• Elisabetta Caracciolo

Tutte le novità delle 2 prossime gare di Extreme E. In Sardegna la prossima settimana

Quattro mesi di digiuno. Senza nessuna gara di Extreme E per motivi contingenti legati alla guerra in Ucraina in parte e poi anche alle difficoltà logistiche di far quadrare questi eventi e il loro calendario con tante altre manifestazioni e impegni. Ora finalmente la Sardegna, in particolare Capo Teulada, sta per ricevere per il secondo anno consecutivo, le Series delle 4x4 elettriche e potrebbe essere l'unico appuntamento europeo del 2022 anche se...non è ancora detta l'ultima parola.

Ieri è stata presentata a Roma, da Aci, la tappa italiana, o meglio, le due tappe visto che per recuperare una prova, in Sardegna si correranno la seconda e la terza gara del campionato 2022, la prima mercoledì e giovedì, la seconda sabato e domenica. Un tour de force non da poco per equipaggi e soprattutto meccanici visto che il fondo durissimo di Capo Teulada non perdona - specialmente dato il periodo di siccità - e se andrà come lo scorso anno le Odyssey 21 potrebbero patire non solo qualche guasto ma soprattutto qualche rottura e vistoso danno. Ma procediamo con ordine e vediamo quali sono le novità salienti di queste gare.

1 - Cominciamo dalla tecnica visto che finalmente sulle Odyssey è stato montato un nuovo sistema di sterzo, sempre prodotto da Sparks, ma soprattutto sono state cambiate le sospensioni. Con un accordo avviato lo scorso anno proprio in Sardegna e firmato poi nei primi mesi del 2022, FOX è diventata la fornitrice unica degli ammortizzatori e nelle ultime settimane tutti i team si sono sottoposti a una sessione straordinaria di test proprio per valutare e settare le vetture con queste nuove sospensioni. Il feedback di tutti è stato molto positivo e solo due team devono ancora provare: sono JBXE di Jenson Button e Xite Energy e entrambi proveranno oggi e domani, a Capo Teulada. "Abbiamo testato con Extreme E nel deserto del Nevada e in Francia - ha detto Bobby Smith, FOX Director of Motorsports.- La nostra tecnologia Racing Applications Development (RAD) ha contribuito ai successi nella Baja 1000, al King of the Hammers, alla Mint 400 e altre importanti gare off-road. Ora è il momento per noi di applicare questa stessa tecnologia FOX alla Extreme E e mantenere alto il livello anche nelle condizioni più estreme in cui ci troveremo a correre in tutto il mondo con alcuni dei piloti più leggendari del panorama mondiale".

2 - La seconda novità riguarda proprio il team di Xite Energy che cambia radicalmente la sua composizione. A Neom, nella prima prova dell'anno, avevano corso Olivier Bennet e Tamara Molinaro perchè all'ultimo momento la pilota Klara Andersson era risultata positiva al Covid. La prestazione era stata molto buona e per questo è stata confermata Tamara Molinaro alla squadra mentre al posto di Bennet correrà Timo Scheider che come Tamara sarebbe il jolly di questa specialità, colui cioè che sale in macchina in sostituzione se qualcuno si fa male, è assente o ha qualche impedimento a partecipare alla gara. Quindi se è vero che il nuovo equipaggio Xite sarà composto dai due ottimi piloti, è vero che bisognava trovare un rimpiazzo per i due joker, uomo e donna e così sono saltati fuori due nomi che a noi in Italia forse non dicono molto. Il jolly maschile in Sardegna sarà Fraser McConnell - giamaicano proveniente dal mondo del rallycross - e Klara Andersson - assente appunto a Neom e sostituita allora dalla Molinaro - diventerà il jolly femminile.

3 - Molly Taylor non correrà in Sardegna. La pilota australiana che subito prima della gara in Arabia Saudita si era vista defenestrare dal team campione RXR di Nico Rosberg finendo poi con Kevin Hansen nella squadra di Jenson Button ha annunciato che non potrà essere presente alle due gare sarde ma non si sa se la sua assenza sarà definitiva o meno. In attesa di saperne di più possiamo confermare che al suo posto correrà Hedda Hosas, giovanissima pilota norvegese che aveva preso il posto di Christine GZ dopo che l'italiana si era fratturata il piede nel terribile capotamento a inizio stagione a Neom, con il team Veloce.

4 - La sede dell’Automobile Club d’Italia, in via Marsala a Roma, ha ospitato ieri la conferenza stampa di presentazione dell’Island X Prix. Si correrà di nuovo nel Sulcis Iglesiente, nell’Area Addestrativa dell’Esercito di Capo Teulada e la manifestazione nell’ambito del progetto “Isola degli Sport” gode della partnership con l’Assessorato al Turismo della Regione Sardegna ed è co-organizzata dall’Automobile Club d’Italia, che si affida in loco alla professionalità dell'Automobile Club Sassari e all’esperienza di Tiziano Siviero, ex navigatore due volte campione del mondo rally che anche stavolta ha disegnato, in collaborazione col team di Extreme E, il tracciato della gara. Si tratta di un anello di circa 7 km, che sfrutterà appieno dislivelli e asperità naturali del compatto e insidioso terreno teuladino, reso ancora più ostico dalle alte temperature previste per la settimana della gara.