• Redazione

Africa Eco Race 2022: l'Italia è la nazione con il più alto numero di concorrenti

Non succedeva dai tempi delle Dakar degli anni Ottanta, quando Francia e Italia si contendevano il record di iscrizioni nella lista dei partecipanti. E questa volta l’obiettivo è stato centrato: l’Italia sarà la nazione con il numero più alto di concorrenti e 19 di questi correranno su due ruote. Un’Africa Eco Race sulla quale sventola la bandiera italiana sopra ogni altra e c’è da essere fieri e orgogliosi di questo traguardo. I nostri piloti hanno risposto prontamente all’appello del Continente africano e sono tutti pronti a presentarsi al primo atto ufficiale della competizione, sabato 15 ottobre, alle verifiche di Mentone.

Tutti gli italiani infatti, affronteranno l’iter amministrativo e tecnico nella giornata di sabato, allo Stade Rondelli, sul lungomare di Mentone e la sera stessa prenderanno il via da Montecarlo, alle 19, nel piazzale che in tutti questi anni ha ospitato la partenza della gara, in Quai Antoine I.

Il primo ad affrontare le operazioni preliminari sarà il team Orobica Raid che si presenta in forze alla 14 edizione dell’Africa Race. Due moto, quelle di Fabio Vettore e Bruno Arcuri, e un camion in gara che rivede insieme la coppia formata da Giulio Verzeletti e Giuseppe Fortuna, a bordo del Mercedes Unimog.

Per la prima volta al via ci saranno Giuseppe Pozzo, Paolo Bellini, Francesco Tognato, Giulio Ciabatti, Massimiliano Guerrini, Lucio Belluschi, Alessandro Madonna, Wolfang Piccardo, Salvatore Di Benedetto, Francesco Puocci, e appunto i già citati Vettore e Arcuri.

Ci sono poi due presenze di spicco fra i ‘debuttanti’ e cioè Maurizio Gerini che dopo 5 Dakar decide di sperimentare le vie africane e partecipa in sella alla Husqvarna 450 del team Solarys, e Francesca Gasperi, al via nelle fila del team RS Moto di Simone Agazzi, che in sella alla Honda 450RX Rally sarà l’unica donna presente nella categoria delle moto. Nello stesso team del bergamasco torna anche Stefano Chiussi.

Ritorna naturalmente a difendere le sue ultime due vittorie Alessandro Botturi che esordisce all’Africa Race con la Ténéré 700 di Yamaha Europe e al suo fianco ci sarà lo spagnolo, Pol Tarres. Il Ténéré World Raid Team schiera una bella truppa capitanata da Manuel Lucchese, manager, ma non sarà l’unico in sella alla bicilindrica della Casa dei Tre Diapason. Con la Ténéré infatti, anche Belluschi e Piccardo, oltre a Sasà Di Benedetto.

Altra presenza importante quella di Nicola Dutto (KTM) di nuovo al via con la sua squadra Banca Mediolanum Race Team e due angeli custodi, spagnoli che si occuperanno di lui per tutta la durata della gara.

Agli oltre venti concorrenti italiani si affiancheranno anche Andrea Tronconi e Alberto Bertoldi, anche loro al debutto nella AER, che correranno con un team olandese, QFF, al volante di un Can Am nella categoria Xtreme Race riservata appunto ai SidebySide.

Il Team Solarys di Castiglion Fiorentino oltre a Maurizio Gerini porterà in gara anche Massimiliano Guerrini e supporterà Stefano Turchi, che ha già corso diversi anni fa all’Africa Race, e Giulio Ciabatti.

Il paddock di Mentone, così come la partenza da Montecarlo, sarà aperto al pubblico.