. Se si va oggi a guardare il sito istituzionale dell'evento non si troverà assolutamente nessuna notizia relativa alla gara. Tutto risale ancora al 15 gennaio, data in cui venne confermato lo spostamento (https://www.moroccodesertchallenge.com/en )della gara, dopo l'annullamento del 2020, dal 16 al 25 settembre per la precisione. Molte delle persone già iscritte, e che in tutti questi mesi non sono riuscite ad avere il rimborso di quanto versato in acconto si erano quindi illuse di poter partecipare alla gara, a settembre, e rientrare almeno in parte di quanto speso mesi e mesi fa, e invece nei giorni scorsi ecco arrivare l'amara sorpresa.

Sul solo profilo Facebook, e non sul sito ufficiale, viene presentato un nuovo rally che si chiamerà Tunisia Desert Challenge e che si correrà a novembre 2021 (dal 5 al 13, con otto tappe e 2400 chilometri, come da post di stamattina) e giustamente, qualcuno nell'apprendere la notizia si azzarda a chiedere notizie del Morocco Desert Challenge di cui non si parla da quasi sei mesi. Così salta fuori che il TDC in realtà è un'altra gara che si viene ad aggiungere al MDC portando a due gli eventi in Africa dell'organizzazione belga. Qualcun altro però chiede notizie del MDC e finalmente l'organizzazione, sempre attraverso i commenti di una notizia su Facebook, e quindi davvero poco visibili, avverte che il rally non si correrà nel 2021 ma che verrà rinviato al 2022, per la precisione al mese di aprile.

Purtroppo, scrivono su Facebook, in Marocco a settembre saranno ancora vietati gli eventi che superino le 1400 persone coinvolte e in virtù di questo fatto l'organizzatore ha deciso di spostare per l'ennesima volta la data.

E i soldi spesi da chi si era iscritto ancora nel 2019 all'edizione 2020? Niente, non se ne ha notizia e ovviamente non sembrano apparire all'orizzonte possibilità di ottenere un rimborso. Inoltre, un consiglio spassionato...attenzione alle leggi del Belgio su questo argomento, diverse rispetto al resto di Europa, con un sistema fiscale differente davvero da tutti gli altri Paesi.