• Elisabetta Caracciolo

Extreme E: come funziona, le regole, gli equipaggi, le auto...Con l'idea di salvare il pianeta

Mancano tre giorni al via del Desert XPRIX, prima prova valida per il neonato Campionato Extreme E riservato alle propulsioni elettriche off road (electric off roading series). Una stagione 2021 che inizierà nel weekend di Pasqua in Arabia Saudita, nella zona di Al Ula, a Wadi Rum, e proseguirà poi in Senegal, sulle rive del Lago Rosa il 29 e 30 maggio, il 28 e 29 agosto in Groenlandia a Kangerlussuaq, in Brasile a Santarem il 23 e 24 ottobre per concludersi in Argentina in Tierra del Fuego a dicembre, nei giorni 11 e 12.

CHI

Inizialmente erano otto gli equipaggi partecipanti ma all'ultimissimo momento - due giorni fa - si è venuta ad aggiungere la JBXE di Jenson Button insieme alla Lotus Engineering che fungerà da sponsor tecnico della squadra.

ABT Cupra XE : team tedesco che schiererà all'interno dell'abitacolo Claudia Hürtgen e Mattias Ekström.

ACCIONA SAINZ XE TEAM : spagnolo al 100 per cento il team vede insieme al debutto Carlos Sainz e Laia Sanz che si cimenta nella guida di un mezzo del genere per la prima volta nella sua carriera.

ANDRETTI UNITED EXTREME E : la squadra messa insieme dalla Andretti Motorsport e dalla United Motorsport schiererà al via Timmy Hansen e Catie Munnings.

HISPANO SUIZA XITE Energy Team : un mix fra Spagna e Regno Unito con Oliver Bennet e Christine Giampaoli Zonca affiancati in questa nuova avventura.

JBXE : l'ultima arrivata con nientemeno che Jenson Button, il pilota di Formula 1 proprietario anche del team, affiancato da Mikaela Ahlin Kottulinsky.

ROSBERG X Racing : di nuovo un pilota di Formula 1 che questa volta però si limita a dirigere il team. Nell'abitacolo ha inserito Johan Kristoffersson e Molly Taylor.

SEGI TV GANASSI Team: il mitico Chip Ganassi decide di cimentarsi anche in questa nuova disciplina e lo fa con un suo team che unirà in pista Sara Price e Kyle Leduc.

VELOCE RACING : Stephane Sarrazin e Jamie Chadwick formano l'equipaggio di questa squadra targata Gran Bretagna.

X44 : anche in questo caso grossi nomi fianco a fianco e non solo visto che questa è la squadra voluta e creata dal pluri iridato campione di Formula 1 Lewis Hamilton. E' con questa squadra infatti, che correrà Sebastien Loeb, il nove volte campione del mondo rally, e Christina Gutierrez, incontrata nella Dakar di quest'anno con il team OT3 Overdrive.

LA VETTURA


Odissey 21. Sarà la stessa vettura per tutti, o meglio, la stessa base da cui partire per tutti gli equipaggi in gara. Questo mezzo è un SUV elettrico presentato per la prima volta nel luglio del 2019 che è venuta poi progredendo negli anni attraverso lo sviluppo portato avanti da più team. All'epoca Alejandro Agag, fondatore e CEO del Campionato aveva stilato un calendario abbastanza stringato per la produzione del prototipo che si aggirava intorno ai due mesi. Requisiti base che fosse completamente elettrico, adatto al fuoristrada, con elevata potenza e una coppia poderosa fin dai bassi regimi. La Odissey 21 sviluppa una potenza di 400 Kw e 500 hp, pesa 1650 chili, è larga 2,3 metri può affrontare pendenze del 130 per cento e passa da 0 a 100 km/h in 4,5 secondi. La vettura è stata realizzata in soli due mesi dalla Spark Racing Technology ed è stata poi sottoposta a una serie di test con la Continental come partner ufficiale per le gomme; le prove si sono effettuate in una location che gli appassionati di rally raid conoscono bene e cioè nel sud della Francia sulla pista fuoristrada di Château de Lastours. Le vetture sono state consegnate ai team alla fine del 2020 per poterle sviluppare e completare con le grafiche personalizzate. Ogni team si è poi sottoposto a una sessione di test.

