• Redazione

Con le tasche piene di sabbia. Esce l'Edizione Limitata del libro del 2017, ma qualcosa è cambiato

Nel novembre 2017 era uscita la prima edizione di Tasche piene di sabbia. Il sottotitolo recitava Dakar e altri rally racconti straordinari e semiseri e il libro conteneva esattamente questo : una serie di aneddoti fatti di vita vissuta, scritti da chi quelle avventure le aveva veramente vissute. Scritto da Elisabetta Caracciolo, giornalista freelance che da oltre 32 anni segue i rally raid, il testo aveva esaurito la prima edizione in soli 4 mesi. Poi ad aprile 2018 era arrivata la seconda edizione e anche tutte quelle copie erano andate esaurite.

Un successo sorprendente per un argomento così di nicchia che ancora oggi va avanti.

Nella pagina finale di Tasche piene di sabbia l'autrice aveva vergato a mano una promessa: scriverne presto un secondo e ora i tempi sono maturi. La gestazione è stata lunga, così come la raccolta del materiale gelosamente custodito nel suo archivio, in gran parte cartaceo, ma il secondo libro vedrà la luce entro il 2022.

Per preparare al meglio la sua uscita ecco dunque arrivare un progetto speciale. La terza edizione di Tasche piene di sabbia, anzi, in realtà una Special Edition, ovviamente a tiratura limitata, con qualche novità.

Innanzitutto la separazione dall'editore, L'Orto della Cultura, che aveva curato e affiancato la prima e la seconda edizione. Per questioni burocratiche e legali il libro ha subito i suoi primi cambiamenti nella copertina e nel titolo. Al posto di Marc Coma e della foto messa a disposizione da Red Bull e KTM, scattata durante la Dakar del 2014, nell'undicesima tappa, è

stata scelta una foto abbastanza diversa, soprattutto per il suo significato. Invece di un grande campione, e un professionista, nonchè pilota ufficiale, si sono scelti dei piloti privati, i cosiddetti privatoni, quelli che fanno tutto da soli, corrono, si fanno assistenza, si cavano d'impaccio in qualsiasi situazione aggiustandosi la moto come possibile.

La gara in questione è l'edizione del 2008 della Heroes Legend conosciuta in Italia come Leggenda degli Eroi organizzata dall'olandese Roel Den Braven e che all'inizio aveva visto anche la compartecipazione di Hubert Auriol. Una gara di regolarità in realtà, che riportava però tutti gli equipaggi sulle vecchie piste della Dakar africana, dall'Europa al Marocco passando per la Mauritania e poi il Senegal, fino alle rive del Lago Rosa.

Ancora deserto, ancora Mauritania, e ancora moto, ma soprattutto ancora sabbia e dune.

Il titolo doveva obbligatoriamente essere cambiato e così, per non stravolgerne il suo significato, si sono aggiunte solo due piccole particelle, grazie anche al consiglio di alcuni amici e amiche.

All'interno ci sono molte altre sorprese, ben 8 pagine di foto in più, sempre inerenti ai contenuti e una chicca: il road book originale, scritto a mano, della seconda Dakar, allora chiamata 2° Rallye Oasis Paris Dakar che partì dal Trocadero a Parigi il primo gennaio del 1980 e si concluse a Dakar il 23 dello stesso mese. Diecimila chilometri di cui poco più di 4000 di prove speciali. Partirono in 216 quell'anno e fra loro anche il trevigiano Dante Favaro, in moto, che per tutto questo tempo ha conservato intonsa la sua copia del road book. Allora non c'erano road book per ogni singola tappa, ma un tomo da enciclopedia, in formato A4, alto 7 centimetri che conteneva le note di tutta la gara. Dante me lo ha prestato e io ho colto al volo l'occasione.

Anche il testo ha subito qualche modifica perchè sul retro di copertina, nel colophon è riportata la frase Finito di stampare nel maggio 2022 e quindi non si poteva più ragionare come se fosse ancora il 2017. Allora la Dakar si correva in Sud America mentre oggi si corre in Arabia Saudita, quindi erano inevitabili alcuni aggiornamenti.

Queste le principali novità...le altre starà ai lettori scoprirle.

Non potendolo chiamare terza edizione, e non volendo ricominciare il ciclo con la prima edizione ecco che si è pensato a una Edizione straordinaria. La tiratura sarà di sole 500 copie, tutte numerate una per una, e costituirà una chicca per tutti gli appassionati del settore. Finite le 500 copie non verrà più ristampato, anche perchè in quel momento ci sarà già il nuovo...sul titolo però non possiamo ancora dire nulla. Vietato spoilerare !