• Elisabetta Caracciolo

Matteo Cavallo è il primo campione italiano 2020

Sabato sera, ad Arma di Taggia, al termine della settima prova degli Assoluti d'Enduro del 2020 si festeggiava il primo titolo italiano e i nomi dei primi vincitori delle classifiche di Coppa Italia. A brindare al titolo nazionale il pilota Sherco, Matteo Cavallo che conquista la classe 450, categoria rimasta orfana questo fine settimana di uno dei suoi principali protagonisti e diretto avversario di Cavallo, Alex Salvini, che ha annunciato il suo forfait alla vigilia della tappa ligure a causa dei ben noti problemi alle spalle.

Chiamato ad amministrare dunque, il suo vantaggio in questa settima giornata, Matteo Cavallo non si accontenta di gestire la gara ma vince Day1 ad Arma di Taggia con oltre un minuto di vantaggio sui suoi avversari Manuel Monni (Husqvarna Osellini) e Alessandro Battig (Team Specia Honda).

A mettere la loro firma al campionato 2020 sono anche Matteo Luison (KTM) e Raissa Terranova (Beta SGS Racing) che si aggiudicano rispettivamente le categorie Senior e Lady nella Coppa Italia. Nella Senior Luison fa suo il campionato terminando al secondo posto oggi dietro a Matteo Manenti (Gas Gas) con Damir Mujanovic (Beta) terzo. Assente invece Raissa Terranova che conquista così la Lady matematicamente. In terra ligure sono scese in campo due rappresentanti del gentilsesso, Stephanie Bianchi (Beta), vincitrice oggi, e Giulia Melichetti (Yamaha), seconda.

Tornando agli Assoluti d’Italia Maxxis Ufo Plast, la giornata è stata davvero intensa con tutti i più forti riders protagonisti dei vertici della classifica assoluta.

La gara parte nel segno di Brad Freeman (Beta) che avverte fin dalle prime fasi il fiato sul collo dei suoi avversari. Dopo il primo giro il brittanico conduce la gara, ma alle sue spalle lo special guest della manifestazione, Josep Garcia (KTM), è staccato di soli 95 centesimi. In terza posizione l’azzurro, Andrea Verona (TM ) che sfortunatamente non riesce a confermare posizione e podio per i troppi errori che costano secondi preziosi. Speciale dopo speciale Freeman aumenta il suo vantaggio su tutti gli avversari, cominciando proprio da Garcia. Lo spagnolo non è molto a suo agio nell’Extreme Test e infatti, dopo un grande inizio, scivola alla quinta posizione. Nel frattempo ad avanzare è Steve Holcombe che si avvicina sempre di più alla testa della classifica, terminando poi al secondo posto con 19 secondi di distacco dal compagno di casacca, Freeman. La terza posizione va a Thomas Oldrati (Honda Redmoto), anche lui protagonista di una bella rimonta: oltre ad aver regalato una bella perfomance nella generale, Oldrati è stato autore, con Andrea Verona, di un bellissimo duello nella classe 250 4T vinto dal pilota Honda per soli 4".

Nelle altre classi si sono confermati tutti gli attuali leader di campionato. Nella 125 2T Tommaso Montanari (KTM TNT Corse) vince davanti a Giuliano Mancuso (Fantic d’Arpa) e il compagno di team Lorenzo Bernini; nella 250 2T il pilota di casa Davide Soreca fa sua la categoria davanti a Deny Philippaerts, entrambi su Beta del Team Boano, e Maurizio Micheluz (Husqvarna Osellini).

Nella 300 successo di Davide Guarneri (TM E50), vincitore su Gianluca Martini (Beta) e Rudy Moroni (KTM Proracingsport) e proprio grazie al terzo posto, Moroni riesce a tenere ancora aperto il campionato della sua categoria.

Nella Junior Lorenzo Macoritto (Beta Boano) allunga nella classifica a punti conquistando la prima posizione di giornata davanti al compagno di squadra e diretto avversario al titolo, Matteo Pavoni. Gradino più basso del podio per Enrico Zilli (Honda). Nella Youth si conferma Claudio Spanu (Husqvarna Osellini) che colleziona il suo sesto successo stagionale. Il pilota sardo vince questo sabato di gara davanti a Riccardo Fabris (Fantic JET) e Simone Cristini (KTM).

Nella Coppa FMI 2T, Daniele Delbono (KTM) si guadagna la prima giornata di gara mettendosi alle spalle Michael Pogna (Sherco). I due si giocheranno il campionato domani dato che tra di loro ci sono solamente due punti di differenza. Distacco sottile anche nella Coppa FMI 4T dove troviamo Francesco Tengattini (KTM Proracingsport) e Patrick Grigis (KTM) separati da soli tre punti; i due sono stati anche i protagonisti della giornata con Grigis vincitore su Tengattini per 53 secondi.

Parlando di Coppa Italia, nella Cadetti gradino più alto del podio per Davide Pitzoi (Sherco) seguito da Federico Magri (Beta) e Luca Rondini (KTM). La Junior è appannaggio di Andrea Manarin (TM), seguito da Cristian Cervetto e Diego Patelli, entrambi su KTM. Nella Major testa e testa entusiasmante tra Simone Fiaccadori (KTM) e Agostino Volpi (Honda) con Fiaccadori che, grazie alla vittoria odierna, aggancia anche la prima posizione in campionato per un solo punto su Volpi.

Nelle squadre chiudono pari merito con 57 punti oggi il Motoclub Sebino e il G.S. Fiamme Oro. Nei Team Indipendenti a spuntarla è stato l’Osellini Husqvarna, primo davanti al Diligenti Racing.

Dominio incontrastato per Brad Freeman anche nel Trofeo Airoh Cross Test e nell’ X-CUP Motocross Marketing – Galfer; il pilota Beta fa segnare il miglior tempo in entrambe le classifiche. Vittoria per Riccardo Fabris invece nel Trofeo Eleveit,

il veneto vince davanti a Simone Cristini e Lorenzo Bernini.

2 visualizzazioni
 

Modulo di iscrizione

©2020 di worldrallyraid. Creato con Wix.com