• Redazione

Al Attiyah il più veloce nella super stage all'Andalucia Rally ma domani ha scelto di partire 3°

Saranno stati i nuovi colori della sua Toyota, violetto Qatar, sarà stata la nuova livrea o la voglia di mettersi subito in luce nella gara vinta già lo scorso anno alla prima edizione, ma davanti a tutti nella categoria auto, al termine degli otto chilometri del prologo dell'Andalucia Rally ci sono proprio Nasser Al Attiyah e Mathieu Baumel. Il loro tempo, inferiore a quello della moto più veloce, è di 5'50" ed è bastato per mettersi dietro la Mini del pilota lituano, Vladimir Zala, staccata di soli 3". Terza posizione per Carlos Sainz e Lucas Cruz che dopo qualche annetto di assenza tornano al volante di una 4WD, sempre Mini e sempre X Raid. Sainz si preoccupava di doversi riabituare a questo tipo di guida ma bisogna dire che non gli è servito molto tempo - oltre allo shakedown di ieri - visto che ha chiuso con nove secondi dal pilota del Qatar, stando quindi sotto i 6 minuti. Guillaume De Mevius non ha tardato a mettersi in luce con l'OT3 che guida in questa gara, dopo essere passato al team dell'amico di famiglia, Jean Marc Fortin, e ha ottenuto il quarto posto assoluto, primo dei T3, con 11" di distacco dal primo. In un primo momento - i T4 partivano in coda alle T1 e ai T3 - la classifica vedeva ben cinque T3 nei primi dieci e così è rimasta la situazione fino alla fine del prologo. Alle 19 i primi dieci classificati hanno scelto, come da regolamento, la loro posizione di partenza e la strategia applicata dai top driver è stata interessante. Yazeed Al Rajhi ottavo al prologo ha scelto la prima posizione e nessuno gliel'ha poi portata via nel corso della selezione. Alle sue spalle, secondo, domani mattina partirà Carlos Sainz e dietro di lui Nasser Al Attiyah che ha spiegato come per la prima speciale, in questo genere di gara, non sia mai un bene partire davanti a tutti "se gli altri davanti sono veloci, e in questo caso lo sono, non avrò polvere e potrò gestire bene il mio ritmo". La terza posizione era stata scelta prima di Al Attiyah da Vladimir Vasilyev, il primo a scegliere, avendo finito decimo, poi da Vladimir Vala. Tutti i piloti dunque, dopo la scelta - ultimo a farla - del pilota Toyota del Qatar, sono scesi di una posizione. Quarto domani mattina partirà Vala, seguito da Vasilyev e poi da De Mevius; alle loro spalle Seth Quintero, settimo davanti a Mitchell Guthrie, con Cristina Gutierrez nona e Rui Carneiro decimo. I primi cinque al via dunque, sono tutti T1, mentre dal sesto in poi entriamo nel regno dei T3.

La tappa di domani prevede un percorso complessivo di 317 chilometri con un primo trasferimento di 29 chilometri fino al primo tratto selettivo di 67 chilometri. Una neutralizzazione di 26 chilometri accompagnerà i piloti alla seconda ps da 56 chilometri al termine della quale si rientrerà al paddock con 40 chilometri di trasferimento.

Foto: ASO - Andalucia Rally