• Redazione

La TGRSA 1000 Desert Race, in Sud Africa, prima prova del Road to Dakar

Posticipato a ottobre l'Andalucia Rally, la prima prova 2022 del calendario Road to Dakar diventerà la TGRSA 1000 Desert Race. Sarà questa gara sudafricana l'unica valida per la conquista di una iscrizione gratuita per la prossima Dakar, o per quella del 2024, nella categoria auto. Le altre regaleranno l'iscrizione nella categoria moto o SSV - T4 - per la precisione, e sono l'Atacama Rally in Cile, organizzato esattamente nello stesso weekend della TGRSA 1000 Desert Race, il Rallye du Maroc, l'Andalucia Rally e il Sonora Rally. La popolare competizione organizzata in Sud Africa conferma Upington, città a nord del Paese non lontana dal confine meridionale della Namibia, come terreno di gara. Reputata la gara più lunga e più dura non solo del campionato nazionale ma anche dell'intero continente africano, la prova, che si correrà a fine giugno, darà a qualcuno la possibilità di vincere l'iscrizione alla prossima Dakar 2023, e non solo. I sudafricani l'hanno pensata giusta: la gara offre a tutti coloro che non hanno partecipato prima al rally raid più famoso del mondo l'opportunità di accaparrarsi la Dakar, ma non per forza quella del 2023, quanto piuttosto quella del 2024. Il concorrente che vincerà infatti, potrà scegliere a quale competizione partecipare e prendersi eventualmente 18 mesi di tempo per prepararsi e trovare il budget, piuttosto che cercare di farlo, di corsa, in soli sei mesi. ASO però ha stabilito un importante tassello per i partecipanti e cioè che sia il pilota sia il copilota dovranno essere rookies e cioè debuttanti per il rally di gennaio.

La Road to Dakar 2022 offrirà ai vincitori della TGRSA 1000 Desert Race non solo l'iscrizione gratuita ma anche un premio in denaro di 8.000 euro che si dimostrerà prezioso per chiudere il budget necessario per partecipare alla Dakar 2023. Ovviamente al momento dell'iscrizione, come sempre avvenuto, i rookie interessati alla Road To Dakar dovranno confermare di prender parte alla speciale sfida.

La TGRSA 1000 Desert Race si correrà dal 24 al 26 giugno nell'area intorno alla città di Upington, come già avvenuto nel 2021: lo scorso anno l'edizione provò che in questa zona era possibile organizzare quello che è ormai rimasto l'unico evento marathon del calendario nazionale, con poco meno di 1000 chilometri da percorrere in un totale di tre giorni.

Quartier generale l'Upington Expo Centre che ospiterà partenza e arrivo oltre al parco assistenza: il percorso comprende numerose zone inedite sempre nel deserto a nord del Paese. L'evento si aprirà venerdì 24 mattina con le verifiche e alle 12 con la Pirelli Qualifying Race lunga 75 chilometri che determinerà la griglia di partenza di sabato. Un anello da 200 km accoglierà i piloti dalle 8 di sabato mattina con direzione Khi Solar One, il primo impianto termico a energia solare in Africa: dopo aver attraversato la strada di Lutzville i piloti rientreranno in assistenza e dopo 30 minuti di riordino ripartiranno per un altro anello che sarà composto da piste dure, rocce, ma anche piste sabbiose e piccole dune.

Domenica ancora un anello da 200 km, sempre con partenza alle 8 di mattina da ripetersi due volte per un totale alla fine della gara di circa 860 chilometri - e non 1000 come recitato ovunque...e come accadeva negli anni Novanta per esempio alla Baja Aragon, in un sol giorno.

"Toyota Sud Africa ha una lunga storia nel mondo del cross-country racing, sia a livello locale sia sulla scena internazionale" ha detto il vicepresidente Marketing di Toyota SA Motors, Glenn Crompton. "La nostra Hilux, vincitrice della Dakar, è la prova reale del nostro impegno e siamo entusiasti di sostenere Road to Dakar anche quest'anno dando la possibilità ai partecipanti che non hanno mai preso parte alla Dakar di poterlo fare attraverso la TGRSA 1,000 Desert Race, l'evento più inportante del SARRC (South Africa Rally Raid Championship)".