• Redazione

Andalucia Rally: fra dieci giorni il via in Spagna

Aggiornamento: mag 10

Fra esattamente dieci giorni prende il via la seconda edizione dell'Andalucia Rally, organizzato dalla ODC di David Castera e Jordi Balbe, in Spagna. La gara europea si terrà dal 12 al 16 maggio con validità per la Coppa del Mondo CCR FIA nella città di Villamartin e come lo scorso anno il bivacco sarà allestito all'interno dell'azienda Estancia El Rosalejo.

Le giornate dell'11 e 12 maggio sono state consacrate dagli organizzatori allo shakedown e alle verifiche amministrative e tecniche oltre a un prologo destinato a tutte le categorie in gara, previsto per il pomeriggio del 12 maggio. Quattro giorni poi di gara, con quattro tappe che sono state tracciate in queste ultime settimane dall'equipe delle ricognizioni e speciali che misureranno fra i 200 e i 400 chilometri al giorno, sempre ad anello, con partenza e arrivo dallo stesso posto. In totale i piloti affronteranno 1629 chilometri di cui 1244 di prove speciali con la tappa più lunga il venerdì 14, con una speciale da 381 chilometri, e la più corta - escluso il prologo - giovedì 13 con 257 chilometri di settore cronometrato.

Ai piloti verrà consegnato venti minuti prima del controllo orario di partenza del trasferimento un road book già colorato mentre solo le auto FIA saranno dotate del formato elettronico. Nonostante questo sul percorso si potranno trovare delle frecce e fettucce per aiutare i meno esperti nella navigazione. Oltre a questo i concorrenti saranno dotati anche di una balise Smalltrack che permetterà all'organizzazione di seguire i piloti in gara e sapere sempre la loro posizione. Per i concorrenti moto tra l'altro il rally spagnolo sarà qualificativo per la Dakar visto che i partecipanti dovranno iscriversi alla categoria "Road To Dakar"e a loro disposizione avranno anche un coach che si occuperà di aiutarli e istruirli su quelli che sono i principali segreti, oltre alle astuzie da adottare sui rally raid. Le categorie accettate in gara sono :

AUTO

  • Coppa del Mondo FIA T1, T2, T3 et T4

  • Open : per le auto fuori regolamento FIA e Dakar

MOTO

  • Moto/Quad : per i piloti confermati e già esperti nei rally raid.

  • Enduro Cup Moto/Quad : per coloro che scopriranno i rally raid con una moto d'autonomia limitata a 90 km (quantità che deve garantire la percorrenza di 120 km).

SIDE BY SIDE

  • OPEN : per gli SSV fuori regolamento FIA e Dakar e una autonomia di 90 km.

C'è grande curiosità intorno ai partecipanti al rally, la cui lista non è stata ancora pubblicata, ma si sa per certo che dovrebbe essere al via il team ufficiale X Raid, con Laia Sanz al volante di una Mini JCW Rally - fra gli altri piloti del team tedesco - Christine Giampaoli Zonca oltre ovviamente alle Toyota Overdrive. Fra le moto è certa la partecipazione di diversi piloti blasonati fra cui Franco Caimi che ha appena firmato con il team Hero, ma anche l'Italia arriverà sul posto con un bel gruppo di moto. Il solo team Solarys ne schiererà ben otto al via e fra loro anche il debuttante Francesco Puocci insieme a Jacopo Cerutti, Paolo Lucci, Mattia Riva, Aldo e Andrea Winkler, Jader Giraldi e Ugo Peila.

A chi si iscriverà alle tre gare - a marchio David Castera - e cioè questo Andalusia Rally, il Marocco in ottobre e poi la Dakar, ASO propone uno sconto che verrà applicato sulla tariffa della gara di gennaio 2022 in Arabia Saudita: 3100 euro per le moto e i quad e i piloti amatori, e 4000 per le categorie T3 e T4. Lo sconto scende a 1900 per moto/Quad e 2600 € T3/T4 se si corrono solo due gare (Marocco e Dakar) e si riduce a 1200€ e 1400 € rispettivamente se si corrono solo l'Andalucia Rally e poi la Dakar.

Importante : è obbligatorio per tutti i partecipanti, piloti, manager, assistenza, presentare un test PCR anticovid negativo realizzato al massimo 72 ore prima dell'arrivo in Spagna. Presentando il documento all'entrata dell'Hacienda si riceverà un braccialetto COVID che permetterà l'accesso alla gara e a tutte le zone comuni della stessa.