STRUTTURA GARE E REGOLAMENTO

Il weekend di gare di ogni singolo appuntamento avrà la stessa struttura e si articolerà in due giorni, sabato e domenica. Ogni equipaggio correrà due volte sabato per le prove di qualifica 1 e 2, un po' come accade nel RallyCross che ricorda in effetti molto la struttura sportiva di questo Campionato. La domenica si correranno poi la semifinale 1 e la semifinale 2 denominata - la corsa pazza, Crazy Race - e una finale. Ogni manche di gara si articolerà in due giri, di circa 16 giri ognuno e alla guida si alterneranno i due elementi del team: uomo e donna visto che si tratta unicamente di equipaggi misti. I risultati della classifica si baseranno non sul tempo, bensì sui punti ricavati dalla posizione finale al traguardo. Con l'arrivo sul filo di lana dell'ultimo equipaggio e team, appunto JBXE, il regolamento è stato rimaneggiato visto che prima, essendo otto le vetture in gara tutto si svolgeva in due tempi suddivisi esattamente a metà. Ora invece si prevedono comunque quattro gare il sabato Qualifica 1 (due giri) e Qualifica 2 (due giri) e nella prima correranno cinque vetture mentre la seconda ne ospiterà solo quattro. L'ordine di partenza si baserà sulla fatalità visto che si estrarrà a sorte.

I punti assegnati si articoleranno in questo modo al sabato: per il primo arrivato 4 punti, per il secondo 3 punti, per il terzo 2 punti e per il quarto arrivato 1 punto mentre il quinto resterà a bocca asciutta.

I quattro migliori punteggi si qualificano per la Semifinale 1 mentre gli altri cinque finiranno nella Semifinale 2 denominata La corsa pazza.

Nella giornata di domenica si disputeranno tre gare: Semifinale 1, Semifinale 2 (Crazy Race) e Finale con quattro vetture nella prima e cinque nella seconda. In questo caso la scelta della posizione in griglia di partenza non sarà più affidata al caso bensì ai punti ottenuti in qualifica. I primi tre equipaggi della Semifinale 1 e i primi due della Semifinale 2 avranno accesso alla Finale. La posizione di partenza per la finale sarà decisa dai tifosi attraverso il sistema di voto Gridplay che è già attivo e al quale tutti possono partecipare (https://gridplay.extreme-e.com). Ci sarà anche la possibilità di un ripescaggio perchè una squadra, quella classificata quarta nella Semifinale 1, resterà in standby. Al termine del weekend di gare e dalla sfida nella Finale verranno assegnati 25 punti al vincitore e poi a seguire 15,10,7,6,5,4,3,2,1.

In caso di squalifica nel corso di una semifinale o nella finale l'equipaggio in gara non prenderà neanche un punto.

Il cambio di pilota avverrà nel corso della gara: quando la manche composta di due giri partirà ci sarà alla guida il primo pilota che poi, alla fine del giro, scenderà dal mezzo e si scambierà con chi stava seduto sul sedile di destra: il tempo di allacciarsi le cinture e si riparte. Saranno le squadre che decideranno, in segreto, a chi far effettuare il primo giro e gli altri team lo scopriranno solo al momento della partenza della manche. E come se non bastasse già questo a dare spettacolo ogni pilota nel corso della gara avrà a disposizione - in pieno stile Fast&Furios - una spinta Hyperdrive: basterà premere un pulsante sul volante e la vettura godrà di un improvviso aumento di potenza che durerà per un tempo definito.

LA NAVE DA TRASPORTO


Salvare il pianeta, correre in zone particolarmente colpite da calamità naturali quali l'aridità per esempio, o la siccità, l'avanzata del deserto e i cambiamenti climatici sono alcuni degli obiettivi di questo Campionato che ha studiato ovviamente una formula specialissima per i suoi viaggi all'estero. Vetture e assistenza vengono infatti trasportati in giro per il mondo da una nave ricondizionata. La Sant'Elena - questo il suo nome - viene utilizzata per trasportare tutte le infrastrutture del campionato oltre ai veicoli e approda sempre al porto più vicino di ciascuna delle sue cinque sedi di gara. In questo modo si riducono al minimo le emissioni di tutta la carovana della stagione Extreme E : a bordo inoltre è ospitato anche un laboratorio per la ricerca scientifica. L'opzione della nave per il viaggio è stata selezionata perchè il trasporto marittimo è l'opzione più bassa per le emissioni di carbonio, con un carico marittimo che consuma circa 100 volte meno carbonio rispetto, per esempio, al trasporto aereo. Inoltre la RMS Sant'Elena ha subito una trasformazione di diversi milioni di sterline per minimizzare le emissioni e trasformarla in un centro logistico, operativo e di alloggio per la gara.

Credits photos: Extreme E, Charly Lopez, Ollieemery.