• Elisabetta Caracciolo

Cambiamenti nel regolamento FIA T1 e T3 a partire dalla Dakar2022

Al termine della Dakar 2021 la polemica contro i due ruote motrici, i cosiddetti buggy e i loro pneumatici maggiorati, si era fatta più accesa che mai e già a febbraio la FIA e ASO erano corse ai ripari con una riunione allargata ai principali team e costruttori. Ne era emerso un quadro che ieri è stato reso ufficiale nel corso della diretta streaming di presentazione della Dakar del prossimo gennaio.

Più che di cambiamenti si parla di novità, fatta eccezione la classe T3 che invece ha subito delle trasformazioni regolamentari e che d'ora in poi vivrà da sola - questa almeno la promessa - e non più accorpata alla T4.

Andiamo per ordine, cominciando dalla T1, e cioè quella che David Castera, direttore generale della Dakar ha riconosciuto come la classe regina dei rally raid. Dal primo marzo 2021 è stato pubblicato il nuovo elenco categorie, con tutte le novità del caso.

Alla T1.1 e T1.2 si aggiunge dunque la T1+ che contiene diverse novità. Prima di tutto deve avere quattro ruote motrici, può essere più larga, raggiungendo i 2,3 metri contro i 2metri della T1.1 e i 2,2m della T1.2, un'altezza da terra ancora da definire, una escursione delle sospensioni da 350 mm contro i 280 delle T1.1 e nessun limite delle T1.2, un diametro massimo dei pneumatici di 37" esattamente come i buggy, due gomme di scorta, e un peso minimo della vettura di 1950 kg. Questi gli aspetti salienti, come da specchietto qui in alto, pronti ad entrare in vigore nel 2022. In realtà Castera ieri aveva parlato della restrizione della brida, che compare qui sopra, ma aveva anche detto che avrebbero avuto una potenza limitata rispetto agli altri, cosa che però al momento non si evince da questo quadro.

Accanto alla T1+ viene creata la T1E che come si può notare contiene quattro sottocategorie, una prevista dal 2022 e le altre dal 2023. La sola EREV diventerà attiva il prossimo anno e salta agli occhi fra le tante norme quella che impone la stessa autonomia delle altre vetture: 500 chilometri in speciale e 200 su strada (trasferimento).

Tutti i veicoli avranno la velocità massima limitata a 170 km/h.


La EREV, Extended Range Electric Vehicle farà la sua comparsa nel nuovo Campionato del Mondo FIA (campionato del quale non si è fatta una singola parola nel corso della presentazione della Dakar) nel 2022 e si scopre da quest'ultimo specchietto che verranno stanziati dei finanziamenti - incentivi - per i TE ma anche per i veicoli d'assistenza a bassa produzione di emissioni nocive.

La T3 invece subisce dei mutamenti più rilevanti: fa la sua comparsa il cambio che potrà venir montato sui veicoli - Prototipi leggeri - mentre il motore verrà dotato di brida ma la velocità potrà passare dagli attuali 130 km/h ai 140 km/h. In questo modo T3 avrà una sua categoria e classifica e lo stesso accadrà ai T4 che non dovrebbero invece subire grandi trasformazioni o ritocchi a livello regolamentare.