• Elisabetta Caracciolo

Sam Sunderland affianca Daniel Sanders in GASGAS nel 2022: ottima opportunità per tornare a vincere

Quale chiave di lettura va adottata per questa notizia, arrivata oggi fresca fresca? I risvolti e i perchè di questo passaggio sicuramente sono molti, e la maggior parte celata ai più, ma possiamo sicuramente ragionarci sopra. Cominciamo dalla notizia pura e semplice: Sam Sunderland dopo lunga militanza in KTM passa alla squadra GASGAS Factory Racing e affianca per la prossima stagione 2022 l'australiano Daniel Sanders in sella alla RC 450F.

Quello che non è chiaramente specificato è se questo passaggio avverrà dopo la Dakar o se il britannico vestirà già di rosso a inizio gennaio in Arabia Saudita e la comunicazione in effetti, lascia un po' in sospeso questo aspetto anche se Sam stesso annuncia che spera di vincere e di regalare alla GASGAS il primo successo in quella che è la competizione più importante di questo mondo. Quindi diamo per assodato che correrà da adesso in poi in rosso.

Di sicuro c'è che Sunderland, 32 anni, vincitore della Dakar nel 2017 e primo nel Mondiale FIM Cross-Country Rallies nel 2019, e terzo in Arabia nell'edizione 2021 ha voglia di rimettersi in gioco e forse, restando in KTM, non avrebbe avuto troppe chances di farlo. Dal canto suo Daniel Sanders è stato riconfermato almeno per un altro anno, e a 27 anni, dopo una sola stagione, tra l'altro estremamente positiva visto che ha chiuso il Mondiale con un terzo posto dopo il quarto alla Dakar di quest'anno, quella d'esordio per lui, si tratta davvero di un ottimo risultato. Entrambi parteciperanno alla Dakar, ovviamente, 2022 e anche al Campionato FIM di specialità il prossimo anno e di sicuro le cose in GASGAS andranno meglio che in KTM. Non si può negare infatti, che l'atmosfera che si respira nel team austriaco non sia delle migliori e la situazione purtroppo va avanti così da qualche tempo. Il famoso spirito di squadra che dovrebbe aleggiare su ogni team, e che per esempio è abbastanza forte in Honda, non esiste più in un gruppo di piloti in cui uno domina su tutti gli altri. L'atmosfera sarà molto più tranquilla, per non dire serena, in GASGAS e lo stesso Sanders si è già dichiarato felice di condividere questa esperienza con un pilota talentuoso ed esperto come appunto il britannico. Dice giusto il manager del GASGAS Rally Team, Norbert Stadlbauer: "I due piloti si trovano in questo momento in due fasi diverse delle loro carriere ed entrambi hanno tutte le capacità per vincere ancora: Sam è un vero esperto e la sua carriera, i suoi successi, parlano per lui mentre Daniel ha imparato in poco tempo ed è veloce, motivato e capace, esattamente come Sam. Ci aspettiamo grandi cose da loro" e di sicuro così sarà, soprattutto ora che Sunderland potrà agire liberamente e tornare a vincere senza più sentirsi schiacciato da qualche presenza un po' troppo...invadente e schiacciante.