• ufficio stampa

Brad Freeman conquista la sua prima prova 2021 a Piediluco. Alle sue spalle Oldrati e Verona

È andata in scena oggi, sabato 24 aprile, sulle rive del lago di Piediluco, la 4. prova del Campionato Assoluti d’Italia Enduro Borilli Racing – Ufo Plast 2021. A trionfare in questa prima giornata di gara è stato il porta colori di Betamotor, Brad Freeman che, dopo un inizio di stagione così così, ha trovato finalmente la prima prestazione di rilievo in provincia di Terni.

La gara, organizzata in maniera eccelsa dal Moto Club Racing Terni, è partita alle 8,30 dal Circolo Remiero della frazione di Piediluco dove gli uomini del presidente Ortenzo Sanguinato, oltre la partenza, hanno predisposto anche il parco chiuso, la segreteria di gara e il paddock, allietando, così, la vista di tutti gli addetti ai lavori e accompagnatori dei piloti.

Un plauso va a tutto lo staff impegnato a mantenere alto il rispetto verso le norme anti-contagio, garantite sia il venerdì sia il sabato grazie ad alcuni accorgimenti diventati ormai consuetudine in ogni gara dei campionati gestiti da Italiano Enduro: per le O.P. a ogni pilota è stato assegnato un orario mentre l’ingresso al paddock e alle speciali è stato limitato solo a chi in possesso di regolare PASS.

Il giro lungo 45 km, ripetuto quattro volte nella giornata odierna, è diviso in due settori e presenta tre prove speciali. Dopo 5km dalla partenza i riders si sono trovati di fronte l’Estrema X-CUP Motocross Marketing – Galfer; disegnata sullo stesso terreno in cui sorgeva l’extreme del Mondiale del 2008, che ha visto girare i più veloci sotto il minuto e trenta e ha incoronato, come vincitore della 4. prova del Trofeo X-CUP Motocross Marketing – Galfer, Brad Freeman, che allunga nella generale.

Usciti dalla prima ps i piloti sono entrati all’interno dell’Airoh Cross Test, realizzato su un prato enorme privo di pietre e con la presenza di divertenti sali e scendi; qui il più veloce a fine giornata è stato l’inglese Daniel McCanney che vince la quarta prova del Trofeo Airoh Cross Test grazie alla somma dei quattro passaggi del CT a suo favore.

Lo Scott Enduro Test, lungo 5.5 km, ultima speciale del giro, si districa lungo una strada bianca e presenta qualche passaggio in mulattiera e varie chicane.

Il britannico in sella alla RR 300 2T di Rignano dell’Arno, ha preferito riscaldarsi bene, affrontando le prime due speciali con precauzione, prima di attaccare la testa della classifica. L’attacco nei confronti del giovane campione del Mondo, Andrea Verona (GASGAS) è iniziato alla fine del primo giro con la vittoria della linea ed è proseguito fino al secondo giro quando Freeman si è preso il primo posto per non mollarlo più fino alla fine: otto speciali vinte, sulle dodici a disposizione, e +20 secondi dal secondo classificato Thomas Oldrati (Honda RedMoto).

Il poliziotto bergamasco, reduce dalla vittoria assoluta nel round italiano del Campionato Europeo lo scorso weekend, vince per la terza volta consecutiva la 450 su Alex Salvini (Honda S2 Motorsport) e Nicola Recchia (GASGAS), e riesce ad avere la meglio nella classifica assoluta, dopo una bella lotta durata tutta la giornata, su Andrea Verona, vincitore nella 250 4T.

Il vicentino della GASGAS mette il suo nome davanti a quello di Matteo Cavallo (TM – Boano) per la prima volta nel 2021. Terza piazza, nella combattutissima 250 4T, per il rientrante Davide Soreca (Husqvarna).

Prestazione di rilievo per il belga Antoine Magain (Sherco) che conclude quarto assoluto e secondo nella classe Stranieri dove precede, per soli quattro secondi, il compagno di team Daniel McCanney; solo nono assoluto il dominatore in terra sicula Wil Ruprecht (TM – Boano). Nella 125 quarta vittoria per Davide Guarneri (Fantic – E50 Racing) che ha la meglio su Giuliano Mancuso (Fantic – D’Arpa Racing) e Roberto Rota (KTM).

Lorenzo Macoritto (TM – Boano) vince e prende il largo nella 250 2T dove ad accontentarsi nuovamente della medaglia d’argento è il poliziotto Maurizio Micheluz (Husqvarna – Osellini). Terzo Guido Conforti (Husqvarna – Garaffi).

Torna alla vittoria, nella classe 300, Gian Luca Martini (Betamotor) che centra la ventesima posizione assoluta e aggancia nella generale Thomas Marini (TM – Boano), oggi secondo davanti a Michele Musso (Sherco Bike&co).

La classe Junior è sempre più affare di Matteo Pavoni (TM – Boano)! Il giovane alfiere del Team Boano domina su Enrico Rinaldi (GASGAS – GTG Motogamma), primo nel Trofeo Eleveit che comanda a punteggio pieno; terza piazza per Manolo Morettini (KTM).

Lorenzo Bernini (KTM – TNT Corse) è il terzo vincitore diverso, in quattro gare, nella combattutissima classe Youth. Alle sue spalle, a soli 10 secondi, Riccardo Fabris (Fantic – Jet Racing), primo nella generale. Terzo Gabriele Pasinetti (Beta).

Terza vittoria consecutiva per Filippo Moletta (Husqvarna) sia nell’assoluta di giornata che nella classe Senior della Coppa Italia Borilli Racing-Ufo Plast 2021. Tra i Major si afferma nuovamente Mirko Colombo (KTM). Nella Junior al primo posto troviamo Alessio Beccafichi (KTM) e al secondo Federico Trabucco (KTM). Tra i più giovani conquistano il gradino più alto Alessandro Guerra (GASGAS) nella Cadetti e Luca Colorio (Vent) nella Codice. Niente estrema oggi per gli atleti della Coppa Italia che dovranno però affrontarla domani.

Nella Coppa FMI Borilli Racing-Ufo Plast 2021 vincono Andrea Cervellin (Honda – Specia) nella 4 Tempi e Andrea Gheza (Beta) nella 2 Tempi.

L’appuntamento è per domani a partire dalle ore 8,30 per la quinta tappa degli Assoluti d'Italia

.