• ufficio stampa

ISDE 2021, presentata a Pavia l'edizione numero 95 della Sei Giorni d'Enduro

Rinviato, spostato e poi ancora rinviato per poterlo organizzare in presenza, lunedì scorso si è svolto il primo atto ufficiale della ISDE 2021, a Pavia. In realtà il primo atto si era svolto nel 2019, in Portogallo e poi ancora nel 2020 nella speranza che si potesse disputare la Sei Giorni italiana, ma come tutti sappiamo il Covid non ha permesso il suo regolare svolgimento e così eccoci di nuovo a parlare della più famosa manifestazione di Enduro nel mondo che si correrà in Italia dal 30 agosto al 4 settembre. Lunedì 14 giugno, ospitata dall'Amministrazione Comunale nel Palazzo del Broletto a Pavia, si è svolta Welcome Six Days, la presentazione della Sei Giorni di Enduro che ha aperto ufficialmente la fase di avvicinamento alla gara e a tutte le iniziative a essa connesse; un incontro fra gli organizzatori della Sei Giorni italiana e le autorità del territorio e gli enti per illustrare l’evento mondiale, gli aspetti sinergici e le opportunità generate dalla presenza di una manifestazione mondiale che, ben oltre i suoi elevati contenuti sportivi e tecnici, fornirà un apporto interessante al territorio chiamato ad accogliere atleti, addetti ai lavori, industrie e case motociclistiche, pubblico e stampa provenienti da ogni latitudine del globo.

La presentazione si è aperta dai contributi videoregistrati del Presidente del CONI, Giovanni

Malagò, e di Antonio Rossi, ex canoista olimpico e mondiale, oggi Sottosegretario con delega allo Sport, Olimpiadi 2026 e Grandi eventi della Regione Lombardia mentre in diretta, in videochiamata, ha partecipato il presidente della Federazione Motociclistica Italiana, Giovanni Copioli. Sul palco di Welcome Six Days sono saliti il Senatore Gian Marco Centinaio, Sottosegretario al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, il Sindaco di Pavia Fabrizio Fracassi, il Consigliere Regionale della Lombardia Roberto Mura, e l’Assessore pavese Pietro Trivi con delega allo sport ed alla sicurezza. Fra i numerosi interventi il Sindaco di Pavia, Fabrizio Fracassi, portando il benvenuto dell’Amministrazione ha detto: “Ospitare la Six Days of Enduro è un sogno che si avvera ed a cui, come Amministrazione, abbiamo lavorato lungamente. Portare nel pavese quella che può essere considerata, a tutti gli effetti, l’olimpiade dell’enduro è infatti un’opportunità eccezionale, sia sotto il profilo sportivo sia della promozione del territorio. Stiamo parlando di una competizione tra 35 federazioni nazionali, provenienti da quattro continenti. C’è grande, grande soddisfazione. Appuntamento il 28 agosto, in Castello Visconteo, per la cerimonia di apertura. Naturalmente, forza Italia! Dobbiamo vincere.»

L’intervento del Consigliere Mura, anch’egli pavese ed appassionato praticante di motorsport, ha esplorato gli aspetti normativi che riguardano direttamente la pratica motoristica in armonia con il territorio, sia in Regione Lombardia e Piemonte sia in ambito nazionale, ribadendo il suo impegno e la sua disponibilità nel lavorare a fianco degli organizzatori di ISDE per la migliore riuscita della manifestazione nel rispetto del territorio stesso. L’Assessore Pietro Trivi, ha sottolineato l’impegno di tutta l’Amministrazione nella volontà di accogliere con la massima disponibilità e collaborazione un evento che potrà portare altissimi contenuti sportivi e di tradizione motoristica sul territorio, tagliando il nastro proprio tra le bellezze centro storico di Pavia con la parata d’apertura.

I tre membri del Comitato Organizzatore, Valter Carbone, Edoardo Zucca e Giorgio Bandoli, hanno relazionato sullo stato dei lavori con una previsione dei numeri attesi in fatto di pubblico, partecipanti, nonché sulle infrastrutture e servizi messi in campo per l’evento. Particolare attenzione da parte del comitato nell’illustrare l’iter amministrativo seguito e la attività in atto con la Comunità Montana Oltrepò Pavese in un tavolo tecnico di lavoro avviato da tempo per l’ottimizzazione dei percorsi e di ogni aspetto in ordine alle norme vigenti e nel pieno rispetto del territorio. L’assessore di Rivanazzano Terme, Romano Ferrari con il sindaco Marco Poggi, ha raccontato l’entusiasmo con cui il centro termale oltrepadano ha voluto raccogliere la sfida di ospitare un evento di così grande importanza e richiamo internazionale. La prima cittadina del comune di Monleale (AL), Paola Massa, ha portato il saluto e il benvenuto della Val Curone all’evento, sottolineando lo stretto connubio tra sport e salute legate a turismo e tempo libero.

Il sindaco di Fortunago Pier Achille Lanfranchi, già presente a Portimao nel novembre 2019 con il consigliere Mura e l’assessore Trivi alla presentazione di questa 95. ISDE, ha ribadito l’importanza dell’evento nell’ottica di attrattiva turistica.

Il cronometro del countdown di ISDE 2021 pare ora scorrere ancor più velocemente: la FIM International Six Days of Enduro si prepara a portare ancora una volta lo sport di altissimo livello su un territorio pronto alla migliore accoglienza.