• Elisabetta Caracciolo

Hungarian Baja 2021, si comincia fra quattro giorni.

Due settimane dopo la Baja Aragon tocca all'Ungheria accogliere un'altra delle tradizionali manches della Coppa del Mondo FIM 2021. Quarto appuntamento dell'anno la gara si svolgerà come da tradizione a nord del lago Balaton fra Vezsprem e Varpalota e anche questa volta al via avremo diversi piloti italiani. Alberto Bertoldi dopo l'exploit di Teruel ha deciso di proseguire il suo allenamento in queste gare veloci e divertenti che rappresentano al meglio il suo stile di guida. Indeciso fra la KTM Rally e quella più leggera ha alla fine optato per la Rally avendo dato un'occhiata al percorso che, sulla carta, sembra estremamente veloce. Ad accompagnarlo nell'avventura questa volta un inedito Paolo Caprioni che si schiera al via in sella ad Olivia, la Yamaha Ténéré 700 che abbiamo visto in

una presentazione ufficiale qualche tempo fa (nella foto con Stefano Caprioni e Luca Lussana (Yamaha) e che finalmente mette le sue ruote sulla terra in una gara cronometrata. Per Caprioni si tratta soprattutto di un test visto che da diverso tempo non si cimenta in una competizione. Insieme ai due rallisti si avvicina al mondo delle Bajas anche Francesco Puocci che partirà da Viterbo con l'intenzione di provare la KTM con cui poi correrà al Rallye du Maroc in ottobre in ottica Dakar 2022.

Sui 49 piloti complessivi che si schiereranno fra moto e quad sono 13 i piloti moto e 6 quelli in quad che correranno per la prova internazionale FIM e fra loro il ceco Martin Michek (KTM) e i due piloti Hero, Joachim Rodrigues e Sebastian Bühler, oltre a Konrard Dabrowski (KTM), in gara da solo nella categoria Junior e Mathieu Doveze (KTM), sesto in Spagna e iscritto all'ultimo istante.

Le verifiche si apriranno giovedì 5 agosto nel tardo pomeriggio e andranno avanti fino al 6 mattina al centro Suzuki Meszaros de Varpalota mentre nel pomeriggio di venerdì si correrà la super speciale di 7,69 km che stabilirà l'ordine di partenza della seconda Speciale 8il prologo conta come prima speciale) del giorno dopo. In totale, contando anche il prologo sarebbero stati 5 i settori selettivi con due prove da 138 chilometri il sabato e due da 78 alla domenica ma per permettere il refueling alle moto più piccole le speciali di sabato sono state spezzate in due con una neutralizzazione: sabato quindi ci sarà una prima speciale da 82,39 kms con una neutralizzazione di 1,53 km e infine il secondo tratto da 57,84 il tutto da ripetersi due volte. In totale i piloti avranno 533 chilometri complessivi di cui 441 di prove speciali.

Come sempre numerose le presenze femminili da Mirjam Pol (Husqvarna) a Margot Llobera (KTM) e Sarah Khuraibet (KTM) e sul quad, Olga Rouckova (Yamaha) ; sempre sul quad correranno i due Sauditi Altuwayjri e Alsuwayh, rispettivamente primo e secondo nell'attuale classifica della Coppa del Mondo Quad FIM. Per seguire la gara, vedere l'ordine di partenza e le classifiche SPORTITY — password HGB21_FIM, ma esiste anche il sito Hungarian Baja