• Elisabetta Caracciolo

X44 la più veloce nelle prove libere, e domani il via alle qualifiche. Extreme E is back

Sebastien Loeb e Cristina Gutierrez sono stati i più veloci oggi nelle prove libere della nuova stagione di Extreme E. Una prima presa di contatto con la Odyssey 21 versione 2022 in realtà, che ha visto l'equipaggio della squadra di Lewis Hamilton collezionare una serie di soddisfazioni. Alle loro spalle la vettura di Andretti con Timmy Hansen e Catie Munnings. Oggi gli equipaggi, dieci quest'anno, sono finalmente risaliti a bordo per controllare e scoprire, dopo averlo fatto a piedi, il percorso tracciato di Neom in Arabia Saudita.

Il terreno di gara non sarà dei più semplici perchè ci sarà sì sabbia ma anche tante rocce e chi ha corso la Dakar lo scorso anno si ricorda bene questa zona resa impopolare proprio per le tante forature. Dieci i team iscritti al campionato - descritti nel post precedente, di ieri 17 febbraio - che si misureranno con un percorso di poco più di 7 chilometri da ripetere appunto per due volte, come sempre accade nella Extreme E: una volta per uno, per ogni elemento dell'equipaggio.

Le regole sono cambiate e non poco quest'anno a cominciare dalle qualifiche che si disputeranno domani alle 11 dell'Arabia Saudita e poi di nuovo alle 15, quando da noi sarà appena mezzogiorno.

Ma cerchiamo di capire come cambiano i giochi per quanto riguarda qualifiche, semifinali e finali.

Cominciamo dalle qualifiche, previste per domani appunto, che lo scorso anno si disputavano con una vettura alla volta in pista, in gruppi da tre, e che questa volta vedranno per la prima volta nel corso del weekend fronteggiarsi tutti gli equipaggi insieme, o meglio, cinque in una prima qualifica e poi altri cinque sempre in una prima qualifica e poi di nuovo. La posizione al termine delle qualificazioni determinerà un certo numero di punti validi per la Q1 e la Q2: questi punti andranno a sommarsi all'interno di una classifica intermedia che deciderà in che ordine gli equipaggi accederanno alla Semifinale 1 oppure alla due o alla Crazy Race. I primi due team di ogni semifinale e il vincitore della Crazy Race passeranno in una finale che si conferma a cinque.

La scelta dei singoli piloti alla guida sarà tenuta segreta fino al momento di schierarsi al via per evitare appunto strategie da parte degli avversari e lo switch, il cambio alla fine del primo giro resterà esattamente com'era lo scorso anno. Non cambia neanche il famoso Hyperdrive (che si attiva con una semplice pressione su un bottone posto sul volante), un incremento di potenza che ogni pilota potrà utilizzare per pochi secondi nel corso del suo giro per allungare o sfruttare il suo eventuale vantaggio a discapito dei suoi avversari. Ecco come si svolgeranno le singole giornate di gara e come verranno assegnati i punti. Sabato mattina - 1. batteria di qualifica (le posizioni di partenza nella prima qualifica verranno stabilite attraverso una lotteria). Sabato pomeriggio - 2. batteria di qualifica e la partenza questa volta avverrà in base ai punti raccolti nella prima batteria della mattina. Secondo una classifica Intermedia, che non contribuirà ai punti complessivi del Campionato, saranno assegnati alla fine di ogni batteria cinque punti al primo, 4 punti al secondo, 3 al terzo, 2 al quarto e uno al quinto.

La somma dei punti delle due qualifiche determinerà una classifica assoluta intermedia che annuncerà anche l'accesso alle semifinali di ogni team. In questo caso la suddivisione avverrà con il primo al traguardo che accederà alla semifinale 1 mentre il secondo e il terzo alla semifinale 2 e poi ancora il quarto e il quinto alla prima semifinale e infine il sesto alla seconda. Gli ultimi quattro classificati andranno direttamente nella Crazy Race che da tre equipaggi passa a quattro.

Domenica : i primi due equipaggi al traguardo della prima semifinale accederanno alla finale, così come i due primi della seconda semifinale e il vincitore della Crazy Race L'assegnazione dei punti a fine giornata, domenica, vedrà 25 punti al vincitore scendendo poi a 18 per il secondo classificato, 15 per il terzo, 12 per il quarto, 10 per il quinto.

Tutti gli equipaggi prenderanno punti, anche l'ultimo della Crazy Race che rientrerà dal weekend con un punticino, contro i due del terzo della Crazy race e i 4 del secondo.