• ufficio stampa

Il Moto Club Chieve fa, ancora una volta, un capolavoro. Grande successo del suo Major a Farini

Quando 370 piloti decidono di sfidare uno dei weekend più caldi e afosi dell'anno e misurarsi con una bellissima gara di enduro, quello vero, di mezzo ci deve essere lo zampino del Moto Club Chieve. Moltissimi piloti, infatti, sono venuti solo per quello, sapendo di poter contare sulla bravura e la professionalità di un Moto Club che in tanti anni ha regalato e creato solo bellissime gare. E così è stato anche questa volta, dopo il successo nel 2019, sempre qui a Farini, della gara d'italiano Major. Il terzo appuntamento del Campionato Italiano Enduro Major Borilli Racing – KTM ha ospitato una manche bellissima del tricolore alla cui conclusione mancano ora solo due gare, a fine luglio a Monte Roero (CN) e ad ottobre, ad Anghiari. Il mattatore della gara è stato dal primo all’ultimo giro, il pluricampione italiano Diego Nicoletti che inizialmente ha combattuto ad armi pari con Mirko Gritti - stesso identico tempo nella prima ps della giornata - ma poi ha approfittato della caduta dell'avversario in linea, costata qualche minuto di ritardo al pilota su Husqvarna e si è letteralmente scatenato infliggendo agli avversari distacchi pesanti.

La manifestazione, valida come primo Memorial Gianna e Carlo Garilli, ha visto al fianco del Moto Club Chieve anche l’amministrazione comunale, il Moto Club Ponte dell’Olio e il gruppo I Barbari di Pradovera: tutti insieme hanno realizzato un meraviglioso giro di enduro a otto, molto selettivo e lungo ben 48km, con una durata complessiva di oltre due ore. Il CO assistenza era previsto al paddock realizzato, insieme al parco chiuso e la partenza, a ridosso del Nure e a pochi passi dal centro di Farini. Il sorriso, nonostante la stanchezza, sul viso dei piloti e i tantissimi complimenti hanno fatto capire agli uomini del presidente Luigi Bianchetti di aver fatto un bel lavoro grazie a due speciali veramente toste: il Cross Test Just1, in località San Savino proprio a ridosso dell'albergo ristorante di Gianna e Carlo a metà fra sottobosco e prato, con contropendenze divertenti e non facilissime e l’Enduro Test, disputato all’interno del secondo anello, selettivo e lunghissimo - quasi 9 minuti - con un mix di rocce, terra e sottobosco.

Il vicentino, Diego Nicoletti, in sella alla GASGAS 250 4T realizza la sua seconda vittoria assoluta consecutiva nella Major e accumula punti preziosi nella Top Class dove al secondo posto di giornata troviamo Alessio Paoli (Husqvarna) e al terzo Vanni Cominotto (Fantic). Giornata storta per Mirko Gritti (Husqvarna): il pilota bergamasco come detto, ha perso la seconda posizione assoluta per colpa di una caduta nella seconda linea, fortunatamente senza gravi conseguenze ma in grado di fargli accumulare più di tre minuti di svantaggio dai suoi avversari. Gara difficile anche per Roberto Rota sofferente per i postumi di una caduta in allenamento che gli ha causato una frattura alle costole. Alessandro Rizza (KTM) infila la terza vittoria stagionale nella Master 250 2T davanti a Enrico Lorenzin (Husqvarna) e Riccardo Chiappa (Husqvarna). Nella 300 Master a imporsi in Emilia-Romagna è Christian Natta (Beta) che si mette alle spalle Matteo Zecchin (Sherco) e Samuele Dottori (KTM) mentre nella 250 4T Master si riconferma Stefano Geronzi (TM): secondo posto per Dario Lelli (GASGAS) che precede Filippo Bertacco (Husqvarna). Prima vittoria stagionale per Damiano Incaini (KTM) nella Master 450 bravo a prevalere, per poco meno di 10 secondi, su Tommaso Lilli (KTM). Terza piazza per Marco Rughi su Beta 450.

Nella Expert 250 2T, Alberto Teofili (KTM) vince con quasi tre minuti di vantaggio sul secondo, Luigi Cogato (KTM); gradino più basso del podio, per pochi decimi di secondo, occupato da Ermanno Monaco (Husqvarna). La 300 Expert porta la firma di Francesco Sibelli (KTM) che si impone per un soffio su Carmelo Mazzoleni (KTM) e Simone Ciuti (Beta).

Prima vittoria del 2021 per Michele Brisigotti (TM) nella Expert 250 4T che riesce a spodestare il leader di campionato Daniele Tellini (GASGAS), solo secondo domenica con Ronni Marconato (KTM) sul terzo gradino del podio.

La 450 Expert vede trionfare Luca Politanò (KTM) con più di 42 secondi di vantaggio su Stefano Bertolazzi (Husqvarna) che batte il terzo, Christian Angella (Husqvarna), per mezzo secondo.

Nella Veteran 2T torna a vincere Simone Girolami (Husqvarna), dopo una bella battaglia con il veloce Davide Marangoni (KTM), vero rivale per la vittoria finale. Terza posizione per Massimo Gioia (Husqvarna) acclamato in premiazione da tutto il Moto Club Ponte dell'Olio. Andrea Prataiola (BETA) è sempre più leader della Veteran 4T dove conquista la terza vittoria consecutiva; seconda posizione per Cristian Monaldi (TM) che precede Mirko Silvestrin (Sherco).

Danilo Plando (Husqvarna) sale sul gradino più alto del podio della Superveteran 2T prevalendo su Stefan Schrock (GASGAS) e Ubaldo Mastropietro (KTM), mentre a imporsi nella Superveteran 4T è nuovamente Fabrizio Hriaz (GASGAS). Seguono a più di due minuti di distacco Paolo Bartorello (Beta) e Alessandro Vaccari (KTM).

Seconda vittoria di stagione per Renato Pergurri (Husqvarna) nella Ultraveteran 2T che chiude davanti a Lucio Chiavini (Beta) e Gianfranco Occelli (Beta). Solo 85 decimi di secondo separano Sergio Bazzurri (Husqvarna), primo, e Fabio Benetti (KTM), secondo, nella Ultraveteran 4T dove chiude terzo Adriano Carta (KTM) e c'è da giurarci che questa battaglia fra i primi due andrà avanti fino all'ultimo minuto dell'ultima gara.

Nell’attesissimo appuntamento con il Challenge KTM Major vincono la terza prova Alessandro Rizza, su KTM 125, che s’impone della classe Major e Davide Marangoni, su KTM 300, primo classificato della classe Veteran.

Tra i Moto Club la spunta il Motoclub Ragni Fabriano che si aggiudica il round numero tre della stagione per due punti sul MC Caerevetus. Terza posizione per il Gaerne.

L’appuntamento con il tricolore Major è adesso il 25 luglio a Monteu Roero (CN) per il quarto round del 2021!