• Redazione

Sei Giorni di Enduro '22 Le squadre italiane e il perchè dell'assenza degli uomini del Team Boano

Ogni tanto ci piace anche parlare di enduro oltre che di rally raid. Ancora di più vale la pena farlo se si tratta di Sei Giorni. L'evento internazionale quest'anno si correrà a Le Puy en Velay dal 29 agosto al 3 settembre e proprio ieri la Federazione italiana ha diramato questo comunicato in cui presentava le squadre che correranno in Francia:

L’Italia parteciperà all'ISDE 2022 da Campione in carica grazie alle storiche vittorie ottenute nell’ultima edizione della competizione – tenutasi a Rivanazzano (PV) - dove conquistò sia il Trofeo che il Trofeo Junior. La prossima Six Days sarà una competizione ricca di adrenalina e da seguire con il fiato sospeso dal primo all’ultimo momento. Da quest’anno anche nel Trofeo non esisterà il cosiddetto scarto: saranno validi i risultati di tutti i piloti. Diventa quindi ancora più importante l’affidabilità di moto e atleta. L’altra importante novità è data dal fatto che le rappresentative non avranno più l’obbligo di schierare almeno un pilota in ognuna delle tre classi E1, E2, E3. Per la 96° edizione della Sei Giorni il Commissario Tecnico FMI, Cristian Rossi, ha convocato:

TROFEO

Samuele Bernardini. Nato ad Arezzo il 08/02/1995. Moto: Honda. Team: Honda Red Moto Lunigiana Team. Moto Club: Lago d'Iseo. Classe ISDE: E1

Thomas Oldrati. Nato a Bergamo il 20/07/1989. Moto: Honda. Team: Honda Racing Red Moto World Enduro Team. Moto Club: G.S. Fiamme Oro. Classe ISDE: E1

Alex Salvini. Nato a Bologna il 05/09/1985. Moto: Husqvarna. Team: Jolly Enduro Team. Moto Club: Trial David Fornaroli. Classe ISDE: E2

Andrea Verona. Nato a Thiene (VI) il 22/04/1999. Moto: Gas Gas. Team: Gas Gas Factory. Moto Club: Gaerne. Classe ISDE: E1


TROFEO JUNIOR

Morgan Lesiardo. Nato a Cantù (CO) il 15/04/1999. Moto: Sherco. Team: CH Racing. Moto Club: Trial David Fornaroli. Classe ISDE: E1

Enrico Rinaldi. Nato a Iseo (BS) il 04/01/2001. Moto: Gas Gas. Team: GTG Motogamma. Moto Club: RS 77. Classe ISDE: E2

Claudio Spanu. Nato a Nuoro il 23/10/1999. Moto: Honda. Team: Honda Red Moto Lunigiana Team. Moto Club: Dorgali. Classe ISDE: E1

MOTO CLUB

Lorenzo Bernini. Nato il 13/10/2002. Moto: Beta. Team: Entrophy Motorbike Beta Junior Team. Moto Club: Lago d'Iseo. Classe ISDE: C2

Luca Colorio. Nato il 20/10/2005. Moto: Husqvarna. Team: Osellini Moto. Moto Club: Gaerne. Classe ISDE: C1

Kevin Cristino. Nato il 26/10/2003. Moto: Fantic. Team: Fantic Factory Team E50 Racing. Moto Club: Motor ASD. Classe ISDE: C1

Il Capo spedizione sarà il Coordinatore del Comitato Enduro, Franco Gualdi mentre i piloti saranno seguiti da Cristian Rossi e dai Tecnici FMI, Andrea Balboni e Alex Zanni. La formazione femminile della Maglia Azzurra Enduro verrà schierata in occasione dell'Europeo Enduro in programma il 29 e 30 ottobre a Rudersdorf (Germania), prova valida sia a livello individuale che a squadre.


Questa mattina il team Boano ha sentito la necessità di inviare un comunicato per spiegare come mai i suoi piloti non figuravano nelle due formazioni. Un ragguaglio che il boss, Jarno Boano, ha ritenuto indispensabile, soprattutto per placare le polemiche e le chiacchiere, sollevate a volte solo per un puro spirito polemico e senza fondamento alcuno.

Ecco quanto scritto da Jarno Boano:

"Buongiorno a tutti,

a seguito della presentazione della squadra Italiana per la ISDE 2022, per evitare speculazioni o errate informazioni, ci tengo a comunicare il motivo per il quale il nostro Team non ha dato la propria disponibilità. Il calendario di questa stagione tra Assoluti d’Italia e EnduroGP ci ha visti (tra aprile ed Agosto) e vedrà impegnati fino all’otto di agosto, con 12 gare, la maggior parte di due giorni, che si traducono in trasferte lunghe e molto serrate per tutti i membri del Team e piloti. Attualmente i nostri piloti sono a podio nelle quattro classi della EnduroGP e nella classe Youth oltre che leader in tre classi, e in una in seconda posizione, negli Assoluti d’Italia. Questo si traduce in un lavoro molto impegnativo sia a livello umano che a livello di budget. Questi motivi mi hanno fatto prendere, a malincuore, in accordo con i piloti, la decisione di rinunciare alla ISDE per recuperare “energie” e avere maggiore tempo per test ed allenamenti in vista del finale di stagione.

In futuro un calendario EnduroGP e Assoluti D’Italia più spalmato nell’anno ed il posizionamento delle data della ISDE a termine dei due Campionati potrà essere di aiuto a far sì che l’eventuale preparazione per una ISDE sia meno complicata ed impegnativa. Ci tengo anche a precisare che con la FMI non c’è stato nessun contrasto e nessun problema di eventuali supporti, ma una decisione a monte nostra per le spiegazioni appena date. Come sempre saremo disponibili, nel caso di convocazione dei piloti, a valutarne la fattibilità e partecipazione con la FMI, a partire dal prossimo anno, impegni e date permettendo.

In “bocca al lupo” alla Nazionale”

Jarno Boano.